•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 10 agosto, 2015

articolo scritto da:

Riforme, Calderoli: “Ho un programmino per generare emendamenti”

Roberto Calderoli

Il nome di Roberto Calderoli resterà per sempre legato alla legge elettorale varata nel 2005 e poi da lui stesso definita “una porcata”. Ma il vicepresidente del Senato da allora si è costruito la fama di grande esperto dei regolamenti parlamentari, delle tecniche di drafting legislativo e maestro delle trame interne a Palazzo Madama. Il suo ultimo pezzo di bravura sembra essere la presentazione di emendamenti a scopo ostruzionistico.

Calderoli ha pronti 6 milioni di emendamenti

Prova di questa sua passione era stato il primo passaggio della riforma del Senato proprio a Palazzo Madama, quando il senatore leghista aveva prodotto una mole spropositata di emendamenti: circa quarantaquattromila. La riforma Renzi-Boschi proprio non deve piacere a Calderoli che, il 9 agosto, ha annunciato di avere già in cantiere addirittura 6 milioni di emendamenti da presentare alla ripresa dei lavori in commissione Affari costituzionali, dove le proposte di modifica sono già più di 500 mila.

Merito di “un programmino informatico”

I numeri sono da capogiro, ma Calderoli ha anche svelato come ha fatto a produrre una tale quantità di emendamenti. È bastato dotarsi, infatti, di “un programmino informatico che da un testo base è capace di ricavare decine di migliaia di varianti”. Su internet si possono trovare anche gratuitamente una lunga serie di programmi di questo genere.

Roberto Calderoli

Principio usato anche da agenzie di stampa

Un escamotage, quello al quale è ricorso Calderoli, utilizzato anche da diverse agenzie di stampa e che permette di cambiare perfino delle minuzie ad un testo base inserito in entrata. Proprio lo stesso principio sul quale si basa la produzione di emendamenti a scopo ostruzionistico, e pazienza se a risentirne dovesse essere la qualità del testo prodotto.

Obiettivo di Calderoli: spaccare la maggioranza

L’obiettivo dichiarato del senatore della Lega Nord, con questa mossa, è spaccare definitivamente la maggioranza che sostiene il governo, puntando principalmente sulla rottura non ancora formalizzata all’interno del Partito Democratico. Secondo Calderoli ci sarebbe la reale possibilità che Renzi, temendo una Caporetto, torni sui propri passi accettando un Senato elettivo, che è quanto chiede la minoranza dem.

Più emendamenti, maggiori costi per lo Stato

Le affermazioni di Calderoli, poi, hanno anche un’altra implicazione. Il regolamento del Senato prevede (art.100) che gli emendamenti presentati siano stampati e poi distribuiti ai senatori. Una disposizione che, se applicata, avrebbe dei costi economici enormi per il Senato. Già si prospetta, perciò, la possibilità che a Palazzo Madama prenda avvio una prassi di digitalizzazione degli emendamenti che sembra più al passo coi tempi (e col Codice dell’Amministrazione Digitale) e con una crescente richiesta di semplificazione.

Francesco Angelone


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

27 comments
Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

si va al voto dopo il referendum costituzionale, renzi non è tanto coglione da logorarsi fino al 2018. E manco si può più sopportare sta gente in parlamento.

Francesco Cekko Cassese
Francesco Cekko Cassese

Uno che si sposa con rito celtico in compagnia di druidi, l'unica cosa che può sperare di spaccare sono i… ehm. E ci riesce benissimo.

Pietro Favaro
Pietro Favaro

.... ha proprio ragione, non ci vuole nulla a generare un numero spropositato di emendamenti, basta avere su un supporto informatico un testo base e poi inserire o togliere delle parole per rendere il testo sempre diverso da quello precedente, bisogna vedere però se il testo così manomesso continua nelle varie versioni a mantenere concretamente un senso finito o sia sconclusionato ...

Giuseppe Micciche'
Giuseppe Micciche'

delinquente imprestato alla politica, da delinquenti identici a lui

Salvatore Prata
Salvatore Prata

ma è vergognoso,invito il Comune di Bergamo a cacciarlo dalla città.

Nadir Crive
Nadir Crive

sto' ebete maialino della ghenga bossi&c ignurant e nullafacente cosa ne sa' di legge questoignurant dalla crapa ai piedi bo|| rubare lo stipendio

Michele Mandato
Michele Mandato

Se è lo stesso che ha generato il porcellum siamo messi male!

Adriano Buoso
Adriano Buoso

Esistono gli idioti che non sapendo fare nulla cercano di non far fare agli altri, ovviamente a spese dei contribuenti! Questa non è democrazia!

Marco Morandi
Marco Morandi

pensate a quelli che fanno, che bravi(contenti dei risultati?)........a mettercelo in quel posto.. meglio un nullafacente a questo punto

Roberto Baralis
Roberto Baralis

Ma perche non si butta nel cesso e tira l' acqua sto stronzo infame perditempo. Invoco la macumba della Kienghe che lo finisca definitivamente

Alessandro Iacopinelli
Alessandro Iacopinelli

mandare a casa la lega a calci in culo, ha rovinato l'italia per 20 anni e ora continua a danneggiarci

Marcello Bartalesi
Marcello Bartalesi

ma bravo, il generatore di porcate era stato ministro della semplificazione!!!

Valeria Nari
Valeria Nari

Calderoli un nullafacente pagato da noi .

Alfredo Martinelli
Alfredo Martinelli

Ognuno si vanta di quello che può. Dalla foto sembra arrivato al massimo....

Giampiero Censorii
Giampiero Censorii

,,,, in pratica si sta mettendo le manette da solo... è proprio un leghista..

Pino Iaco
Pino Iaco

È un semplice generatore di proposte ad minchiam

Paola Candido
Paola Candido

Ma questo lurido leghista non è quello che quando era Ministro distrusse migliaia di leggi perché ritenute inutili!! ??

Cesare Erri
Cesare Erri

Tutte stronzate da buttare nel cestino, ma che vanno esaminate ad una ad una, a nostre spese, naturalmente

Miriam Cipriani
Miriam Cipriani

io credo che questo pirla non riesca n eppure a mettere sotto la sua donna... guardate un po che faccia da ebete...