•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 9 luglio, 2015

articolo scritto da:

Comunicazione Pd, Renzi ed il partito perdono voti e share: pronta la nuova squadra

slide proiettata durante incontro tra renzi e deputati pd per analizzare criticità pd in tv

Comunicazione Pd, Renzi ed i messaggi inoltrati dai suoi in tv non funzionano più come prima. Dopo la curva dei voti, che ha visto in queste settimane il Partito Democratico in flessione, anche quella dello share sembra aver intrapreso la strada della discesa. Per questo motivo il premier e segretario Pd Matteo Renzi sarebbe pronto ad un vero e proprio rimpasto della squadra di punta per le ospitate in tv.

I deputati rimandati in comunicazione tv

I troppi volti inadeguati visti in televisione logorano il governo e quindi serve una buona squadra. Secondo quanto racconta Tommaso Ciriaco su Repubblica, infatti, il presidente del Consiglio non sarebbe soddisfatto della comunicazione dei suoi. Tra i rimandati ci sarebbero sia molti volti che fino a poco tempo fa erano praticamente in qualsiasi programma, come Pina Picierno, sia nuove leve della comunicazione Pd che però non sembrano soddisfare il quartier generale renziano, come Davide Faraone e Filippo Taddei. Secondo il retroscena de LaRepubblica, però, due sono gli esponenti bocciati sonoramente: Khalid Chaouki, reo di aver perso praticamente tutti i confronti tv con Matteo Salvini sul tema dell’immigrazione, e Francesca Puglisi, la responsabile dem per la scuola accusata di aver gestito malamente l’ospitata a Ballarò nei giorni più importanti della riforma.

renzi in versione coach per parlare della comunicazione pd

Comunicazione Pd, Renzi detta la linea: “Parlate di voi”

Al Pd di Renzi molti osservatori politici attribuiscono una buona comunicazione e sicuramente buona parte del merito è di Filippo Sensi, lo spin-doctor che gestisce tutta la macchina comunicativa nel Partito Democratico e anche di buona parte dell’esecutivo. Secondo Repubblica la fiducia di Renzi nei confronti di Sensi non sarebbe in discussione. Ma gli ultimi sondaggi e le difficoltà del governo su alcune riforme chiave, come scuola e Senato, non ammettono passi falsi sotto il punto di vista della comunicazione. Stop alle improvvisazioni: “State attenti ai dettagli perché i vostri interventi diventano pillole virali sul web –avrebbe tuonato Renzi- Quando andate in televisione dovete raccontare la vostra esperienza. Parlate in prima persona”. Insomma, il premier marcherà stretto tutti coloro che dovranno andare in televisione.

“Basta mostrare il nostro partito diviso”

Piuttosto declinate l’invito”. Il premier avrebbe anche detto ai suoi di non andare in trasmissioni assieme agli esponenti della minoranza del Pd, per evitare di mettere in mostra le divisioni nel partito. Il retroscena svelato da Repubblica racconta di una Alessia Rotta, la deputata che affiancherà Sensi nella gestione della nuova comunicazione Pd, particolarmente infastidita dalla continua presenza nei talk della minoranza dem: “In alcune trasmissioni parlano sempre e solo loro. Così è difficile far passare il nostro messaggio”.

Ecco la possibile nuova squadra

Tuttavia, si continuerà a fare affidamento sul blocco che sembra aver passato il test-Renzi. Se nell’esecutivo Boschi, Padoan e Gentiloni sono sicuri del posto nella nuova squadra della comunicazione renziana, anche nel Pd qualcuno è stato promosso a pieni voti: Matteo Orfini e Lorenzo Guerini sono le arieti da sfoggiare nei talk di prima fascia, il capogruppo Pd alla Camera Ettore Rosato sembra a suo agio negli spezzoni dei tg, mentre sono in rialzo le quotazioni di Ernesto Carbone e Simona Malpezzi. Nelle trasmissioni più “estreme” dovrebbe continuare ad andare Emanuele Fiano, mentre per quel che riguarda Piazzapulita, il programma meno amato da Renzi e dai suoi, Andrea Romano continuerà ad essere uno dei pochi autorizzati ad entrare in casa di Corrado Formigli. Pronte anche lezioni di tv-coach e simulazioni di ospitate: si torna sui banchi, per imparare a comunicare.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

10 comments
Alberto Tosetto
Alberto Tosetto

giusto le palle totali di lega e m5s che spendono milioni di euro PUBBLICI solo per infamare e sparare stronzare vanno contrastate. In fondo il foverno renzi è quello che ha fatto di più di tutti gli ultimi 10, va difeso.

Dario Cafiero
Dario Cafiero

Orf...ahahahahahahahahahahahahhaahahhahahahahahhahahahahahahahahhahahahahahahahahhahahahahahahahahhahahahahahhaahhahahahahahahahahahahahahahahhahahahahahahahahahahahahhahahahahahahahahahhahahahahahahahahha (continua...)

Daniele D'Orazio
Daniele D'Orazio

Ogni volta che parla Chauki contro Salvini sono vagonate di voti in più per la Lega

Luke Ndoci
Luke Ndoci

Che succede? Renzi sta perdendo lo smalto.? E' incredibile ma partono tutti in quarta, Monti, Letta ,Renzi.. e poi alle prime salite si fermono. Secondo me non mangia il panettone.

Mario Lanata
Mario Lanata

E se fosse il prodotto ormai conosciuto e provato, a denunciare qualche limite?

Amedeo Franchi
Amedeo Franchi

È dai tempi di veltroni che il PD fa cagare con la comunicazione. E cioè da sempre. Ma il migliore sarà sempre bersani in bianco e nero che comunica stanchezza.