•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 29 giugno, 2015

articolo scritto da:

Cofferati rimpiange L’Ulivo e attacca “Nel Pd di Renzi prevale orizzonte neocentrista”

sergio cofferati in conferenza stampa con tutore

Cofferati, Civati, Fassina e Vendola sono i nomi da cui dovrebbe ripartire la costruzione di un soggetto politico forte di sinistra. Alle recenti critiche di Speranza verso Renzi si sommano quelle dell’ex leader della Cgil, che all’indomani delle primarie perse in Liguria contro Paita, è stato il primo a gettare la spugna uscendo dal Pd.

Cofferati concentra la sua analisi proprio sul partito da cui è fuoriuscito pochi mesi fa: “Il Pd si è allontanato dalle ragioni per le quali è nato e c’è una trasformazione costante del suo profilo che non può essere definito più un profilo di riformismo forte. Sui temi cruciali prevale un orizzonte neocentrista che porta all’oscuramento di alcuni valori: il valore sociale del lavoro, il progressivo indebolimento delle protezioni sociali soprattutto verso i più deboli”.

Cofferati: far nascere sinistra moderna

Sergio Cofferati parla così del Pd di Renzi, in un’intervista al Fatto Quotidiano. “Si sono aperti varchi nei quali si proietta la destra populista e che non trovano dall’altra parte una risposta in grado di coinvolgere e affascinare. Questo spazio deve essere assolutamente riempito da una sinistra moderna che abbia i valori di riferimento da cui far discendere delle politiche”.

primo piano di sergio cofferati nelle aule del parlamento europeo

“Ulivo esperienza da salvare”

Per Cofferati l’esperienza da salvare è stata l’Ulivo, una “fusione a freddo” costruita sull’idea di “riformismo forte” che “poteva rilanciare un’idea moderna di sinistra. Il passaggio al Pd, però, non conferma l’idea ulivista”.

Occorre costruire una nuova classe dirigente: “Io penso – aggiunge citando Mao – che sia la stagione dei cento fiori. Il tempo di lavoro è lungo. Se la discussione parte dal contenitore non si va da nessuna parte”. Per questo ritiene “sbagliato accelerare” e creare subito un nuovo partito: “Darebbe il senso che basti mettere insieme quello che c’è”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

64 comments
Giovanni Merli
Giovanni Merli

Può andare a fare in culo !!!! si accorge che il PD è una merda solo quando è lui a prenderlo in quel posto.......

Fernando Giannoni
Fernando Giannoni

Condivido quanto afferma Villa. Dico, inoltre, che lui se ne sta a Strasburgo eletto dal PD, sul quale sputa, ed essendosene andato non paga più le quote previste. Tutti paraculi!

Edgardo Favaloro
Edgardo Favaloro

Non solo è neo centrista ma anche neoliberista che è molto peggio!

Tore Puglisi
Tore Puglisi

Per tutti I SOMARI vorrei ricordare che l'Italia è una REPUBBLICA PARLAMENTARE RIPETO PARLAMENTARE non una Repubblica populista latinoamericana.Il Primo Ministro DEVE OTTENERE LA FIDUCIA DEL PARLAMENTO non esistono"investiture dirette" del popolo! La sostituzione di un Primo Ministro rientra perfettamente all'interno della dinamica PARLAMENTARE! Vorrei ricordare inoltre che anche alla fine degli anni '90 Prodi FU SOSTITUITO da baffino D'Alema na non ricordo che all'epoca si levarono grida di sdegno per questo avvicendamento

Giancarlo Cervoli
Giancarlo Cervoli

esattamente ciò che è successo con la presunta riforma della scuola:votata da 159 persone contro il parere di milioni di persone.un lavoro magnfico di rappresentanza.evviva.

Giancarlo Cervoli
Giancarlo Cervoli

complimenti per la tua tolleranza per le idee altrui;un vero democratico renziano.Quanto ai parlamenti in tutti i sistemi democratici vengono eletti per rappresentare gli elettori che si sono espressi con il voto.i parlamenti dovrebbero fare le leggi dopo averle discusse e dovrebbero controllare l'operato dei governi nell'interesse degli elettori.Si chiama democrazia:se poi vengono ridotti al rango di notabili e passacarte a botte di fiducia incondizionata,la democrazia diventa oligarchia (governo di pochi).

Antonio Rossi
Antonio Rossi

Quando uno HA FALLITO va a casa, lui con una montagna di soldi npur non avendo mai lavorato.

Tore Puglisi
Tore Puglisi

sinceramente rimpiangere COALIZIONI DI 13 PARTITI dove l'unico collante era ESSERE CONTRO Berlusconi (ma non avere un vero programma e orizzonte di governo),COALIZIONI AL CUI INTERNO C'ERA TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO DELL'ARCO PARLAMENTARE (DA BERTINOTTI A MASTELLA,A DINI) ... ANCHE BASTA GRAZIE! FILM VECCHIO E GIA' VISTO! #CofferatiDIMETTITIdall'Europarlamento

Valeria Nari
Valeria Nari

Io al posto di Cofferati mi vergognerei .

