•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 12 maggio, 2015

articolo scritto da:

Macedonia: preoccupa il dopo Kumanovo

Macedonia: torna la calma dopo un weekend da incubo. La stabilità del paese è comunque appesa a un filo.

L’assalto di Kumanovo

Cominciati intorno alle 5 di mattina di sabato, sono proseguiti per circa 30 ore gli scontri tra forze speciali e indipendentisti albanesi nel quartiere Divo Nasje, periferia di Kumanovo, seconda città della Macedonia. Il bilancio finale si è rivelato drammatico: 22 morti di cui 8 agenti e 14 terroristi. 27, invece, il numero degli uomini arrestati.

Le autorità macedoni hanno dichiarato che l’obiettivo dell’operazione era quello di arrestare gli appartenenti a un gruppo terroristico, comprendente ciò che resta dell’esercito di liberazione del Kosovo (UCK), prima che attaccasse obiettivi strategici in tutto il paese.

Tuttavia, in mancanza di informazioni più precise su motivazioni e tempistiche dell’operazione, non pochi tra le fila dell’opposizione socialdemocratica hanno avanzato l’ipotesi che si tratti di un tentativo di distogliere l’attenzione dalle proteste anti-governative che da mesi attraversano la piccola repubblica balcanica.

Macedonia

Il ritorno del nazionalismo albanese

Il conflitto a fuoco degli scorsi giorni rientra pienamente nel quadro dell’escalation di violenza che ha colpito la Macedonia settentrionale (principalmente l’area di Tetovo e Kumanovo) da alcuni mesi a questa parte.

Diversi attacchi esplosivi a palazzi governativi e stazioni di polizia, oltre a rapimenti di agenti delle forze di sicurezza e strani movimenti di squadre di uomini armati – il primo episodio risale al 28 ottobre – fanno temere che stia riprendendo piede la guerriglia nazionalista albanese, di cui l’Esercito di liberazione nazionale (NLA) – fortemente legato all’UCK – è stata la formazione principale.

Sebbene la comunità albanese (circa il 25% della popolazione macedone, nettamente maggioritaria nelle regioni di frontiera col Kosovo) abbia preso le distanze dalla lotta armata, – d’altra parte è innegabile che le proteste contro l’esecutivo facente capo a Nikola Gruevski siano trasversali rispetto alle questioni etnico-comunitarie – è possibile che uno o più gruppi indipendentisti vogliano approfittare della crisi politica che sta montando nel paese sin da febbraio.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

La colazione dei cavalieri

La colazione dei cavalieri

articolo scritto da: