•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 26 luglio, 2015

articolo scritto da:

Scioperi sindacali, Renzi: “Scandalosa l’assemblea di Pompei”

graziano delrio rivoluzione normalita ministero infrastrutture basta emergenze e grandi opere

Ieri il premier Matteo Renzi ha tuonato contro i disservizi a Pompei e negli aeroporti. Entrambi causati da scioperi sindacali. “Non ce l’ho con i sindacati – chiarisce Renzi – Ma se continua così dovremo difenderli da se stessi. L’assemblea di Pompei, in quelle modalità, in quelle forme, è semplicemente scandalosa. Vedere tutto il lavoro fatto per salvare il sito e quindi i posti di lavoro a Pompei, un’assemblea sindacale blocca all’improvviso migliaia di turisti sotto il sole o vedere che dopo le nottate insonni per coinvolgere Etihad e evitare il fallimento di Alitalia, gli scioperi dei lavoratori di quell’azienda rovinano le vacanze a migliaia di nostri concittadini, fa male. C’è bisogno di buon senso, ragionevolezza, buon senso e rispetto”.

Al premier ha risposto il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan. “Invece di sollevare polveroni, il governo farebbe bene a cambiare alcune regole. Non per aiutare noi, ma per aiutare tutti”. Per il segretario Uil, Carmelo Barbagallo “Renzi ha ragione a criticare certe forme di lotta che sono un boomerang per i lavoratori, però sbaglia ad attaccare indistintamente i sindacati come se avessero tutti le stesse responsabilità nel caos attuale”.

Scioperi sindacali, Delrio: “Danneggiano il Paese”

Oggi sull’argomento è intervenuto anche il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio. “La metropolitana di Roma e il sito di Pompei hanno qualcosa che le mette sullo stesso piano, sono beni comuni, appartengono alla collettività. E quindi credo sia giusto far rientrare la fruizione dei beni culturali tra i servizi pubblici essenziali. In modo da proteggerli meglio da quelle iniziative di protesta, non sempre legittime, che finiscono per danneggiare tutto il Paese”.

“Lo sciopero – spiega Delrio in un’intervista al Corriere della Sera – è un diritto tutelato dalla Costituzione e quindi credo sia meglio evitare un intervento diretto del governo. In Parlamento ci sono già diverse proposte di legge, le accompagneremo verso l’approvazione con il coinvolgimento di tutti”. “Su argomenti così delicati – dice l’ex sindaco di Reggio Emilia – è giusto ragionare al di sopra degli schieramenti. Si può partire dalle proposte dei senatori Maurizio Sacconi e Pietro Ichino, ad esempio, e c’è anche una proposta di iniziativa popolare”.

scavi di pompei

Se il punto di partenza rimane la possibilità di poter fare sciopero solo se proclamato da chi rappresenta il 50% più uno dei lavoratori del settore? “Sì, come sono convinto che il referendum preventivo fra i lavoratori sia una buona idea”. Riflette poi su quanto avvenuto a Roma; l’ipotesi che stop e ritardi siano stati dolosi? “Almeno in parte credo proprio di sì. Una cosa è chiedere un contratto collettivo che non venga rinnovato ogni dieci anni senza dover aspettare la Corte costituzionale, una cosa è volere regole più chiare sulla formazione e l’aggiornamento. Un’altra è timbrare il cartellino e poi non lavorare come il contratto impone. Chi non rispetta le regole – continua Delrio – non sta protestando ma sta facendo un atto di sabotaggio, di spregio verso il bene pubblico. Con loro si deve essere molto duri, nessuna timidezza”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

61 comments
Nora Picone
Nora Picone

Noi cittadini ci dobbiamo difendere da lui!

Roberto Cocchis
Roberto Cocchis

Ci hanno disintegrato le palle con la storia dello sciopero selvaggio mentre c'erano i turisti in coda, ma l'unica cosa che non si viene a sapere è perché fosse stato indetto. Perché, se è stata una scelta superficiale e prepotente è un conto e richiede un drastico intervento, se è stata una scelta disperata di chi non aveva alternative è un altro. Chi ha scioperato (o indetto un'assemblea, che peraltro è un diritto)? Custodi assunti a tempo indeterminato per clientele politiche e false invalidità, che invece di prestare servizio stanno a fare un secondo lavoro in nero? O precari che vengono sfruttati da mesi senza essere mai pagati mentre i fondi che dovrebbero servire a questo finiscono nelle tasche di chissà quale intermediario protetto in alto loco? La differenza è tutta qui: se si tratta del secondo caso, è qualcosa di infinitamente più vergognoso dei turisti in coda sotto il sole.

