•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 8 maggio, 2014

articolo scritto da:

Sondaggi Elezioni Europee: per PollWatch2014 non si ferma l’ascesa degli euroscettici

sondaggi elezioni europee

Sondaggi Elezioni Europee: non si ferma l’ascesa degli euroscettici per PollWatch2014

Il 25 maggio si avvicina e a distanza di una settimana l’osservatorio PollWatch2014 pubblica una nuova proiezione, basata sui sondaggi interni sulle intenzioni di voto alle elezioni europee nei 28 Paesi che compongono l’Unione, rispetto alla composizione del prossimo Parlamento Europeo.

In questa previsione il PPE, che candida l’ex presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker alla guida della Commissione Europea, si attesta a 216 seggi (+3), in lieve crescita rispetto alla scorsa settimana e allungando in questa maniera sul PSE del Presidente del Parlamento uscente, che invece arretra a 205 seggi (-3). Il gruppo dei Liberali e Democratici di Guy Verhofstadt è pressoché stabile a 63 seggi (+1), mentre prosegue il trend negativo della Sinistra Europea del greco Alexis Tsipras, che fino a qualche settimana fa ricopriva la terza posizione ed ora ha una proiezioni di 49 seggi (-2). I Verdi guidati da Ska Keller si attestano invece a 41 seggi (-1) e si mettono nuovamente alle spalle i gruppi dei Conservatori e Riformisti, ora a 39 seggi (-3) e trainati soprattutto dalle delegazioni britannica e polacca. Monta sempre di più infine l’onda delle formazioni euroscettiche, con la crescita sia del gruppo Europa della Libertà e della Democrazia, accreditato di 39 seggi (+3), sia degli Indipendenti giunti nella previsione ormai a 99 seggi (+2).

Operando un confronto con la composizione del Parlamento uscente, si evidenzia come la flessione dei popolari rispetto al 2009 potrebbe risultare attorno ai 50 seggi, mentre crescerebbe di circa 20 europarlamentari il gruppo dei Socialisti e Democratici. Sono destinati ad arretrare in maniera significativa sia il gruppo ALDE che nel 2009 ottenne 84 seggi, sia i Verdi che raggiunsero i 55 seggi, così come sarà ridotto di circa 15 seggi il gruppo dei Conservatori (ECR). Destinata ad aumentare è l’influenza della Sinistra, che nel 2009 elesse 35 europarlamentari e crescerà di qualche seggio anche EDF, mentre il vero boom riguarderà i “non collocati” nelle famiglie politiche tradizionali europee, i quali da 27 unità del 2009 si avvicineranno ai cento europarlamentari, insieme da cui potrebbe nascere un nuovo gruppo parlamentare con un ruolo di leadership che pare passa essere assunto dalla francese Marine Le Pen.

sondaggi elezioni europee

sondaggi elezioni europee

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

3 Commenti

  1. MarcoOrsoGiannini1 ha scritto:

    Nel 2013 prima del voto i sondaggi davano M5S al 15% massimo. Monti al 18% minimo e il PD oltre il 35%. Se scrivete su google SFIDA AI SONDAGGISTI PARTE 3 vedrete che io a 2 giorni dal voto diedi i veri risultati. Adesso cercate SFIDA AI SONDAGGISTI 2014 e nei commenti (nei commenti!) vedete che di nuovo, alla fine, io sono mesi che do i veri valori mentre i sondaggisti si svegliano ora (e ancora in modo parziale continuano a sottostimare).
    M5S 30% PD 30% circa

  2. Oreste Picari ha scritto:

    E si dimostra l’inutilità dei 5 stelle: nel gruppo con marine le pin

  3. Hyndrax ha scritto:

    Come d’altronde è abbastanza evidente il fallimento dell’UE come forza aggregante e di volano economico.

Lascia un commento