•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 6 luglio, 2015

articolo scritto da:

Referendum Grecia: Prodi e Ciampi chiedono scelte coraggiose

referendum grecia romano prodi con la mano destra alta parla con dietro una bandiera dell'europa

“Non è più tempo di rinvii, l’ora è adesso: la Grecia sta scoppiando e se l’Europa non trova una soluzione, non è più credibile”. A parlare è Romano Prodi, ex premier nonché ex presidente della Commissione Europea, tra i padri dell’entrata nell’euro dell’Italia. Un Prodi che, intervistato da La Stampa, sottolinea: “Diciamo la verità, il risultato del referendum greco in queste proporzioni non se lo aspettava nessuno”.

Secondo l’ex premier, la soluzione alla crisi passa da Washington e Pechino: “americani e cinesi faranno di tutto per salvare l’euro”. E spiega: “Gli Usa e la Cina temono entrambi un evento deflagrante. Hanno paura che uno sfaldamento progressivo dell’euro provochi una nuova tempesta in tutto il sistema economico e politico mondiale. Ancora una volta, come è accaduto in Iraq, in Ucraina e in altri scenari, l’Europa vedrà condizionate le sue decisioni da spinte esterne”, l’ennesima dimostrazione che “l’Europa ha perso la sovranità su se stessa”. E riguardo a Pechino: “I cinesi sono interessati alla formazione di contrappesi al dollaro e sono convinti che l’euro sia di aiuto nel loro cammino”.

Ma per Prodi la soluzione radicale ai problemi dell’Europa è un’altra: “O realizziamo una autentica autorità federale europea, una Europa federale, con un governo e un Parlamento forti, oppure le forze nazionali, che sono diventate dominanti rispetto alle istituzioni comunitarie, ridurranno l’Europa a pezzi”. E spiega il deficit proprio col caso della Grecia che è potuta entrare nell’euro “perchè ha potuto ingannare vergognosamente sui dati reali della propria economia. Se ci fosse stata una forte autorità federale, probabilmente Atene non sarebbe mai entrata nell’unione monetaria, o sarebbe entrata ad altre condizioni”.

ciampi referendum grecia

Referendum Grecia, parla Carlo Azeglio Ciampi

Bisogna tornare a concentrarsi sulla “costruzione imperfetta basata solo sulla pur fondamentale gamba della moneta”, uno schema che “non può reggere”. A dirlo è il presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi, capo dello Stato dal 1999 al 2006 e Ministro del Tesoro nel primo governo Prodi, che portò ufficialmente l’Italia nella moneta unica.

Intervistato dal Sole 24 Ore, Ciampi indica tre priorità assolute: “crescita, occupazione, investimenti”. E bisogna smetterla di “rifugiarsi dietro l’esclusivo rispetto di vincoli di bilancio, quando assistiamo a fenomeni inquietanti come la crescente disaffezione dei cittadini europei nei confronti delle istituzioni e delle regole stesse dello stare insieme, contro la marea montante dell’euroscetticismo e l’affermazione di partiti che esplicitamente propongono ricette antieuropee”.

Da Ciampi nessun abbandono dell’Euro, che resta “un processo irreversibile”. Ma precisa: “non si può far gravare sulla Bce, di fatto l’unica istituzione europea veramente federale, la responsabilità di far fronte alla crisi con il solo strumento della politica monetaria. Occorre costruire in fretta un vero governo europeo dell’economia, occorre quanto meno stabilire un coordinamento delle politiche fiscali”. E attuare scelte “coraggiose, immediate che rientrano tutte a pieno titolo nel campo della politica, intesa nel suo significato letterale e più nobile”.

sondaggio legge elettorale

sondaggio legge elettorale

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

30 Commenti

  1. Riccardo Desantis ha scritto:

    Parlano due che non ne hanno mai azzeccata una…per favore…

  2. Walter Romanelli ha scritto:

    Scelte coraggiose! si riempono la bocca di queste parole, e crocifiggono sempre piu popolo ed economia! evviva il popolo Greco, nn si é pecorinizzato!

  3. Anna Colti ha scritto:

    prodi , stai zitto .. usciamo dall’ euro

  4. Francesco Guasconi ha scritto:

    La soluzione è solo quella dell’europa federale. Il resto sono solo chiacchiere.

