•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 1 luglio, 2015

articolo scritto da:

M5S ai piedi di Casaleggio: Loquenzi confermata capo comunicazione

ilaria loquenzi capo comunicazione alla camera del m5s

Quella per l’elezione del capo dello staff comunicazione del M5S alla Camera era una battaglia annunciata ed è durata mesi. Pochi giorni fa il voto, che contraddicendo il volere di Gianroberto Casaleggio, ha sfiduciato di fatto Ilaria Loquenzi. Ora il nuovo voto e la vittoria del deus ex machina del MoVimento: la donna di sua fiducia resta.

Mediazione riuscita

Una prova di forza di Casaleggio e Grillo: c’è chi definisce atto autoritario quanto accaduto. La realtà è che dalla scorsa assemblea è stato avviato dal direttorio e dai fedelissimi dei due padri fondatori, Manlio Di Stefano e Daniele Del Grosso su tutti, un tentativo di mediazione per ricucire lo strappo con i parlamentari del M5S. I più maliziosi sostengono sia stato intimato ai parlamentari “dissidenti” il rischio di bruciarsi la possibilità di un secondo mandato.

La lettera di Grillo e Casaleggio: “Assemblea deve solo ratificare”

Le decisioni, per quanto riguarda la comunicazione, sono affidate dallo statuto del Movimento allo staff di Grillo e quindi alla “Casaleggio associati”. All’assemblea il compito solo di ratificare la decisione assunta. La sfiducia votata alla scorsa assemblea è sembrata una sfida ai due fondatori. Una sfida accettata e vinta.

Grillo e Casaleggio, fondatori del M5S

 

Le due fazioni: pro-Casaleggio e anti

Il “caso Loquenzi”, almeno per quanto riguarda la nomina, può dirsi così chiuso. Sembra infatti inevitabile che i dissidi interni, di cui il caso ha rappresentato solo l’ultimo dei sintomi, possano riemergere nuovamente in futuro.

All’interno del M5S è in atto una vera e propria spaccatura: da una parte quelli che appoggiano incondizionatamente Casaleggio; dall’altra quelli che aspirano ad una sempre maggiore autonomia dalla direzione centrale di Milano.

Di Battista: “A Milano si ricorderanno di chi ha votato contro”

In fin dei conti la vicenda, al di là dello statuto interno del Movimento, sancisce ancora una volta il potere del guru informatico. Sembrano profetiche le parole pronunciate in merito da Di Battista dopo la votazione che aveva sfiduciato la Loquenzi: “Guardate che a Milano si ricorderanno di chi ha votato contro Casaleggio”. Parole che confermerebbero quanto sostenuto dai mal pensanti sul cambio di rotta nell’ultima assemblea.

Ridimensionate le ambizioni di Di Maio

Inoltre, dal “caso Loquenzi” escono ridimensionate le ambizioni di Luigi Di Maio. Si era posto a capo della schiera degli anti-Casaleggio per assurgere poi alla leadership del Movimento. Per ora resta dove sta. È smisurato il potere del manager milanese all’interno del M5S. Ma dopo tutto quella appena conclusasi sembra solo una battaglia di una lunga grande guerra.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

55 Commenti

  1. Fabio Locatelli ha scritto:

    W la democrazia diretta. Decidono solo i capi.

  2. Stefano Bianco ha scritto:

    Uno conta uno e gli altri un ca..o

  3. Leo DiGesù ha scritto:

    Proprietari. Si dice Proprietari in questo caso

  4. Piero Nanni ha scritto:

    credere, obbedire e ritrattare ….. agli ordini dei due ducetti Casaleggio e Grillo: evviva la democrazia grullina!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. Paolo Orrù ha scritto:

    Servi dei servi

  6. Carlo Candida ha scritto:

    Statuto o Non-statuto ,i padroni devono avere sempre ragione. Compresi quelli dell’azienda partitica M5S . Nessuno si sogni di essere in un regime comunistico sovietico. W sempre l’Ordine capitalista. E che cazzo !

  7. Lucio Laurenza ha scritto:

    Hanno spacciato per anni per democrazia diretta quello che invece è un partito di proprietà privata di 2 furbacchioni

  8. Stefano Silvestri ha scritto:

    hanno la ka$ta interna questi…

  9. Alberto Scagliarini ha scritto:

    De vulgari Loquenzi

  10. Alberto Scagliarini ha scritto:

    Original italian style

  11. Michele Paolillo ha scritto:

    Sempre a trovare il pelo nell’uovo…. beh se sono questi i problemi cosa sono quelli degli altri partiti….. tanto per ricordare le tangenti expo, mafia capitale, rimborsopoli lauree in albania e robaccia varia? State diventando ridicoli

  12. Umberto Hvalic ha scritto:

    di male in Casapeggio! la ragazza del capo?…

  13. Gabriele Giusto ha scritto:

    per un movimento che promuove la democrazia diretta questo è un problema, e pure bello grosso. quando è stata votata votata la loquenzi? e soprattutto, quando è stato votato casaleggio che si arroga certi diritti? ridicolaggine a 5 stelle.

  14. Roberto Travaglini ha scritto:

    chiamalo pelo!!!

  15. Anna Friscia ha scritto:

    Invece i capi della comunicazione degli altri gruppi parlamentari chi li sceglie? Accetto solo risposte documentabili

  16. Antonio Solazzo ha scritto:

    W la democrazia, uno vale tutti……..

