•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 14 luglio, 2015

articolo scritto da:

Scanzi scrive a Dagospia per demolire L’Unità e Renzi

Andrea Scanzi volto

Il giornalista Andrea Scanzi prende di mira la nuova Unità. Al centro delle critiche la pagina delle lettere curata dal premier Matteo Renzi definita da Scanzi “imbarazzante”.

Lettera di Andrea Scanzi a “Dagospia”

Caro Dago, nel mio romanzo “La vita è un ballo fuori tempo” mi sono divertito a inventare un quotidiano (“La Patria”) eccessivamente e insopportabilmente filogovernativo, che straparla di ottimismo e speranza, bene e positività, e che si riduce a pubblicare tutto quello che desiderano il Premier Bacarozzi e la Ministra delle Riforme del Bene Elena Pia Bozzo. Credevo di avere esagerato, ma ho subito cambiato idea quando ho visto l’attuale Unità. La realtà, del resto, supera quasi sempre la fantasia (e la farsa). Soprattutto in Italia.

Mario Giordano sul Giornale e Daniela Ranieri sul Fatto hanno ampiamente crivellato l’imbarazzante pagina delle lettere curata da Renzi su L’Unità, una roba al cui confronto Zdanov era illuminato e il Minculpop era sin troppo tollerante. C’era persino un lettore (come no) che rimpiangeva la chiusura di Europa, perversione che verosimilmente prova soltanto Stefano Menichini (che magari era pure l’autore della lettera sotto pseudonimo).

Renzi, al cui confronto il mio Bacarozzi – per quanto tronfio e ridicolo – assurge a statista, risponde ai fans con la nota pochezza di cui è goffamente intriso: cita Califano (“Tutto il resto è noia”), difende la riforma della scuola ed esorta a mangiare gnocco fritto perché lui lo fa sempre e neanche è ingrassato (deve avere degli specchi molto misericordiosi). Il contenuto politico di Renzi è quello di un fan ripetente dei Righeira, che per darsi un tono ha imparato a memoria qualche testo a caso di Eros Ramazzotti. Poveraccio.

Appartengo ai tanti che, negli anni Novanta, compravano L’Unità anche solo per non perdersi nemmeno un numero della rubrica in prima pagina di Michele Serra. Ho ancora la raccolta vhs dei film scelti da Walter Veltroni (e persino gli album Panini, ebbene sì lo confesso). In tanti hanno scoperto Marco Travaglio con la sua rubrica sull’Unità. Era un giornale molto bello, almeno fino alla direzione di Antonio Padellaro. Poi, inesorabile, la slavina. Il crollo. Ecco: L’Unità attuale riesce nel risultato apparentemente impossibile di peggiorare il livello già miserrimo degli ultimi anni.

E’ una Pravda involontariamente comica, che sembra scritta e ancor peggio concepita dal ghostwriter di Pina Picierno. In una pagina si parla di “ripresa”, in quell’altra di “ottimismo”. Pare un raggelante mix tra una frase-Smemoranda di Farinetti, una strofa minore di Jovanotti e i baci Perugina. Però peggio. Molto peggio. Non stona, in tal contesto, qualche articolessa dei pretoriani debole del già debolissimo Renzi, tipo l’hooligan del niente Francesco Nicodemo, che prima della vittoria del “no” al referendum greco maramaldeggiava contro Tsipras sicuro che avrebbero vinto i “sì”: certa gente ha un talento accecante per non beccarne una, neanche per disgrazia.

Il buon Massimo Gramellini, non senza affetto, mi ha rivelato giorni fa di avere provocatoriamente proposto il mio nome ai nuovi capi de L’Unità come direttore. Sarei stato, secondo lui, un buon agitatore e provocatore, in grado di trasformare quel giornale in una sorta di “Foglio di sinistra”. Ovviamente nessuno me l’ha proposto (sarebbe stato come chiedere a Zeman di allenare la Juve) e, in ogni caso, non ne sarei stato minimamente in grado. Non ho né la voglia né il talento per farlo. E – soprattutto – neanche ci penso a lasciare Il Fatto, l’unico giornale in cui posso e potrei scrivere (in assoluta libertà). Devo però anche dire che, visto il risultato finale, fare peggio sarebbe stato impossibile. Persino Rondolino avrebbe volato più alto (forse).

Il mio – e non solo mio – dolore autentico nel vedere com’è ridotta L’Unità attuale è acuito dal fatto che, in quel giornale, scrivono qua e là giornalisti dotati e meritevoli di ogni fortuna, solo che vengono travolti pure loro dalla smisurata pochezza del contesto generale. PIù che un quotidiano dalla nobile tradizione, L’Unità sembra oggi un covo di bimbominkia renziani fuori massimo. E non lo scrivo certo con gioia. La direzione attuale pare quasi bearsi di non essere mai stata intaccata da qualsivoglia desiderio di onestà intellettuale: povera Unità, povera “sinistra”. E più che altro povero Antonio Gramsci.

 


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

130 comments
Tiziano Tumiatti
Tiziano Tumiatti

Lui demolisce tutti quelli che non hanno il suo codice fiscale

Francesco Brancato
Francesco Brancato

Scanzi da giovane giornalista promettente si è trasformato in una macchina lanciasterco. Apre bocca solo per insultare, il che gli conviene dato che se prova a esprimere concetti suoi ci si rende conto della sua pochezza. La parabola discendente del giornalismo italiano sembra non avere fine.

