•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 8 maggio, 2014

articolo scritto da:

Europee, con gli scandali giudiziari Forza Italia rischia il tracollo

Secondo tutti i sondaggi Forza Italia è attualmente il terzo partito italiano, nettamente staccato sia dal Partito democratico di Renzi che dal Movimento 5 Stelle di Grillo.Stabilmente al di sotto del 20%, il partito dell’ex premier rischia di prendere una sonora batosta alle imminenti europee. Il notevole calo di consensi è determinato da una serie di fattori, divenuti ormai così endemici da rendere presumibilmente vana qualunque comparsata di Berlusconi in tv (negli ultimi giorni sempre più frequenti).

In primis pesa come un macigno il mancato ricambio generazionale: comandano ancora, di fatto, gli stessi dirigenti di tanti anni fa (quelli che sono rimasti), a cominciare dal plenipotenziario Denis Verdini. Per non parlare di Claudio Scajola, che ha borbottato fino a qualche giorno fa per avere un posto in lista per le europee e oggi si trova agli arresti, accusato di aver favorito la latitanza di un mafioso.

Ma, se è vero che il pesce puzza dalla testa, la vera assenza di un nuovo corso è incarnata dallo stesso leader, il 77 enne Silvio Berlusconi, condannato per frode fiscale e interdetto per due anni dai pubblici uffici.

Tuttavia, altre grane per l’ex premier potrebbero presto arrivare dalla magistratura. Senza tirare in ballo il caso Ruby, nel quale Berlusconi ha comunque già subito una condanna in primo grado, è il processo di Napoli sulla compravendita di senatori a far tremare i polsi all’ex Cavaliere. Sono di ieri, infatti, le dichiarazioni dell’ex senatore del Pd Paolo Rossi, che ha accusato di corruzione l’allora capo dell’opposizione. “In cambio del mio passaggio al centrodestra – ha detto Rossi –  l’ex senatore Antonio Tomassini mi offrì una somma di denaro che, mi disse, non avrebbe cambiato la vita del presidente Berlusconi, ma la mia sì”. La versione è stata confermata da Anna Finocchiaro.

In ogni caso, nonostante la fedina penale, Forza Italia pare non riuscire a recidere il cordone ombelicale con il proprio leader. A tal proposito basti vedere l’entusiastica reazione di una parte non certo minoritaria del partito alla sempre più probabile entrata in scena della figlia Marina, che niente sa e nessuna esperienza ha di politica. Dopo Berlusconi c’è solo Berlusconi.


Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

6 Commenti

  1. Samuel Zocco ha scritto:

    Però ha buone chance a Beirut.

  2. Mimmo Pappalardo ha scritto:

    O il compatto voto di reazione, contro il solito accanimento?

  3. Maurizio Sarti ha scritto:

    Finalmente, stanno manifestando la loro sostanza. Mi dispiace per quei pochi accaniti fans che ancora si aspettano qualcosa da loro e che vagano in trans ipnotico sintonizzati su di un’unica frequenza, quella di Mediaset.

  4. Antonio Oi ha scritto:

    Accanimento contro le larghe intese greganti-frigerio?

  5. Mirko Cecchini ha scritto:

    Ma figuriamoci, i loro elettori sanno benissimo di che pasta sono fatti, e li votano lo stesso nonostante (o proprio per?) gli scandali.

  6. Ignazio Piccione ha scritto:

    Mi sembra che il signor PRIMO GREGANTI(IL COMPAGNO G) non sia di FORZA ITALIA ma di PD(POVERI DEMENTI)

Lascia un commento