•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 5 giugno, 2015

articolo scritto da:

Fitto o Verdini: transfughi del centrodestra a sostegno del Governo Renzi?

Il possibile addio dei verdiniani a Fi non indebolirebbe la battaglia al governo Renzi. Ne è convinto il capogruppo di Fi alla Camera Renato Brunetta, che in un’intervista al Corriere della Sera chiede: “Dove andrebbero, a far cosa? E Renzi le sue grandi riforme, a partire da quella costituzionale, le fa con i transfughi dei transfughi? Non ha i voti della sua maggioranza, questa è la verità: il gioco di prenderli ora a sinistra, ora a destra è finito”.

Governo Renzi, Brunetta: “Prima cade meglio è”

L’ex ministro si sofferma anche sul divorzio di Raffaele Fitto. “È un addio che davvero non capisco. La linea del partito è quella che lui auspica, almeno a parole, ed è di opposizione dura e senza sconti a Renzi. Non so su quale base politico programmatica abbia deciso di rompere, non c’è logica”. Brunetta esprime dubbi che sulla decisione abbia influito la gestione del partito: “Chi questo partito lo ha vissuto come Fitto, lo conosce come monarchico e anarchico: quando le cose vanno bene non ci sono obiezioni, e quando vanno meno bene se ne eccepiscono i metodi?”.

Quanto a Verdini, vale “quello che vale per Fitto: quando era lui a dettare legge sulla linea andava bene, ora che si è deciso di percorrere una strada diversa si rompe?”. Brunetta ne ha anche per il premier. “Renzi – tuona – è un pericolo per la democrazia, è assetato di potere, occupa tutte le caselle a portata di mano e fa del male al Paese. Prima cade e meglio è”.

a destra fitto e affianco denis verdini con la giacca a vento in mano

Romano: guardo al centro

“Ho sostenuto Raffaele Fitto che con me e altri ha condiviso una battaglia sulle regole dentro Forza Italia. Ma non ho mai pensato di appartenere a qualcuno. Posso rappresentare me stesso. C’è uno spazio per un’opposizione che marchi il centro e non abbia pregiudiziali nell’affrontare le riforme”. Così il deputato Fi Saverio Romano in un’intervista a Repubblica. “Restare ancora in Forza Italia? Vorrei capire se c’è ancora Forza Italia”. “Secondo me, non c’è più”. E riflette: “Forza Italia a differenza di Matteo Renzi fa finta di non sapere che le elezioni si vincono o si perdono al centro». «Sono interessato – sottolinea il deputato – all’evoluzione del quadro politico. Mi confronto con quello che accade. Oggi il centrodestra è guidato dalla destra lepenista di Salvini”.

Tajani: aperta fase costituente

Il vice presidente del Parlamento Ue Antonio Tajani sulla situazione nel centrodestra: Berlusconi ha aperto una fase costituente durante la campagna elettorale e gli elettori l’hanno capito. La vittoria di Toti” è “un grande segnale di rinnovamento”. “Un segnale analogo è arrivato dall’Umbria». Il risultato delle regionali, sostiene l’ex vice presidente della Commissione Ue “è un punto di ripartenza. Adesso dobbiamo metterci e lavorare, per quanto mi riguarda a luglio andrò negli Stati Uniti per studiare” il partito Repubblicano.

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

2 Commenti

  1. Giuseppe Bonura ha scritto:

    Tu brunetta sei con il culo x terra

  2. Carlo Sottile ha scritto:

    che si faccia politica . basta interessi personali e insulti. la politica non eì una parolaccia.

Lascia un commento