  5. Daniele Marani ha scritto:

    Puttanate. …..sono crollati imperi ben più longevi nella storia….

  6. Tommaso De Falco ha scritto:

    Quando uno dei ” Padri fondatori ” dice che l’Euro è IRREVERSIBILE significa che chi c’è entrato non ne può più uscire !
    Come una PRIGIONE !

  7. Felice Galifi ha scritto:

    coglione siamo nella merda per colpa tua e l’ulivo del cazzo

  8. Vito Coppe ha scritto:

    Bisogna uscire l’ Europa non ha portato nulla solo miseria !!!!!!!

  9. Marco Morandi ha scritto:

    ecco hanno ragione, suicidatevi..

  10. Carlo Branchetti ha scritto:

    Fermatelo,porta sfiga.

  11. Giovanni Malkowski ha scritto:

    Di irreversibile c’è solo la morte. L’euro è un ectoplasma e una finzione, un castello di carte che farà molto fragore quando crollerà, ma nient’altro.

  12. Piero Corallo ha scritto:

    di irreversibile avete icervelli!!

  13. Flavio Donadello ha scritto:

    cioè, uscire senza pantaloni e mutande e camminare a quattro zampe…sì scelta molto coraggiosa!!!

  14. Marzia Torricelli ha scritto:

    Prendete lezioni da tsipras e varoufakis!

  15. Dave Ro Losetti ha scritto:

    vediamo tra un anno, eh? ti va?? Vediamo nel concreto a cosa porta questa scelta “con le palle”.

  16. Gaetano Fano ha scritto:

    questi due personaggi,peraltro ricchissimi e uno senatore a vita,devono chiedere almeno scusa ai cittadini italiani per averli gettati nel baratro.secondo me andrebbero processati e condannati a risarcire tutti i cittadini che sono morti non solo fisicamentema anche moralmente per essersi visti impoveriti dalla sera alla mattina.avessero al meno la dignita di tacere!

  17. Giancarlo De Luca ha scritto:

    Sì sì la sappiamo la favola dell’Europa politica delle cessioni di sovranità e de li mortacci vostri……

  18. Giancarlo De Luca ha scritto:

    Tra un anno potresti essere tu ad esser messo davanti ad una scelta simile a quella della grecia signor dave

  19. Antonio Izzo ha scritto:

    Che cazzo scrivi coglione

  20. Antonio Izzo ha scritto:

    Pappagallo

  21. Francesco Demare ha scritto:

    Solo la morte è irreversibile

  22. Paolo Basaglia ha scritto:

    Analisi corrette sia quella di Prodi che quella di Ciampi, nonostante le solite idiozie dei populisti nostrani.

  23. Matteo Busoni ha scritto:

    Irreversibile un cazzo!!!!

  24. Francesco Velluzzi ha scritto:

    Irreversibile come una malattia

  25. Michele Molinaro ha scritto:

    Basta leggere questi due post, per capire quanta ignoranza ce in giro. Consiglio di leggere la storia e lasciare da parte la partigianeria.

  26. Renzo Lidano ha scritto:

    L’ultima volta ci hai distrutto adesso per favore zitto

  27. Filippo Minacapilli ha scritto:

    Stiano muti…in Cina li avrebbero condannati

  28. Sandro Di Spigna ha scritto:

    ancora fiatano …

  29. Aldo Giulio Zangaro ha scritto:

    Qusndo ste cose sono richiedte da due servili cahadotto…oggi anche critici rispetto al loro stesso operato..economicamente criminale verso l’italia.un pensiero sorge spontsneo: ma sndstevene a affffannculooooooooooo bancarellari dell’italia svenduta che ci avete lasciayo !!!!!!!..e buonagiornata…cioe ..puzziate soffre sempre piu e sempre penosamente.

  30. Carlo Branchetti ha scritto:

    These are crazy. Mortadella ha la faccia come il c..o e il livornese padre putativo dell’euro discendente dalla categoria dei banchieri sparisca.Si diano una ragione e la smettano di romperci i bargigli con i loro consigli.

Lascia un commento