•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 29 maggio, 2015

articolo scritto da:

Istat: l’Italia è fuori dalla deflazione

vetrina ufficio istat

Dopo quattro mesi consecutivi col segno meno, torna a salire nel mese di maggio l’indice annuo dei prezzi. Secondo le ultime stime diffuse dall’Istat, dal -0,1% di aprile si è passati a un +0,2%: il primo tasso con segno positivo nell’anno 2015, che sancisce l’uscita dell’Italia dalla deflazione.

Il ritorno dell’inflazione – si legge nel bollettino diffuso oggi dall’Istat – è dovuto “principalmente all’ulteriore ridimensionamento della flessione su base annua dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati (-7,2%, da -8,7% di aprile) e all’accelerazione della crescita tendenziale dei prezzi dei servizi; a quest’ultima contribuiscono in particolare l’inversione della tendenza annua dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+0,8%, da -0,6% di aprile) e l’accelerazione della crescita di quelli dei Servizi ricreativi, culturali e della cura della persona (+0,9%, da +0,7% di aprile)”.

L’Istat evidenzia inoltre che “al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, l'”inflazione di fondo” mostra una risalita (+0,6%, da +0,3% di aprile); al netto dei soli beni energetici, si porta a +0,8% (era +0,6% il mese precedente)”. “L’aumento su base mensile dell’indice generale è da ascrivere principalmente all’aumento dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati (+1,8%) – per effetto dei rialzi dei carburanti – e dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,5%), con particolare riguardo a quelli ricettivi”. “L’inflazione acquisita per il 2015 – specifica l’Istat – è pari a +0,1% (era nulla ad aprile)”.

Prezzi alla produzione dei prodotti industriali

In calo, invece, l’indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali, che nel mese di aprile 2015 diminuisce dello 0,1% rispetto al mese precedente e del 2,3% rispetto ad aprile 2014.

“I prezzi dei prodotti venduti sul mercato interno diminuiscono dello 0,3% rispetto a marzo e del 3,1% su base tendenziale – rileva l’Istat – Al netto del comparto energetico si registra una variazione nulla sia a livello congiunturale sia su base tendenziale”. Secondo l’Istituto nazionale di statistica, “i prezzi dei beni venduti sul mercato estero segnano un aumento dello 0,5% sul mese precedente (con un aumento dello 0,4% per entrambe le zone). In termini tendenziali si registra un incremento dello 0,6% (con un calo dello 0,1% per l’area euro e una variazione positiva dello 0,9% per l’area non euro)”.

“Il contributo maggiore al calo tendenziale dei prezzi dei beni venduti sul mercato interno proviene dal comparto energetico (-3,1 punti percentuali). Sul mercato estero per l’area euro il contributo negativo più rilevante deriva dall’energia (-0,5 punti percentuali). Per l’area non euro il contributo positivo più ampio proviene dai beni di consumo non durevoli (+0,6 punti percentuali)”.

simbolo istat sfondo bianco

Conti economici trimestrali

A proposito dei conti economici trimestrali, l’Istat segnala un +0,3% del Prodotto interno lordo nel primo trimestre dell’anno rispetto a quello precedente, con un aumento dello 0,1% in relazione ai primi tre mesi del 2014. Aumentano le importazioni dall’estero (+1,4%) mentre restano “stazionarie” le esportazioni.

Per quanto riguarda domanda nazionale, calano i consumi delle famiglie (-0,1%), mentre sul piano dell’offerta “si registrano andamenti congiunturali positivi per il valore aggiunto dell’agricoltura (6,0%) e dell’industria (0,6%), mentre quello dei servizi ha segnato una variazione nulla. In termini tendenziali, il valore aggiunto dell’agricoltura è cresciuto dello 0,2%, quello delle costruzioni è diminuito dell’1,6%, quello dell’industria in senso stretto dello 0,4%, mentre quello dei servizi è cresciuto dello 0,1%”.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

9 Commenti

  1. saurokursk ha scritto:

    TermometroPol Che bello aumentano i prezzi….che bello..e l’ Euro si svaluta. ..che bello che bello.

  2. Lamberto Giusti ha scritto:

    entriamo, usciamo e a dettare i tempi gli “amici” del Bikenberg…

  3. Gino Stefanini ha scritto:

    Stronzate

  4. Careri Giuseppe ha scritto:

    Cosa ne penso? che il governo restuisca i 6 euro che ha tolto ai pensionati che percepisconpo una pensione di 600 euro al mese a causa della deflazione.

  5. Riccardo Bottegal ha scritto:

    tagliata male?

  6. Catia Testa ha scritto:

    Ma che parametri prendono per fare certe affermazioni…. Non sanno proprio com’è la realtà !!!

  7. Leo DiGesù ha scritto:

    Se deve scrivere fesserie almeno le scriva correttamente

  8. Lamberto Giusti ha scritto:

    grazie per la correzione, d’altra parte con un nome così…. Aspetto le sue, di fesserie.. ( e poi perché le mie lo sarebbero?)

  9. Tommaso Magistretti ha scritto:

    Una sola!

Lascia un commento