•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 21 luglio, 2015

articolo scritto da:

Sia Lega che De Magistris contro gli annunci di Renzi in materia fiscale

a sinistra renzi e a destra salvini

“Annunci, annunci e ancora annunci è imbarazzante il trionfalismo di Renzi nel comunicare che taglierà le tasse quando è proprio lui che le ha imposte. Non abbasserà la pressione fiscale perché il suo è il governo delle tasse, ha rimesso l’Imu sulla prima casa che avevamo tolto noi, impone l’Imu agricola, la Tari, la Tasi, ha aumentato le accise e la tassazione sui risparmi. Alle sue balle da assemblea Pd, noi contrapponiamo i numeri da spavento delle tabelle del Def. Nel 2014 alla presentazione della legge di Stabilità aveva annunciato un taglio della tasse per il 2015 di 18 miliardi di euro. Nella realtà, che è quella che conta, i dati lo smentiscono: la pressione fiscale rispetto all’anno scorso è aumentata”.

All’attacco del capogruppo della Lega Nord alla Camera Massimiliano Fedriga si aggiungono le parole del segretario federale Matteo Salvini: La “rivoluzione” di Renzi? Promette di togliere la tassa sulla prima casa, che hanno messo loro. Eliminare l’IMU sui terreni agricoli, che hanno introdotto loro. Abbassare Irpef, Ires e Iva, che hanno aumentato loro. Più che una rivoluzione, a me sembra l’ennesima ‘renzata’ di un chiacchierone!.

renzi sul palco dell'assemblea pd

De Magistris “Renzi è furbacchione, ma ora non ci fa più fessi”

“Renzi è un mattacchione e un furbacchione, ma ora non ci fa più fessi”. Le esternazioni sono del sindaco di Napoli Luigi De Magistris nel corso di ’24 Mattino’ Alessandro Milan su Radio 24. Il riferimento è al taglio delle tasse annunciato dal premier. “Sono anni che i comuni subiscono tagli. Anche quando Renzi fece l’operazione degli 80 euro, in realtà fece un taglio di risorse ai comuni. Ora fa una tipica propaganda berlusconiana dicendo ‘taglio le tasse’, poi le caricherà sui Comuni. Io non ci credo più. Nel 2015 e 2016 solo a Napoli Renzi ha tagliato 350 milioni di euro. Renzi sta creando da noi una piccola Grecia, ci sta strangolando ogni giorno così poi i sindaci devono tagliare i sevizi ai cittadini. Lui è stato sindaco e all’inizio mi aspettavo un approccio diverso, invece vedo la peggiore tradizione dei governi liberisti degli ultimi anni, con più propaganda”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

2 comments
Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

si potrebbe fare solo privatizzando la spesa sociale: devoluzione del tfr alle polizze integrative pensione obbligatorio per tutti (adesso è facoltativo) abolizione del ticket sanitario regionale e del contributo inail (ente da trasformare in partecipata e gettato nella mischia del mercato assicurativo) e sua sostituzione con assicurazione sanitaria. Potrebbe andare a regime in una decina di anni, tenendo conto del tasso di mortalità e applicando la riforma a cominciare dai lavoratori che maturerebbero il premio minimo entro l'età pensionabile fino ai nuovi contratti; si libererebbero risorse dai contributi inps per dare il reddito minimo garantito uguale per tutti (pensioni minime, indennità varie e ammortizzatori sociali) a prescindere dalle imposte versate, il plus verrebbe dalle polizze integrative. In pratica si passa dal patto generazionale al risparmio previdenziale. Inoltre le regioni disporrebbero di maggiori risorse dal contributo IRPEF, dal momento che in gran parte questi coprono il budget delle ASL e i costi vivi delle prestazioni verrebbero coperti dalle assicurazioni ad un costo inferiore per il cittadino rispetto al ticket (pagare tutti per pagare meno) e finirebbe la disparità di trattamento tra mutuati e pubblico pagante garantendo lo stesso le prestazioni gratuite al di sotto della soglia di esenzione fiscale.

Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

ci credo poco pure io... solo il mutuo degli f35 e la legge navale fanno 26 mld dilazionati fino al 2025.