•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 13 luglio, 2015

articolo scritto da:

Il referendum cambia riforme, Civati: “Entro settembre la raccolta firme”

comunali roma, civati pronto a sostenere ignazio marino

Sistema elettorale, scuola, trivellazioni e lavoro. Sono questi i temi del referendum proposto da Pippo Civati, fuoriuscito dem e fondatore del movimento ‘Possibile’, con una raccolta firme già avviata e che dovrà concludersi entro il 30 settembre.

Questa settimana, annuncia sul suo blog l’ex pd, saranno presentati alla Corte di Cassazione i quesiti che verranno posti, previa raccolta di 500 mila sottoscrizioni, al vaglio della consultazione popolare. Se i termini verranno rispettati entro il 2016 ci sarà il voto.

“Sono quesiti che abbiamo elaborato con le nostre forze e il contributo di alcuni esperti – scrivono Civati e il costituzionalista Andrea Pertici su possibile.com – sempre con un lavoro artigiano e volontario, ma anche attento e generoso. Li mettiamo a disposizione di tutti, per una valutazione di merito, pronti ad accogliere i suggerimenti e le osservazioni che verranno”.

Ecco i contenuti dei singoli quesiti referendari.

Sulla riforma elettorale Civati e i suoi chiedono una introduzione del sistema maggioritario che giudicano “la più coerente con una scelta di governo da parte dei cittadini”.

Attenzione puntata anche alle grandi opere e alle trivellazioni, quest’ultime “rinvigorite” dallo Sblocca-Italia. “Su questo tema – spiegano su possibile.com – abbiamo elaborato con la collaborazione di Green Italia e di alcuni esperti, tre quesiti (su uno dei quali c’è anche piena convergenza con l’iniziativa delle Regioni), a conferma che per noi l’ambiente è la chiave per una riconversione ecologica dell’economia e quindi per lo sviluppo”.

civati possibile

Altro nodo di Gordio è il Jobs act “che contiene regole addirittura in contrasto con il programma con cui lo stesso PD si è presentato alle elezioni” scrivono Civati e Pertici aggiungendo che: “Non c’era certo bisogno – tanto più dopo gli interventi della Fornero – di indebolire ancora la tutela dei lavoratori dai licenziamenti illegittimi. Né era pensabile che si arrivasse a poter stabilire il demansionamento dei lavoratori per mere esigenze di riorganizzazione aziendale”.

Ultimo quesito é quello dedicato alla riforma della scuola. Un istituzione alla mercé della guida del dirigente secondo i promotori del referendum che parlano di “ una ‘scuola del preside-manager” e criticano i provvedimenti scritti “con un occhio (o anche tutti e due) di riguardo per le scuole dei quartieri alti”.

Stretta sui tempi per la raccolta firme.

“Se entro il 30 settembre le firme necessarie non fossero raccolte – avvertono i promotori dell’iniziativa sul blog – il referendum sarebbe a forte rischio” anche considerata l’ipotesi di una fine anticipata della legislatura.

Di qui l’appello al coinvolgimento di “quei cittadini che noi vogliamo si pronuncino direttamente su questioni mai sottoposte loro, in nessun programma elettorale”.

Marianna D’Alessio

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

11 Commenti

  1. Vittorio Cobianchi ha scritto:

    Ma basta.

  2. Giancarlo De Luca ha scritto:

    Giusto per essere chiari vogliono le coalizioni sono pronti a tornare dal loro padrone piddino

  3. Bambino Alberto ha scritto:

    Ma si, avanti, altro giro, altro regalo…

  4. Sauro Ernest Ricci ha scritto:

    Le firme sulle cambiali mettete voindel PD avete distrutto una nazione in 20 anni

  5. Gianna Orofino ha scritto:

    Civati chi???

  6. George Ross ha scritto:

    Io non votero,’ perché siete tutti uguali, promettente è poi non mantenete la parola !!! Lo fate solo per i vostri interessi personali !!!

  7. Pietro D'Ambrosio ha scritto:

    la cosa interessante è che con un referendum abrogrativo di fatto questi signori porterebbero tutto verso un sistema proporzionale purissimo… 😀

  8. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Civati ha detto uma imbecillita’ la riforma è stata appena approvata e deve restare così com’è,quidi che vada a nascondersi com gli altri traditori del PD.

  9. Valeria Nari ha scritto:

    Civati è un incapace ,un sig nessuno ,come i 5S preferisce fare caos ma non assumersi nessuna responsabilità . Faccia un partito con Vendola ,Fassina e compani almeno si eliminano da soli .

  10. Stefano Angeli Innocenzi ha scritto:

    ma scusate perche’ l’italicum nn e’ un maggioritario?

  11. JDgirge ha scritto:

    i cinque stelle non fanno caos. Difendono anche te di fronte a persone senza scrupoli

Lascia un commento