•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 16 aprile, 2015

articolo scritto da:

Resistenza, il Presidente Sergio Mattarella: “Nessuna equiparazione tra le due parti”

Come ogni anno, si avvicina la ricorrenza del 25 aprile, la festa della Liberazione dal fascismo. Quest’anno, precisamente, sarà il 70esimo anniversario e, per l’occasione, il Parlamento ha deciso di omaggiare i protagonisti della ritrovata democrazia italiana. In mattinata alla Camera dei deputati è andata in scena una cerimonia celebrativa a cui hanno preso parte decine di partigiani.

La presidente Laura Boldrini ha accolto cosi i protagonisti di quei drammatici anni: “Oggi, voi partigiani, siete qui non come ospiti ma come padroni di casa”, ha affermato in un’aula affollata e piena di Tricolori.”La Costituzione repubblicana – ha affermato Boldrini – che ha consentito al popolo italiano di ritrovare nel Parlamento il presidio dell’esercizio delle libertà e dei diritti fondamentali, è figlia della resistenza anti-fascista ed è per questo che oggi il nostro pensiero commosso va a coloro che per lo più giovani e giovanissimi, per dare alle generazioni future il dono della libertà, sono stati uccisi, sono stati torturati, reclusi tra mille sofferenze e umiliazioni”.

presidente della camera

Grasso: “25 aprile non è stanco rituale”

“Rievocando l’epopea della Resistenza non si ceda alla tentazione di considerare il 25 aprile come uno stanco rituale ripetuto di anno in anno, né ci si può limitare ad un mero esercizio retorico”, ha sottolineato il presidente del Senato Pietro Grasso, che ha chiuso le celebrazioni. “Dobbiamo amare e difendere le Istituzioni, unirci, farci forza a vicenda, recuperare quel sentimento di solidarietà e speranza che ha animato i partigiani, e lavorare a migliorare questo nostro grande Paese”, ha aggiunto la seconda carica dello Stato.

Mattarella: “Fascismo imperialista e razzista”

Presente ala ricorrenza anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha precisato: “La ricerca storica deve continuamente svilupparsi ma senza pericolose equiparazioni fra i due campi in conflitto nella lotta di Liberazione nazionale dal nazifascismo”.

“La Resistenza, prima che fatto politico, fu soprattutto rivolta morale”, spiega Mattarella, che ha aggiunto: “Questo sentimento, tramandato da padre in figlio, costituisce un patrimonio che deve permanere nella memoria collettiva del Paese”. Poi il presidente della Repubblica ha voluto sottolineare i due mali che hanno colpito l’Italia nel ventennio fascista, “dittatura” e “conformismo”. Per superare questi due mali “la Costituzione, nata dalla Resistenza, ha rappresentato il capovolgimento della concezione autoritaria, illiberale, esaltatrice della guerra imperialista e razzista che il fascismo aveva affermato in Italia, trovando, inizialmente, l’opposizione – spesso repressa nel sangue – di non molti spiriti liberi”.

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

16 Commenti

  1. Marco Camilleri ha scritto:

    cambiano i presidenti, ma l’ignoranza e la faziosità non cambiano…

  2. Antonio Piarulli ha scritto:

    cANTANO BELLA CIAO E NEL CONTEMPO STUPRANO LA COSTITUZIONE DEI PADRI,LA COERENZA è MORTA.

  3. Antonio Lavarello ha scritto:

    in che modo mattarella avrebbe stuprato la costituzione?

  4. Antonio Piarulli ha scritto:

    Ho usato il plurale,chiedere al pd ed altri!

  5. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Coltivare la storia recente rende i cittadi maturi e consapevoli!

  6. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Il PD, non ha e non stupra la costituzione, il tuo è un giudizio personale e bislacco!!!

  7. Antonio Piarulli ha scritto:

    ciascuno ha le proprie convinzioni,io non giudico aprioristicamente,osservo i fatti ,e gli atti parlamentari,il resto è fuffa per condire una propaganda ignobile. Temo che i padri Costituenti,si stiano rigirando nelle tombe. Certo che il mio è un giudizio,personale, direi libero.

  8. Daniele Marani ha scritto:

    Tra poco ci siamo un altra volta…..

  9. Umberto Hvalic ha scritto:

    it’s ok!

  10. Umberto Hvalic ha scritto:

    la verita’ fa sempre male…al fascista!

  11. Claudia Lombardini ha scritto:

    Tra poco c e la cantano i clandestini italia ciao! Con i machete ,le teste in mano ,in parlamento !

  12. Federico Maestri ha scritto:

    Via, menomale che quando ha qualcosa da dire la dice… speriamo continui su questo buon registro.

  13. Miky Isola ha scritto:

    Un dichiarazione apprezzabile ma é importante oltre che salvare la forma vigilarr sulla sostanza. La nostra Costituzione deve essere difesa da derive reazionarie anche per evitare che la storia si ripeta. La liberta e la giustizia sanguinosanente conquistate e mantenute dal 45 ad oggi sono sempre minacciate e vanno difese.

  14. Angelo Masia ha scritto:

    bravissimo

  15. Roberto Tempestini ha scritto:

    …..Bravo Presidente….vai avanti così…c’avrai tanto da lavorare..per tenere sotto controllo ‘sto ” governo “…!!!

  16. Vincenzo Lumello ha scritto:

    E fatto uccidere per rappresaglia centinaia di italiani.

Lascia un commento