•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 24 luglio, 2015

articolo scritto da:

Sondaggio Datamedia: avanza ancora il M5S, la promessa di meno tasse non aiuta Renzi (23/07)

sondaggio datamedia intenzioni di voto pd m5s

Pubblicato dal quotidiano Il Tempo di giovedì 23 luglio il sondaggio Datamedia sulle intenzioni di voto ai partiti e sulla fiducia nel Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

sondaggio datamedia intenzioni di voto pd m5sNei giorni successivi l’annuncio di una riduzione delle tasse, a partire dalla cancellazione delle imposte sulla prima casa, da parte del premier-segretario durante l’assemblea nazionale del proprio partito, il PD resta pressoché stabile al 33,6%, senza quindi trarne un beneficio immediato di consenso. Avanza leggermente, invece, il Movimento 5 Stelle che si attesta al 23,3%. Invariato il dato della Lega Nord al 15,5%, mentre perde ancora qualche decimale Forza Italia, ora all’11,8% e dilaniata al suo interno con la nuova scissione guidata da Denis Verdini.

Stabili i partiti minori, con Fratelli d’Italia al 4%, SEL al 3,8% e Area Popolare (NCD-UDC) sempre in difficoltà secondo il sondaggio Datamedia al 2,6%, sotto la soglia di sbarramento fissata dall’Italicum. Non ci sono variazioni significative neanche per quanto concerne la partecipazione prevista al voto con il 34,4% di astensione, mentre il 17,4% risulta attualmente indeciso.

Infine, il sondaggio Datamedia ci mostra come addirittura diminuisca rispetto alla precedente rilevazione la fiducia in Matteo Renzi, passata dal 35% al 34% in una settimana. Le chiavi di lettura di questo dato possono sostanziarsi nella diffidenza ormai instauratasi negli italiani verso ogni promessa di taglio di tasse, ma anche in un ulteriore calo di fiducia e consenso fra gli elettori di sinistra dopo una promessa vista come “berlusconiana” nei modi e nei contenuti.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

13 Commenti

  1. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    ma falli fa, tanto al 2018 non ci arrivano, gli scoppieranno in faccia tutte le bufale, tipo la tassa sui condizionatori, il prelievo forzoso, i ”regali alle banke della ka$ta” lo smacco rimediato in grecia e le interviste dal golf club…

  2. Michele Paolillo ha scritto:

    Prima di lui l’ha fatto suo padre politico Berlusconi possono ricascarci solo i vecchi rincitrulliti

  3. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Perché è solo propaganda la sua. Le spara grosse solo per il consenso dei fessi, mentre invece continua ad eseguire gli ordini di poteri forti sopra di lui che l’hanno messo lì dov’è. Il tuo tempo al governo sta per scadere, burattino.

  4. Monica Ravalico ha scritto:

    Copiare la roba altrui non è più vantaggioso

  5. Marcello Novelli ha scritto:

    Le promesse non aiutano, i fatti sì. Le elezioni del 2018 sono lontane.

  6. Antonio Izzo ha scritto:

    ma i 5 stelle avanzano dove? erano alle politiche al 25.25 primo partito .indietreggiano,fecero quel casino. se questo governo sbaglia dovrebbero essere al 52 per 100 .d’altra parte alle regionali non hanno preso un solo voto astensionista . gli italiani hanno capito che sono solo virtuali

  7. Luca Garibaldi ha scritto:

    Renzi=Berlusconi

  8. Tiziana Antolini ha scritto:

    vai a casaaaaaa cazzarooooo

  9. Tommaso Magistretti ha scritto:

    Nessuno è più tanto fesso da credere al bomba!

  10. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    si, gli ignoranti che hanno abboccato alla tassa sui ventilatori e al prelievo forzoso

  11. Alessandro Stifanelli ha scritto:

    Renzi=Berlusconi ==Grillo!!!

  12. Gabriele Lofari ha scritto:

    Fuori dalle urne! Quando poi si va a votare si ha paura di cambiare… tanto il voto è segreto…

  13. MeditorErgoSum ha scritto:

    Mi sa che di virtuale c’è la sua obiettività, tipica di chi da sempre vota per quei partiti che hanno distrutto l’Italia. I sondaggi lasciano il tempo che trovano o forse dimentica che nel 2013 il M5S era dato al 13% e poi prese il 25%?!?

Lascia un commento