•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 1 agosto, 2015

articolo scritto da:

Renzi su L’Unità: Rai, Tasi e Imu, sindacati e l’unità del partito

matteo renzi in primo piano con la testa che pende verso destra

“Smettere di tassare la prima casa è giusto e anche equo in un Paese dove l’81% degli italiani ha sudato per acquistarsi un’abitazione”, questa la provocazione di un lettore trentino de L’Unità rivolta a Matteo Renzi. La risposta del premier è ben presto arrivata, pronta ad offrire rassicurazioni: “I soldi in meno della Tasi/Imu saranno restituiti integralmente ai Comuni. E il tuo bravo sindaco saprà farne prezioso uso”.

E rimanendo sull’Unità e sulle questioni territoriali, c’è anche un’altra importante questione alla quale Renzi ha voluto rispondere, ugualmente sollecitato dalla lamentela questa volta di un iscritto del Pd romano riguardo la “palude locale”: “Sui territori hai ragione: possiamo e dobbiamo fare di più“, è l’ammissione del premier. Ma poi precisa: “Non generalizzerei bersaniani, renziani o altri. Il Pd si divide in persone che vogliono fare e che ci credono e persone che si occupano solo di cordate. Ce ne sono in tutte le aree, in tutte le componenti: tanti anche tra chi ha votato per me. L’importante è che chi ha voglia di fare sia in maggioranza. E possa aiutare il Pd ad aiutare il Paese”.

 

Riforma Rai: “Solo un incidente. I numeri ci sono”

Il premier è amareggiato, ma non sconfitto. Le sue parole – sempre su L’Unità – dopo l’ “incidente” sul voto Rai sono di delusione, ma rimane convinto di poter andare dritto per la sua strada: “Sai qual è l’unica cosa che mi fa male, compagno? Che questi atteggiamenti di pochi parlamentari feriscono l’intera comunità del Pd, i militanti o i volontari della Festa dell’Unità. Non è giusto violare le normali regole democratiche di un partito. Ma nessuna espulsione, per carità. Andiamo avanti“.

Quello relativo alla riforma Rai è stato definito da Matteo Renzi come un “messaggio politico” da parte della minoranza dem. “Mi pare che sia stato un segnale di natura politica, anche perché sembrerebbe abbastanza strano che il voto di coscienza sulle riforme casualmente fosse lo stesso anche sulla Rai – ha ammesso. Una parte del Pd ha voluto approfittare di molte assenze per mandare un messaggio. Il nostro obiettivo non è quello di dare messaggi, ma di cambiare il paese. Ognuno si assume le proprie responsabilità. Credo che le polemiche del Pd andrebbero gestite all’interno del Pd. In ogni caso però i numeri ci sono lo stesso, sia alla Camera che al Senato, e noi non siamo preoccupati”.

immagine del cavallo di viale mazzini sede della Rai

La proposta che premier ha in mente per la Rai si basa sul modello Bbc. E’ Renzi stesso a spiegarlo: “Il 5 agosto il governo presenterà la sua proposta per presidente e direttore generale della Rai, con i criteri dell’autorevolezza e della competenza, perché il rapporto tra politica e Rai deve essere ‘alla Bbc’, di assoluta indipendenza”.

E a chi pensa il governo come direttore generale? Qualche nome circola già sui quotidiani, come quello del presidente della Biennale di Venezia Paolo Baratta; quello del sovrintendente del teatro dell’Opera Carlo Fuortes, o di Enrico MentanaMarinella Soldi di Discovery Channel e Andrea Scrosati di Sky.

Inoltre, alla proposta della sinistra di Giuseppe Giulietti –  presidente dell’Associazione Articolo 21 – si contrappone quella della destra dell’ex commissario Agcom Antonio Pilati o del presidente dell’Ordine dei Giornalisti Enzo Iacopino.

La critica ai sindacati

Sempre tra le pagine del rinato L’Unità il presidente del Consiglio non ha usato mezzi termini nel rivolgere una nuova critica ai sindacati: “Noi ci siamo. E spero che stavolta i sindacati accettino la sfida: una buona legge sulla rappresentanza potrebbe aiutarli a vincere la crisi che sta fortemente minando la rappresentatività delle organizzazioni. Oggi anche nel sindacato c’è troppa burocrazia. E girano più tessere che idee”.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

17 Commenti

  1. Ivano Stentella ha scritto:

    ma che RAI,TASI, IMU IL LAVORO LAVORO QUESTO E’ IL VERO PROBLEMA DEL PAESE LA META’ DEI GIOVANI SONO DISOCCUPATI E NOI PARLIAMO DI RAI !!

  2. Gino Stefanini ha scritto:

    Non vale la pena di commentare, sarei troppo offensivo.

  3. Gianni Gia ha scritto:

    COGLIONE!!!!!!!!!!

  4. Roberto Allori ha scritto:

    Questo essere è da esiliare, sta distruggendo tutto quello che hanno ottenuto i nostri nonni…….vergognaaaaa

  5. Manfredi Emmanuele Pizzigallo ha scritto:

    Su dai non si offenda da solo

  6. Giorgio Tosi ha scritto:

    i sindacati più tessere che idee…pensa che nel pd non ci sono più tessere e neanche le idee…le tue si devono chiamare in un altro modo,,,ma siccome sono educato …..

  7. Simonetta Poli ha scritto:

    E’ come un dito in culo…..

  8. Christian Gambarelli ha scritto:

    RENZI AVANTI TUTTA!!!

  9. Gabriella Ledda ha scritto:

    Esilio coatto subito!!!

  10. Mauro Conti ha scritto:

    Ma dopo che la Corte dei Conti ha reso pubblici numeri che noi cittadini proviamo sulla pelle viva abbiamo ancora il coraggio di leggere fanfaronate del genere ?

  11. Franco Baldan ha scritto:

    purtroppo tu ai ridotto il partito con poche tessere ,….e senza idee e valori morali ….ma vale solo il potere?? ( vedi come ai allontanato il tuo popolo da nord a sud …o e un fatto secondario??

  12. Sergio Bianchi ha scritto:

    Restituisce ahahahah

  13. Tatty Duca ha scritto:

    Questo ha bisogno di curarsi, comincio a preoccuparmi seriamente!

  14. Enrico Ratti ha scritto:

    Palle del maestrino di Barbiana.

  15. Fabio Bianchi ha scritto:

    Ricordategli di bloccare anche le addizionali irpef comunali e regionali , altrimenti il giorno dopo le decuplicano.

  16. Pingback: Anonimo

Lascia un commento