•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 15 luglio, 2015

articolo scritto da:

Iran, Mogherini esulta: “UE tra principali beneficiari di questo accordo”

mogherini nucleare iran

“Sono convinta che l’Unione Europea in particolare abbia un grande interesse in quello che succederà da adesso in poi. Siamo i più vicini all’Iran geograficamente e storicamente, condividiamo millenarie radici culturali, siamo stati il loro primo partner commerciale. E condividiamo una regione, quella mediorientale, che è in fiamme. Credo che l’Europa sia uno dei beneficiari maggiori di questo accordo, che è positivo per tutto il mondo”. Esulta Federica Mogherini, Alto rappresentante Ue per la politica estera e la sicurezza, in merito all’accordo nucleare tra Iran e gruppo dei 5+1.

Intervistata dal Corriere della Sera, la Mogherini spiega: “L’accordo è una vittoria globale su tre livelli”. Il primo è “quello della non proliferazione nucleare: quindi stabilità e sicurezza per la regione”. E sul punto cerca di tranquillizzare i principali detrattori, come Israele: “Dovrebbero pensare alle conseguenze che avrebbe avuto un annuncio di segno opposto: avremmo una escalation militare ingestibile nella regione con effetti drammatici per le sue popolazioni e negativi per l’Europa”. E, contattata anche da Repubblica, aggiunge: “A Israele chiedo di avere fiducia. Non nei confronti dell’Iran. Ma verso quella grande parte del mondo che ha lavorato a lungo per un accordo che ha sottoscritto in modo compatto. Anche per la sua sicurezza”.

nucleare iran mogherini

Nucleare Iran, la soddisfazione di Lady Pesc

Riguardo agli altri due livelli, Lady Pesc chiarisce: “è un investimento sulle giovani generazioni iraniane, che oggi salutano con entusiasmo la notizia”. Il terzo punto è” la dimensione regionale e internazionale: il capitale politico speso in questo esercizio porterà dei dividendi per una leadership iraniana che ha scommesso sul dialogo, sulla cooperazione e la trattativa, assumendosi una responsabilità importante”. E poi guarda sul medio termine: “Se da domani Teheran cominciasse a investire in nuovi rapporti con i Paesi vicini, basati sull’idea della fiducia e sostenuti dalla comunità internazionale, il Medio Oriente e il mondo potrebbero essere diversi da qui a 10 anni”.

L’attacco di Raggi al governo – CLICCA IL VIDEO

L'attacco di Raggi al governo

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Salvini: "Il centrodestra è morto". Secondo voi il segretario leghista ha...

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

Qui si fa il Jobs Act o di muore

Qui si fa il Jobs Act o di muore

articolo scritto da:

3 comments
Erik Zucchi
Erik Zucchi

Macche' tanica do petrolio...l'italia prima delle sanzioni era il più grande esportatore in Iran. Si riaprono opportunità commerciali enormi per il nostro paese. Perché guardare tutto con negatività?

Gino Stefanini
Gino Stefanini

Siamo alla pazzia, tutto per una tanica di petrolio.a non importa, ormai siamo fottuti.