Egeo Damiano
Egeo Damiano

si renzi ha ragione.i sindacati si stanno facendo molto male.

Milena Toselli
Milena Toselli

Con i tuoi conservatori del cavolo, finiamo tutti in rovina... Oppure come la Grecia... Dipende sempre dal punto di vista!!!!!!!!

Sergio De Simone
Sergio De Simone

E il progresso sarebbe tornare all'800? Vincolare il diritto di sciopero?

Paola Bruno
Paola Bruno

Non ce l'ho con lui, ma con tutti i quaquaraquà che gli girano intorno!

Rodolfo Bolla
Rodolfo Bolla

Se i lavoratori che hanno gravi problemi da risolvere non fanno qualcosa di eclatante e di economicamente dannoso, chi prenderebbe in seria considerazione i loro problemi e le necessarie soluzioni? Questi danni potrebbero essere evitati se avessimo una classe dirigente che, tra i problemi prioritari, ponesse i diritti fondamentali della persona, come lo è il diritto al lavoro. Una classe dirigente capace di operare per un buon clima aziendale e per la motivazione dei collaboratori. In mancanza di questo, ciò che si pretende è solo schiavitù.

Milena Toselli
Milena Toselli

Illusa io??? Io sono più che serena e convinta... Ciellino?? Non importa... Ha fatto quello che Silvio non è riuscito in 20 anni?? Perfetto, chi non fa, non combina niente e se per fare, serve non ascoltare quella parte di sinistra che non è non sarà mai il bene del paese... Ben venga Renzi, oppure altri che, tra l'altro ora al momento non vedo, portano cambiamenti che possono essere buoni o meno buoni ma almeno non blocchi insopportabile di gente priva di volontà al progresso ma piena di conservazione...

Pier Domenico Branchi
Pier Domenico Branchi

come mai l'assemblea di Pompei? come mai negli aeroporti?... difendere il posto di lavoro o migliorare le proprie condizioni lavorative è un reato? Quando nacquero i Cobas, fecero una legge che per scioperare bisognava dare preavviso di 15 gg... roba da urlo...

Pier Domenico Branchi
Pier Domenico Branchi

ma va'ia, va'ia... povera illusa... se pensi che questo ciellino riesca a darti serenità ed un futuro migliore... intanto ha fatto ciò che Silvio in 20 anni nn è riuscito a fare: metterlo nel didietro agli italiani... se ancora nn l'hai capito chi ci rovina l'esistenza non sono i sindacati (che difendono il diritto ed il posto di lavoro di ogni individuo al di là di pensiero politico, estrazione di classe, etnia, e colore della pelle) ma i politicanti come lui al servizio di lobbies, industriali più o meno disonesti, massoneria e chi più ne ha ne metta.. il sindacato è migliorabile? certamente si! .... ma spetta a noi tutti cercare di migliorarlo partecipando attivamente e criticamente alla vita sindacale.... certo dovremo rinunciare ad un cinema, ad ore con la propria famiglia, ad una gita con amici...

Fernando Giannoni
Fernando Giannoni

Il sindacato si è delegittimato da solo. Lo stesso Landini, nel cercare uno sbocco politico, ha detto che oggi questo sindacato non serve.

Trevisani Giuseppe
Trevisani Giuseppe

Si sono d'accordo: Nei paesi democratici i sindacati sono un valore sciale e svolgono una funzione insostituibile ma in Italia non fanno che difendere tutto e tutti, con risultati disastrosi. Nella foto sono ritratti DUE STREGHE E UN MAGO! Quella di sinistra: una radical chic dall' R moscia che quando parla fa ridere più di un comico. A Donat Catin, a Storti, Dantoni, quella è lontana anni luce. Quella a destra e andata in Veneto a dire di npm andare a votare, tanto odia Renzi, da auspicare la sconfitta del PD. Dove e finita la grande CIGL di Lama, in quali mani???? Al centro il mago, stregone siciliamo che, manco sa parlare italiano, ad Angeletti non è neppute degno di baciare le scarpe.

Pietro Favaro
Pietro Favaro

... su pompei ... come su alitalia sono pienamente d'accordo, non si può fare sciopero quando si fa del male al proprio paese ....

Fabrizio Dalla Villa
Fabrizio Dalla Villa

Altrettanto scandaloso è che un parlamento si limiti a votare fiducie su fiducie ad un governo sempre più prepotente e autoritario, così come lo è il fatto che un parlamentare acquisisca il diritto alla pensione dopo meno di un mandato elettorale, mentre i comuni mortali debbano lavorare oltre 40 anni! Vogliamo parlarne?