Ceccarelli Adelio
Ceccarelli Adelio

site tutti uguali ....ha voi campate stipendi da favole e vitalizi ..altre no è vostra competenza 30 di politica visto risultati sei una merda chi ti crede .............

Orlando Cervoni
Orlando Cervoni

E' vero bertinotti ha danneggiato l'Ulivo, ma il PD non ha mai vinto, perchè era un prendere o lasciare ed è stata una sommatoria di gruppi dirigenti DS e Margherita.

Orlando Cervoni
Orlando Cervoni

Non era difficile capire che il PD non portava da nessuna parte. Se invece di seguire la corrente si fosse seguito il ragionamento politico, il pd se lo facevano solo Veltroni e friends.

Trevisani Giuseppe
Trevisani Giuseppe

Cervoli, non dire cazzate!! Renzi non ha avuto un programma elettorale perché alle eleziono non c'è andato, in compenso c' è andato Bersani, che ha fallito clamorodamente, dopo di che a fare le larghe intese c' è andato Letta "l'immobole". Dove sta scritto che per fare il governo si deve essere eletti in Parlamento. E che il programma deve essere quello di un parlamentare?Molla il fiaschetto e vai a dormire che per te e già tardi!!

Trevisani Giuseppe
Trevisani Giuseppe

Si vai con i 5s sei um degno demagogo come loro!!! Purché tu stia lontano dal PD, traditore!!!

Trevisani Giuseppe
Trevisani Giuseppe

In quello che vorresti tu invece, prevale la nomenklatura del guru, di seconfa o terza fila:Raiclin!!

Fulvio Ugo De Lucis
Fulvio Ugo De Lucis

Sei un demagogo : nel PDR (partito di Renzi - ex Pd ) l'orizzonte è SOLO DI DESTRA

Sergio Lucia Giordano
Sergio Lucia Giordano

Ma quando lo capirete che in Italia la sola sinistra non potrà mai governare?Berlinguer l'aveva capito più di trent'anni fa.cercate di capire.

Carlo Branchetti
Carlo Branchetti

Il cocomero rosso distruttore di aziende ogni tanto esce dal limbo e rilascia le solite stronzate. Amico dei mortadella e degli affabulatori mascellari baresi indica la strada ,ma vai a cagare vai.

Pasqua Masellis
Pasqua Masellis

A questi qui le cose piacciono solo dopo che le hanno buttate giù

Enrico Procacci
Enrico Procacci

Voi affidereste i vostri risparmi, la vostra casa, di cui state pagando un mutuo, a questi populisti come Salvini,Grillo, Brunetta,Fassina e Civati?

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Dunque rimpiange l'Ulivo? Forse perché non riesce ad affossarlo come fece con quel partito?

Ernesto Sessa
Ernesto Sessa

Infatti l Ulivo fece tanto. ...soprattutto per i lavoratori. Ma vai a cagare.

Giancarlo De Luca
Giancarlo De Luca

Riccardo argomenta se ne sei capace altrimenti vai a fare in gulo!

Armando Villa
Armando Villa

ma qualcuno dica a Cofferati che credo si sia dimenticato che l'ulivo viene affossato da gente come lui,Bertinotti , e soci di una certa sinistra

Maffei Giuseppe
Maffei Giuseppe

volevo vedere se alle primarie avresti vinto se dovevi parlare cosi... a pensare che era segretario della nostra grande CGIL ...

Tommaso Magistretti
Tommaso Magistretti

Nessun complotto. Il governo italiano è stato messo su da FMI e dagli eurocratici ed ubbidisce a Draghi, non al popolo italiano. Nessuno ha mai votato quelli che abbiamo ora.

Giancarlo Cervoli
Giancarlo Cervoli

e no!un mandato elettorale è politico e si ottiene alle elezioni per il parlamento.la maggioranza PD in essere fa riferimento al programma di Bersani.il programma di Renzi non è passato attraverso gli elettori.Umiltà politica richiamerebbe prudenza,invece il nostro sembra governare col motto che il fine giustifica i mezzi,i suoi sistemi non sono proprio il massimo.E sfida tutti, il suo sogno di prendere voti al centro destra è già fallito.il problema è che nel frattempo perde i voti a sinistra.Così di seguito alle prossime elezioni il PD non va neanche al ballottaggio.

Francis Benedetti
Francis Benedetti

Sono d' accordo che il PD va verso un neocentrismo ma nostalgia dell' ulivo no proprio no caro il mio cinese sei una persona onesta unisciti al M5S