•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 30 marzo, 2015

articolo scritto da:

M5S, Grillo dal blog “È troppo tardi per stare calmi”

grillo tsipras

M5S, il titolo dell’ultimo post di Grillo “Se non ora quando” parafrasa il nome dell’organizzazione in cui sono riunite donne appartenenti ad associazioni e gruppi femminili che sul sito si autodefinisce “movimento trasversale, aperto e plurale” e che a sua volta riprende nel nome il titolo di un libro scritto da Primo Levi. Ma il senso del post di Grillo è contro il Governo e contro l’azione del premier Renzi.

Grillo sul suo blog Gli italiani “come il sottotenente Giovanni Drogo assegnato alla Fortezza Bastiani nel romanzo di Buzzati” sono in attesa non si sa bene di cosa. “Ma non ci sarà nessuno che venga a salvarlo da mafia, corruzione, massoneria. Nessuno ci toglierà dai piedi questi partiti dominati da finanzieri e affaristi se non lo fa da solo. Se non ora quando? Questa è la domanda. Non c’è un troppo tardi o un troppo presto. C’è solo l’ora, l’adesso”.

“Se non ora quando è un’invocazione”

È “troppo tardi per stare calmi”. Continua Grillo “Ci libereremo da questa attesa che ci sfinisce? nessuno ci potrà salvare al di fuori di noi stessi. Denunciando, mettendoci in gioco, rischiando qualcosa, bloccando ogni porcata a livello locale. Se non ora quando? Non è una domanda retorica, è un’invocazione, un appello. Di cos’altro c’è bisogno per svegliare le coscienze dopo le ruberie di Stato della Tav, di Mafiacapitale, del Mose, dell’Expo, dei dissesti idrogeologici che hanno trasformato il Paese in una immensa frana? Quante altre schifezze istituzionali come l’eliminazione del Senato e l’elezione di ben tre presidenti del consiglio senza elezioni e senza passare dal Parlamento dovranno avvenire?”.

Immagine tratta dal blog di Grillo

Immagine tratta dal blog di Grillo

M5S, Grillo attacca anche Vendola

“Denunciare non serve più in un Paese dove i referendum non vengono rispettati come quello sulla pubblicizzazione dell’acqua, completamente disatteso a partire dalla Puglia e da Vendola che ha mantenuto l’acquedotto privato sotto forma di Spa e come il referendum sul finanziamento ai partiti. Se non ora quando? si deve intervenire sulla svendita delle nostre aziende a cinesi e a fondi americani che fanno shopping a prezzi di saldo preparando un deserto industriale alle nuove generazioni? Se non ora quando? si deve andare a nuove elezioni politiche per dare dignità e legittimità a un parlamento incostituzionale di nominati? Se non ora quando? Non ci sono più innocenti. I Tartari sono nella fortezza e noi stiamo sempre più assomigliando a loro. Se non ora quando? È troppo tardi per stare calmi”, conclude il leader del M5S.

M5S, ddl corruzione: domani il voto degli iscritti

Domani gli iscritti 5 Stelle voteranno sul ddl anticorruzione per decidere su come dovranno votare in aula i senatori M5s. Ci sarà un voto online, dalle 10 alle 19, che stabilirà quindi se i senatori dovranno votare a favore o contro il provvedimento che dovrebbe avere il via libera mercoledì primo aprile. A darne notizia su Facebook il deputato M5s Angelo Tofalo. “Caro iscritto al Movimento 5 Stelle, domani si terrà una votazione dalle 10 alle 19 per dare l’indicazione di voto ai nostri parlamentari che in Senato dovranno decidere se approvare o meno la legge ‘anti-corruzione’ proposta dal governo. A questa votazione potranno partecipare gli iscritti certificati (iscrizione entro il 30 giugno 2014). Inoltre nella stessa giornata e stessi orari si terranno le votazioni tra le liste che hanno chiesto di essere certificate nei comuni di Cava dè Tirreni, Matera e Venezia per essere certificate con il simbolo del Movimento 5 Stelle. A queste votazioni potranno partecipare gli iscritti certificati (iscrizione entro il 30 giugno 2014) e residenti nelle rispettive città”.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

19 Commenti

  1. Nicola Pedone ha scritto:

    Hai rotto

  2. Nicola Romano ha scritto:

    Rispondi velocemente,o magari denuncia chi ti ha accusato di averti pagato,più volte, in nero.

  3. Umberto Hvalic ha scritto:

    Nocivo come un grillotalpa!

  4. Moris Bonacini ha scritto:

    allora un bel coccolone, preparati

  5. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Ma chi ti legge…

  6. Agata Belviso ha scritto:

    Tanta gente e’ calma e continua a sostenere,chi ogni giorno calpesta la Costituzione. Tanta gente continua a sostenere chi ha portato l’Italia allo sfacelo,chi ha distrutto anni di lotte. Mi chiedo incredula,perche’??

  7. Piero Avella ha scritto:

    Pessimo uomo pessimo comico e fallito politico VAFFANCULO GRILLO

  8. Flora Salvatore ha scritto:

    Sei finito il tempo corre ormai sei vecchio

  9. Giuseppe Bonura ha scritto:

    Quando andrai a ffanculo

  10. Mimmo Ristori ha scritto:

    “se non ora quando ‘”, pirla sei già in ritardo!

  11. Pasquale Cariello ha scritto:

    che fai sali sui tetti?

  12. Giampiero Isidori ha scritto:

    #staisereno

  13. Arcuri Adriano ha scritto:

    grande grillo grande uomo viva grillo, tenetevi i ldri tra un po tutti in galera li andrete a votare.

  14. Andrea Dagna ha scritto:

    Patetico guitto…

  15. Francesco Pruneddu ha scritto:

    Deve aver deciso di farsi prendere a calci in culo…………

  16. Dario Balducci ha scritto:

    Hai ragioone, è l’ora di andare a fanculo

  17. Nadir Crive ha scritto:

    internatelo

  18. Fernando Giannoni ha scritto:

    In Italia c’è posto per tutti. Anche i pagliacci fanno politica!

  19. MarcoMosetti ha scritto:

    il popolo italiano è pietosamente ignorante, osannano i loro leader fino alla disfatta totale, poi vanno in piazza a condannarlo come se nulla fosse

Lascia un commento