•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 17 luglio, 2015

articolo scritto da:

Sondaggio SWG: crescono M5S e PD, calo per le opposizioni di cdx (17/07)

Sondaggio Swg 17 luglio 2015, una migliore classe dirigente e più partecipazione possono aiutarci ad uscire dalla crisi

Sondaggio SWG 17 luglio 2015: settimana positiva per il Movimento 5 Stelle e il PD, calano le opposizioni di centrodestra. Come uscire dalla crisi? Per gli italiani meno tasse, più attenzione ai poveri, una classe dirigente migliore e più partecipazione.

Come ogni settimana, venerdì 17 luglio l’istituto SWG ha diffuso il report con quesiti di natura politica e le intenzioni di voto dell’elettorato italiano.

Sondaggio SWG: le intenzioni di voto, PD al 34,6%, M5S al 24,4%, Lega al 15 e Forza Italia al 12,1%

Partendo da queste, rispetto alla rilevazione precedente espandono il loro consenso di 0,6 punti il Partito Democratico (ora al 34,6%), il Movimento 5 Stelle (24,4%) e il Nuovo Centro Destra (3,6%), coalizzato con l’UDC in Area Popolare. Le opposizioni di centrodestra risultano tutte in calo, da Forza Italia che lascia sette decimi e scende al 12,1%, alla Lega Nord che cede mezzo punto e si ferma al 15% tondo, passando per Fratelli D’Italia, oggi stimato al 3,8% (-0,1).

Tutti gli altri partiti restano sotto il 3%, quindi esclusi dal parlamento con la nuova legge elettorale Italicum – applicabile dal 1° luglio 2016 – compreso SEL, che secondo SWG raccoglierebbe poco più del 2% dei consensi espressi.

Sondaggio Swg 17 luglio 2015, intenzioni di voto: PD 34,6 M5S 24,2 Lega 15 Forza Italia 12,1%

Sondaggio SWG: cosa fare per lo sviluppo del paese?

I quesiti politici si concentrano sulle misure e sui prerequisiti che gli italiani ritengono importanti per garantire lo sviluppo del paese.

Nella prima slide vediamo alcune aree di intervento indicate come importanti: in primis una drastica riduzione delle tasse (87%), dunque maggiori politiche a tutela dei deboli (81%) – domanda che mi sorge spontanea: in che modo è possibile garantire entrambe le cose? – e anche meno monopoli per permettere più iniziativa privata (77%).

Sondaggio Swg 17 luglio 2015, gli italiani per lo sviluppo del paese chiedono meno tasse e più attenzione ai poveri

Per uscire dalla crisi, inoltre, gli italiani credono che ci sia bisogno di una classe dirigente fatta dai migliori (86%) e più partecipazione della gente (85%). Il decisionismo e il leaderismo, talvolta invocati come possibile soluzione ai mali del paese, incontrano le speranze del 51% degli italiani, dietro ad altre istanze considerate come prioritarie.

Sondaggio Swg 17 luglio 2015, una migliore classe dirigente e più partecipazione possono aiutarci ad uscire dalla crisi

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

17 Commenti

  1. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Dopo tutto quello che stanno distruggendo e i reati che stanno commettendo quelli del PD, non è possibile che possa ancora crescere, nonostante la stupidità e l’intorpidimento mentale, causato da voi media asserviti, della maggioranza degli italiani.

  2. Liliana Vasquez ha scritto:

    ma come fa a crescere il pd? o i sondaggi sono falsi o gli italioti superano (numericamente parlando) di gran lunga gli italiani

  3. Andrea Percoco ha scritto:

    come fa il pd a crescere sempre?

  4. Emanuele Martini ha scritto:

    governa decentemente

  5. Andrea Percoco ha scritto:

    si e gli asini volano

  6. Emanuele Martini ha scritto:

    ahahah fa sempre ridere che la gente commenta ma come fa a crescere il pd…

  7. Claudio Stella ha scritto:

    Secondo me dare del coglione e del minorato mentale a chi vota diversamente da noi non è il modo migliore per intavolare un dibattito politico

  8. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    la crescita (dove?) del 5$ è solo protesta, lo zoccolo duro sono due milioni scarsi di voti, al 2018 non ci arrivano, soprattutto se diventano legge il conflitto di interessi e l’articolo che vieta la pubblicità sui siti di quella sui partiti.

  9. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    nono, siete pochi voi grilloloidi, fidati.

  10. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    perchè, leggendo i commenti sgrammaticati, pieni di xenofobia, totale ignoranza in economia ecc. tu che idea ti fai dei grilloloidi?

  11. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    è un fatto antropologico, naturale.

  12. Francesco Cekko Cassese ha scritto:

    PD: passi lunghi e ben distesi e levatevi dai cosiddetti (ma è facile: vi arrestano un giorno sì e un giorno pure… 😉 Non ci vorrà ancora molto. )

  13. Liliana Vasquez ha scritto:

    se sei contento di questa classe politica , di quanto ruba e quanto è disonesta e corrotta puoi benissimo continuare a sostenerla

  14. Liliana Vasquez ha scritto:

    meglio ” grilloloidi” ( come dici tu ) onesti che pdini corrotti ladri e disonesti

  15. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    1 non sono piddino ma referendario. 2 il 5$ è una farsa, casaleggio associati è sul libro paga di j.p. morgan (vedi enamics, felice sasson ecc.) 3 me ne sono andato dal 5$ nel 2012 dopo l’espulsione di Tavolazzi e il boicottaggio ai referendum antikasta.

  16. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    tutt’al più sono incensurati… l’onestà, quella intellettuale, è un’altra cosa.

  17. MarioMartinello ha scritto:

    Adesso ho capito tutto mi sento ILLLLLLLLLLUMINATO     grazie per avermi acceso una lampada

Lascia un commento