Milena Toselli
Milena Toselli

Federica, hai pienamente ragione... I sindacati, possessori di tante ricchezze, edifici e tanto altro, chissà perché??? Sono la vergogna e la chiusura mentale di un Italia che con loro di certo non va da nessuna parte...

David Bianchi
David Bianchi

Immagino che l'assemblea sia stata indetta con un certo anticipo. L'amministrazione aveva quindi la possibilità di informare. Invece i media se la prendono con i lavoratori, come al solito.

Milena Toselli
Milena Toselli

Pienamente d'accordo con Renzi. Oramai questi personaggi sono la vergogna del Sindacato che ha perso credibilità e il suo vero valore, già da tanti anni. Renzi, deve andare avanti tutta, con forza e tanta autorità perché purtroppo grazie a questi sindacati e alla politica che ci ritroviamo come eredità del passato, non usciremo mai da questo stallo che ci stà rovinando l'esistenza.......

Salvatore Prata
Salvatore Prata

Grazie, ho scritto ieri le stesse cose, sono nauseato sarebbe opportuno trasferire Pompei a Berlino.

Riccardo Moni
Riccardo Moni

La Cisl ha revocato il proprio rappresentante a Pompei, è tutto dire...

Vito Guerrieri
Vito Guerrieri

Una volta per tutte: finiamola di dire che renzi è di sinistra!!!!

Orietta Soriana Spadaccini
Orietta Soriana Spadaccini

Sono stata varie volte a Pompei, e anche ad Ercolano. Sono sempre rimasta sgradevolmente colpita dalla mancanza di professionalità, dalla trasandatezza dei custodi. Immagino quegli stessi che pochi giorni fa hanno chiuso i cancelli per la loro assemblea sindacali. Li licenzierei volentieri, anche se "tengono famiglia". Al loro posto, giovani laureati in storia dell'arte, in architettura, giovani, motivati, istruiti e capaci di accogliere i turisti stranieri con la conoscenza delle lingue. Vivadio!!!!!!!!

Sergio De Simone
Sergio De Simone

Intanto quale sindacato? Tutti? E poi il Sindacato è quello che ha fatto sì che tutti i lavoratori possano avere dei diritti (tipo la malattia, il congedo parentale, il consolidamento di stipendi sempre più dignitosi). Infine il Sindacato è giuridicamente un'associazione di Lavoratori, non un ente pubblico o privato a se stante. Senza la legittimazione dei Lavoratori, i suoi iscritti, non esiste. Cosa fanno i Lavoratori per migliorarlo? Come si impegnano? Continuano a chiedere al Sindacato garanzie corporative e particolaristiche oppure i Lavoratori nei luoghi di lavoro sono portatori di istanze solidaristiche universali, verso i più deboli? Il problema non è il Sindacato, ma i Lavoratori. Eliminare il Sindacato è un autogoal clamoroso che la classe lavoratrice fa a se stessa. Deve migliorarlo non eliminarlo.

Vincenzo Nigro
Vincenzo Nigro

Il sindacato si delegittima motu proprio. Fuori contesto, arretrato, corporativo , mille vsigle......

Lucia Cera
Lucia Cera

Ilavoratori di Pompei e quelli dell'Alitalia hanno il diritto di fare assemblea sindacale e fare sciopero, forse il sig. Renzi dovrebbe analizzare le motivazioni e poi dare fiato alla bocca, sicuramente le motivazioni sono serie e non discutibili.

Rino Casella
Rino Casella

"Bisogna difendere la democrazia da se stessa": tutti i leader autoritari iniziano con questo programma. Renzi è un incompetente e un arrogante. Spero se ne vada il prima possibile.

Beppe Roca
Beppe Roca

Rinnovate i contratti come vi rinnovate i vostri senza chiedere a nessuno , parassiti.

Sergio De Simone
Sergio De Simone

Stipendi da capogiro? Nel Sindacato? Chi? A cosa si riferisce? Parla a vanvera o sa quello che dice?

Sergio De Simone
Sergio De Simone

Assolutamente non sono d'accordo con Renzi ed il suo governo che puntualmente non perdono occasione per schierarsi contro il Sindacato. È un chiaro disegno politico volto a delegittimare il Sindacato a favore di politiche del lavoro ancora più restrittive e ancora meno garantiste. Lavora per le lobbies che ce lo hanno imposto.

Paolo Spagnolo
Paolo Spagnolo

dopo quello che è successo Pompei Alitalia sono d'accordo......!!!

Ric Munaz
Ric Munaz

Pienamente. Ci sono regole e regole. E se oggi sono insensate vanno cambiate. Garantendo la rappresentanza sindacale ma che non generi figure da pirla come queste.