•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 1 agosto, 2015

articolo scritto da:

Libia, Gentiloni vola ad Algeri per convincere Tripoli

gentiloni

Sono entrate in una fase decisiva le trattative per la nascita di un governo di unità nazionale in Libia, a seguito dell’accordo firmato a Skirat 2 settimane fa, da cui sino a ieri le fazioni di Tripoli si erano auto-escluse. Ora tocca alla composizione dell’esecutivo, con il lavoro da parte del mediatore ONU Bernardino Leon, volto a far stilare una lista comprendente primo ministro, due vice premier ed il consiglio di presidenza che avrà il compito di guidare l’esecutivo.

libia

Libia, l’azione di Gentiloni

Sul tema dell’accordo è intervenuto anche il ministro degli esteri italiano Paolo Gentiloni, volato ieri ad Algeri per incontrare il capo del governo di Tripoli, quello non riconosciuto a livello internazionale, a differenza di quello di Tobruk. Insieme a Leon, Gentiloni ha provato a convincere Tripoli ad aggiungere la propria firma al negoziato.

Nel frattempo resta allo studio una missione militare, anche se non è ancora chiaro quale possa essere il suo carattere, se cioè di peace-enforcing o un intervento di altro tipo. Nel frattempo la Farnesina resta in consultazione continua con i Paesi arabi della zona ed i partner europei che potrebbero partecipare ad un’eventuale missione, ovvero in primi Gran Bretagna, Germania, Francia e Spagna. A cui aggiungere, nell’ipotesi di intervento contro lo Stato Islamico, anche la presenza degli Stati Uniti.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

La colazione dei cavalieri

La colazione dei cavalieri

articolo scritto da: