•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 18 maggio, 2015

articolo scritto da:

Rassegna stampa: prime pagine lunedì 18 maggio 2015

Prime pagine lunedì 18 maggio 2015. Tutti i giornali aprono con il caso pensioni. Il premier Matteo Renzi annuncia: “In agosto 500 euro di una tantum a 4 milioni di persone”. Esclusi i trattamenti sopra i 3000 euro. Oggi decreto da 2 miliardi. Il Corriere della Sera elenca “le fragilità della scelta del governo”. Repubblica commenta “Da più di vent’anni gli interessi dei giovani, di chi lavora, degli imprenditori, sono sacrificati sull’altare dei diretti Acquisiti”. La Stampa parla di “scelta difficile ma doverosa”. E Il Messaggero riprende le parole del premier “Decido anche a rischio dell’impopolarità”. Il Giornale se la prende con Grasso “Il presidente del Senato non imita Mattarella”. Libero invece mette nel mirino “Dracula-Visco e Toni Negri che prende 600.000 euro di vitalizio”.

prime pagine

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

4 Commenti

  1. Mirko Di Francesco ha scritto:

    Che pagheremo noi, di tagli alla politica nemmeno l’ombra

  2. Maria Stella Lo Re ha scritto:

    mi pare più che giusto pagare, all’inizio, solo i soldi a coloro che non hanno pensioni gigantesche. Gli altri possono aspettare, non mi paiono alla fame! Le pensioni alte sono uno scandalo di fronte a chi non ha né un lavoro né alcuna sussistenza. Prima gli altri. Chi ha avuto le pensioni senza versare grandi contributi deve riternersi già fortunato. L’indicizzazione per questa gente può aspettare. Ci sono i disoccupati, i giovani, gli investimenti sul lavoro e molto altro prima di loro… Aspettino

  3. Fabrizio Bina ha scritto:

    Ma non dire cagate.

  4. Maria Stella Lo Re ha scritto:

    per me le cagate, come dici signorilmente tu, le dici tu. Poi, sai com’è sono punti di vista… Impara l’educazione, poi, tra l’altro, Fabrizio Bina

Lascia un commento