  17. Stefano Capuzzo ha scritto:

    e certo quando il marcio è in casa loro si guarda sempre altrove

  18. Moscardi Fernando ha scritto:

    ora si,o un vu siete quelli bravi e democratici voi…ahahah

  19. Angelo Masia ha scritto:

    uno vale uno ma gli altri non contano un c…o

  20. Massimo Romano ha scritto:

    Ma una domanda sorge spontanea e forse apparentemente stupida; se un giorno saranno al governo chi comanderà ?

  21. Lidia Tamburello ha scritto:

    La verità è che tentano in tutti i modi di distrarci dall’unico slog…ehm…l’unico OBIETTIVO che conta, l’ ONESTÀ!
    Il resto è noia.

  22. Arcuri Adriano ha scritto:

    Detto da termometro politico è una vittoria aicuramente.

  23. Daniele Gabrieli ha scritto:

    Da Casaleggio Associati a Casaleggio Dissociati

  24. Roberto Odello ha scritto:

    la casta…

  25. Oscar Pelli ha scritto:

    Fascisti restano.

  26. Oscar Pelli ha scritto:

    Pensa agli onesti eletti con voi che se ne sono andati.

  27. Moris Bonacini ha scritto:

    demo – crazia o demo – nologia?

  28. Maurizio Ciottilli ha scritto:

    sticaxxi

  29. Arcuri Adriano ha scritto:

    Ma non era fascista?

  30. Arcuri Adriano ha scritto:

    Mi hai convinto voto m5s.

  31. Arcuri Adriano ha scritto:

    Anna perdi tempo con questi hanno la febbre alta, non hanno argomenti provati, e criticano a prescindere si vergognano di dire cosa votano ,non si può discutere con gente che rinnega le proprie idee, e non hanno argomenti se non cassleggio ass. Grillo comico blog , sembra un disco rotto . A volte penso che i commenti li faccia direttamente il computer , tanto che sono automi.

  32. Salvatore Caputo ha scritto:

    Uno vale uno…ahahahahaha

  33. Stefano Dalle Mese ha scritto:

    pensa, così onesti che il malloppo non lo restituiscono più… che perdita!

  34. Riccardo Cicero ha scritto:

    quindi la democrazia muore anche da loro? hai capito tu….. una testa un voto?? vabbe ‘ Cazzaleggio ha un capoccione…

  35. Camilla Santoro ha scritto:

    quanti TROLLS che condividono la SUDDITANZA DI PD E DEI PARTITI dalla MERKEL

  36. Gabriella Ledda ha scritto:

    Avete proprio gli attributi non c’è che dire…

  37. Aldo Casetta ha scritto:

    Anna Friscia Ha ragione in pieno!!!! Sono proprio TUTTI UGUALI !!!!!!! Tante chiacchere ma poi quel che conta è il cadreghino.

  38. Michele Paolillo ha scritto:

    Oscar pelli gli “onesti” di cui parli sono entrati in altri partiti e non hanno più dato nessun euro indietro…. praticamente sono diventati dei pigiatasti politicanti….

  39. Leonilde Gambetti ha scritto:

    Uno vale uno ma Casaleggio vale più di tutti. #democraziafasulla

  40. Emanuele Santini ha scritto:

    L’Italia ai piedi di renzi….che coglioni che siamo

  41. Fernando Giannoni ha scritto:

    Non è il pelo nell’uovo, è il partito, o movimento, padronale che colpisce. I parlamentari ogni tanto sembra che abbiano un sussulto d’orgoglio, poi tornano con la coda tra le gambe.

  42. Marco Monti ha scritto:

    Agli ordini badrone…

  43. Giuseppe Mangiacasale ha scritto:

    Come era la storia di uno vale uno? Qui mi sembra che una fa’ il cavolo che vuole…

  44. Francesco D'Angelo ha scritto:

    Uno talvolta non vale uno

  45. Guido Bezzeccheri ha scritto:

    e c’è chi vorrebbe far governare questa accozzaglia di cialtroni incapaci pure di votarsi un portaborse senza cadere nel ridicolo.

  46. Gabriele Dapporto ha scritto:

    Tutti uguali

  47. Valeria Nari ha scritto:

    I dittatori vincono sempre .

  48. Totò Romano ha scritto:

    Urlano, urlano, ma di fronte al capo …90 gradi. Se no niente ricandidatura, riferisce “sotuttoio” Di Battista.

  49. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    ! VALE 1

  50. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    E pensate, non è manco iscritto. Il nome dicasalercio non compare su nessun documento o atto di Mafia5$. Pure se facessero una legge sul conflitto di interessi, non gli farebbero niente. Tocca menargli di brutto.

  51. Gianna Fiacchini ha scritto:

    questo perchè nel movimento 5Stelle vige la democrazia……..

  52. Claudio Serreli ha scritto:

    ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahha dai fammi ridere…

  53. Dario Balducci ha scritto:

    Che vergogna!!

  54. Davide Budu Damonte ha scritto:

    Stefano Dalle Mese in effetti da quando sono usciti restituiscono di più di quando erano nel 5balle e non versano ad un fondo delle banche che presta alle aziende amiche di grillo e casaleggio, danno alle onlus, fatture alla mano…dovrebbero denunciarvi tutti, trascinarvi dalle vostre tastiere ad un vero tribunale e farvi cagare soldi a vita per le vaccate che diffondete…siete criminali diffamatori…e vi meritereste di toccare con mano in tribunale quale sia la verità. Con i giudici gli slogan del blog starebbero a zero.

Lascia un commento