•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 4 agosto, 2015

articolo scritto da:

Inps, Boeri boccia il reddito di cittadinanza del M5S ma propone il reddito minimo

pensioni notizie oggi, tito boeri presidente inps

L’Inps per contrastare la povertà ha proposto al governo di introdurre in Italia un sistema di reddito minimo garantito che abbiamo chiamato ‘sostegno di inclusione attiva’ per le persone che hanno più di 55 anni e per le loro famiglie”. A dirlo è il presidente Inps Tito Boeri, che intervistato in apertura di prima pagina dal Mattino spiega il perché della scelta di questa fascia d’età: “ha registrato il maggiore incremento nell’incidenza della povertà”.

Boeri: “Reddito minimo è anche messaggio culturale”

“C’è anche un messaggio culturale importante che deve essere dato, soprattutto al Sud: esistono amministrazioni dello Stato efficienti, come l’Inps, che sono in grado di affrontare il problema e alle quali ci si può rivolgere senza alcuna intermediazione e senza dover ricorrere al politico locale”.

“Il reddito minimo è un diritto di cui le persone possono godere, cui corrispondono una serie di doveri e su cui ci sarà un controllo stringente e costante da parte di un’amministrazione indipendente dal potere politico locale”. Boeri spiega che per questo sostegno “si terrà conto dei livelli di reddito delle famiglie, si considereranno i loro patrimoni immobiliari e mobiliari e tutti i dati oggi in possesso delle amministrazioni pubbliche verranno utilizzati per controllare l’effettiva condizione di povertà dei potenziali beneficiari”.

boeri con documenti tra le mani

Tra reddito minimo e reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza dei Cinque Stelle? Le proposte del M5s, dice il presidente Inps “implicano trasferimenti a somma fissa e vanno a vantaggio anche di persone che non sono in condizioni di bisogno. E il cui costo, inoltre, raggiungerebbe i due punti di Pil”.

Al contrario, spiega Boeri, per la sua proposta l’Inps non chiederà risorse allo Stato: “assolutamente no. Non a caso abbiamo chiamato la nostra proposta ‘chiavi in mano’: le risorse si possono trovare nell’ambito delle politiche oggi gestite dall’Inps e abbiamo la capacità di attuare i controlli”. “Il governo dovrebbe rafforzare però la nostra capacità di sanzione e di intervento”.

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

18 Commenti

  1. Gennaro Rossi ha scritto:

    va bene anche il reddito minimo , purché si dia qualcosa ai reddito zero .

  2. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Non è che se lo dice lui è oro colato eh? C’è in tutta Europa, ci sarà un motivo.

  3. Nicola Schiralli ha scritto:

    C’è in tutta Europa, la solita stronzata grulliota – tzetzeana

  4. Rosario Napoli ha scritto:

    Per diplomati e laureati più facile lavorare in Grecia che nel SUD ITALIA !!!
    “Ancora non si vuole capire POLITICAMENTE che urge come priorità assoluta un programma straordinario di assunzioni e collocamento a lavoro per gli OVER 35 ENNI che senza lavoro sono + vulnerabili e fragili (molti non hanno un paracadute economico familiare che li sostiene!!!!) e si sta del tutto distruggendo la generazione degli attuali OVER 30 enni ”
    http://meridionews.it/articolo/35716/il-sud-si-sta-svuotando-via-mezzo-milione-di-giovani-per-diplomati-e-laureati-piu-facile-lavorare-in-grecia/

  5. Sergio Bianchi ha scritto:

    Burocrate di regime italiota renziano.

  6. Vito Casale ha scritto:

    Boeri senza dubbio

  7. Vincenzo Piccolo ha scritto:

    Si ma fatelo… i 5 stelle hanno sempre detto:
    Noi appoggeremo qualunque cosa sia indipendente da chi la.propone, basta che si faccia e sia a vantaggio del cittadino.
    Ora la vogliamo fare o no? O.vogliamo.fare solo il.gioco di.chi lo ha fatto per primo?

  8. Rosanna Riccitelli ha scritto:

    D’accordo con Boeri naturalmente.

  9. Stefano Vertemati ha scritto:

    il reddito di cittadinanza è demagogia pura, gli italiani hanno bisogno di lavorare e guadagnare dignitosamente

  10. Francesco Avati ha scritto:

    E finché non si trova cosa facciamo?
    Ci ammazziamo?

  11. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    il reddito di cittadinanza (SOLO AGLI ITAGLIANI!1!1!1!1!1!) è incostituzionale. Punto.

  12. Stefano Vertemati ha scritto:

    creare posti di lavoro, incentivate imprese a produrre qui, etc etc. esiste il sussidio di disoccupazione, esiste la pensione socila, esistono già gli strumenti per chi non lavora

  13. Stefano Vertemati ha scritto:

    e per non dirti di chi, e con il mio lavoro lo vedo ogni settimana, di certi strumenti SE NE APPROFITTA

  14. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    Ribadisco il mio commento quanso avete pubblicato ieri questa notizia: Ciò che dice Boeri non è oro colato. Il reddito di cittadinanza esiste in tutta Europa.

  15. AntonioRossi1 ha scritto:

    Avrete anche tante laure ma agite sempre padri padroni. La costituzione Italiana mette al primo posto il diritto al AVORO è questo che i membri dello stato (cittadini) devono avere non elemosine camuffate in diritti.

  16. Frammenti di Utopia ha scritto:

    Reindirizzare la politica europea, dall’euro-scetticismo ad una politica eco-sostenibile con un nuovo mondo economico; il tutto basato sulla non-violenza.
    Politica comune indicata metaforicamente dalla Dea greca Europa, che dopo aver donato il proprio nome per battezzare il Vecchio Continente, vuole ritornare al timone politico per ridare una visione d’insieme alla Sua Europa.
    Per un sogno europeo, per un sogno italiano.
    Scacco matto orchestrale europeo
    https://goo.gl/2qpOhd

  17. Fiorella Mammucari ha scritto:

    che differenza c’è???

  18. Dzerzhinskij ha scritto:

    Che proposta idiota…sopra i 55 anni ? Che senso ha? Se lo dessero a tutti i disoccupati e si obbligassero a rifornare e centri per l’impiego per collocare sul serio la gente e offrire proposte irrifiutabili (se consone alla persona) l’incentivo al lavoro rimarrebbe e si migliorerebbe anche il sistema del collocamento che è attualmente solo una dispendiosa barzelletta…Farebbe meglio a togliersi quel ghigno grottesco dalla faccia e cominciare a ragionare seriamente questo tizio e soprattutto il governo…

Lascia un commento