•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 6 maggio, 2014

articolo scritto da:

Guerra civile Ucraina: rischio catastrofe umanitaria e fallimento della diplomazia

Il bilancio delle vittime della guerra civile in Ucraina si aggiorna: negli scontri di ieri a Slovyansk sono deceduti oltre 30 miliziani filorussi, sono decine i feriti, a confermarlo è stato Arsen Avakov, titolare degli Interni di Kiev, sulla sua pagina Facebook. I dati del ministero riferiscono che alcuni tra i morti identificati sono residenti in Crimea, ma nella conta risulterebbero anche cittadini russi e originari della Cecenia; negli guerriglia sarebbero morti anche 4 militari ucraini, il leader dei separatisti Miroslav Rudenko, ha confermato le notizie fornite dalle fonti ufficiali, aggiunge che tra le vittime risultano anche dei civili.

Secondo quanto riferiscono i media ucraini– dopo il terribile rogo di 4 giorni fa che ha causato la morte di 46 persone e oltre 200 feriti – a Odessa sono ancora una cinquantina i dispersi; Olena Kitaiska, direttrice del dipartimento della protezione civile della città, ha dichiarato che i dispersi potrebbero essere tra la ventina di cadaveri non ancora identificati o tra le persone arrestate.

ucraina nazismo

Serghei Lavrov, ministro degli Esteri di Mosca, a margine del Consiglio d’Europa ha dichiarato che gli incontri di Ginevra, nonostante la scottante evidenza dei fatti, non devono essere considerati un “fallimento”; Lavrov non ha escluso la possibilità di tenere nuovi incontri a patto che vengano coinvolte le frange dell’opposizione al governo di Kiev.

A Mosca, nel frattempo, si prepara la ricorrenza del 9 Maggio, anniversario della vittoria sovietica sul nazismo: i festeggiamenti saranno in grande stile, tanto per sottolineare vittorie vecchie e nuove; Putin si recherà in Crimea, nella regione da poco annessa dalla federazione russa, a 70 anni dalla liberazione di Sebastopoli dai nazisti. A Kiev, invece, non si festeggerà – sicuramente il rogo di Odessa impone il contegno istituzionale e sociale – ma da parte delle autorità centrali ucraine si vuole cogliere l’occasione per evidenziare il distacco da una festa identificata con la Russia; è ufficiale l’abbandono del nastro nero-arancione simbolo della vittoria sovietica, utilizzato dai filorussi che combattono a Est, e l’utilizzo del papavero stilizzato, simbolo “europeo” del ricordo delle vittime della seconda guerra mondiale.

Guglielmo Sano

 

sondaggio legge elettorale

sondaggio legge elettorale

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

Lascia un commento