Renzo Zini
Renzo Zini

Scanzi è un giornalaio in fallimento

Dino Napoli
Dino Napoli

X un certo sandro. Tu sei un emerito stronzo. Chi cazzo ha chiesto il tuo parere da ebete grilliota

Luigi Tasca
Luigi Tasca

Il Fatto Quotidiano vende 50.000 copie al giorno. Non mi sembrano grandi risultati. Aggiungo che la letterina la scrivevo meglio io in terza media, ma vabbè Scanzi è un grandissssssssimo giornalista, futuro premio Pulitzer probabilmente

Sandro Bellisario
Sandro Bellisario

hahaha aspetta e spera.... sono 2 grandi giornalisti ma tu non capisci un cazzo...

Alessandro Carli
Alessandro Carli

Se penso che questa merda di giornale e relativi giornalisti li manteniamo noi mi si accappona la pelle

Andrea Sarto
Andrea Sarto

Scanzi a parte... Se il lancio dell'Unita avviene con l'enciclica del Papa significa che qualche cosa è successo da Gramsci a oggi...

Antonio Cortese
Antonio Cortese

Se lo scrive Scanzi un giornalista che tutto il mondo (del circo) ci invidia allora possiamo stare sicuri... che è una grandissima minchiata

Fiammi Lo
Fiammi Lo

Quando il livore per un libro con scarse vendite fà vomitare veleno....

Dino Napoli
Dino Napoli

Scanzi e TraRaglio si demoliranno da soli. Ancora un pò di tempo.

Aldo Di Fronzo
Aldo Di Fronzo

Non state a preoccuparvi...... State sereni.....fra poco arriveranno ...... Il giullare ligure e i suoi seguaci che in un batter d'occhio risolveranno tutti i problemi degli italiani.....

Flavio Lotti
Flavio Lotti

Concludi la tua lettera con un "Poveri tutti" (quelli dell'Unità). Manca un altro "povero"....... Povero Narciso Scansi. Potresti anche scrivere bene, ma TI PIACI TROPPO (in tutti i sensi).

Angelo Occhipinti
Angelo Occhipinti

Scanzi ha sempre bisogno di insultare qualcuno come la Picierno che avrà le sue ma non c'entra nulla nella discussione. Per lui fare giornalismo é questo per me no.

Vito Casale
Vito Casale

Risultato? Il Pd vince le elezioni. Avanti così scanzi!

Omar Polaris
Omar Polaris

Pover'uomo. Continui pure a scrivere per la sua "Pravda", quella del M5S, ma non pretenda di dare lezioni di obiettività

Omar Polaris
Omar Polaris

Pover'uomo. Continui pure a scrivere per la sua "Pravda", quella del M5S, ma non pretendad

Claudio Sarrini
Claudio Sarrini

scanzi chi? quello che mette in bella copia quello che scrive taleggio-casaleggio?

Gianni Gavin
Gianni Gavin

massimo hai problemi? curati, quando dico che siete piddini medi italici intendo pidioti italici.

Massimo Giachino
Massimo Giachino

Gavin, fanatico grullino lobotomizzato, non hai mezzo argomento... inizia a ragionare con la tua testa e a non mandare il cervello all'ammasso dal guru al pesto.

Gianna Orofino
Gianna Orofino

Scanzi non ne hai azzeccato una, abbassa il tuo ego invidioso . viva l'unità

Lorenzo Berto
Lorenzo Berto

Andrea Scanzi: L'uomo, il giornalista, il motore immobile dell'universo.

Aldo Di Fronzo
Aldo Di Fronzo

Condivido, anche se debbo dire sempre infelici non direi..... visto che ci sono tanti "bonaccioni" (mettiamola così solo per non essere poco educato) che credono alle loro fandonie o per meglio dire alle favole...... (Sempre e solo per non dire parolacce)......

Vincenzo Nigro
Vincenzo Nigro

Dagospia /Scanzi una bella accoppiata di cacca molle.

Valeria Nari
Valeria Nari

Scanzi come Travaglio vedendo crollare le vendite del fatto si incattiviscono ,poveretti , STATE SERENI!!!

Giancarlo Penasa
Giancarlo Penasa

Scanzi che problemi hai ? Di soldi ? Di cuore ? Di sesso ? O di testa. Cmq curati e non rompere le palle

Maurizio Caravaggi
Maurizio Caravaggi

Artemisia, il fatto non prende contributi statali e comunque si sta parlando di Scanzi e dei suoi attacchi all'Unita'. Tutto sommato non mi sembra che sia piu' dolce col Giornale, Libero, Foglio, etc...

Giorgio Cittadini
Giorgio Cittadini

Scanzi: \U0001f4a9\U0001f4a9\U0001f4a9\U0001f4a9...la Picerno se lo magna e se lo ricaca...\U0001f602\U0001f602\U0001f602

Melina Pitari
Melina Pitari

Cosa ci si può aspettare dallo sfascista esti -Scazzi.

Giovanni Perilli
Giovanni Perilli

A volte non lo capisco, uno bravo come lui potrebbe avere successo anche senza intestardirsi sulle solite; sembra essere ossessionato da Renzi, gli manca B, e tutta la sua rabbia la scarica sul PD, e sulla Picierno poi... ma quello che non mi piace, anche se a volte dice delle verità, e quel suo modo, un po' spocchioso, e quando si parla di donne, anche vagamente maschilista.

Romano Fedi
Romano Fedi

C'era un proverbio: forze c'è ancora. Dio ce ne SCANZI e LIBERI!!!!

Stefano Sedda
Stefano Sedda

Dico solo una cosa a scanzi : brutta bestia l'invidia

Marcella Camarca
Marcella Camarca

Proprio un giornale lecchino pro renzi ad oltranza, uno schifo!

Gianni Gavin
Gianni Gavin

trovo male che per anni si è ciucciata soldi pubblici, quindi anche miei, non solo l'unita, anche altri giornali parassitari.

Carlo Santaroni
Carlo Santaroni

io mi preoccuperei se fossi nel truccato scanzi delle statistiche di vendita del suo giornale....