•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 20 aprile, 2015

articolo scritto da:

Cosimo Mele: il passato non si dimentica e lui getta la spugna da candidato sindaco di Carovigno

Cosimo Mele è l’ex deputato salito qualche tempo fa agli onori della cronaca per un festino condito da escort e coca.

Originario di Carovigno (provincia di Brindisi) di cui è stato sindaco sino a meno di due anni fa era pronto alla ricandidatura con il sostegno della rappresentanza locale del Pd. Sino a quanto non è intervenuto il segretario regionale del Pd e candidato presidente del centrosinistra in Puglia Michele Emiliano che ha chiesto ai democratici di Carovigno di ripensarsi con un’implicita minaccia di commissariare il locale circolo.

Pronti via: il Pd ci ripensa. E dopo altre due settimane di riflessione è lo stesso candidato a ripensarci. Sino a comunicare, in un’intervista al Fatto Quotidiano, il ritiro.

 cosimo mele carovigno

J’accuse di Cosimo Mele

“Mi faccio da parte. Gli eletti che rubano e fanno le peggio cose sono tollerati e riveriti, quelli che commettono errori nella vita privata sono marchiati a vita, perché nulla gli si perdona”. I toni lasciano intendere un certo risentimento da parte dell’ex deputato Udc e sindaco di Carovigno costretto a lasciare dopo 18 mesi dall’inizio del suo mandato e problemi interni alla maggioranza.

“Non l’ho deciso per fare un regalo al Pd. Sono anzi convinto che si possa governare meglio insieme, perché le persone con cui sono a stretto contatto sono capaci, degne e sicuramente all’altezza della situazione”.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

3 Commenti

  1. Bigutta Stefania ha scritto:

    sì…ma il problema è un altro…per me il puttaniere è uno che ha grossi problemi psichici…e di sbiellati, amministratori e parlamentari, ne abbiamo abbastanza…e noi, cittadini qualunque, auspichiamo parlamentari onesti e morigerati….

  2. Riccardo Bottegal ha scritto:

    hai militato in un partito che si vanta di difendere i valori della “famiglia” e hai fatto un festino con coca e troie… hai ancora il diritto di piagnucolare di gogna mediatica? se hai notizia che gli altri rubino, fai denuncia da privato cittadino

  3. Luisa Bacocchia ha scritto:

    vogliamo gente onesta e pulita.puttanieri e drogati non ci interessano ,ne abbian fin troppi ,vai a lavorare

Lascia un commento