•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 21 maggio, 2014

articolo scritto da:

Padoan “Europa rimetta al centro crescita e lavoro”

L’Europa “deve rimettere la crescita e il lavoro al centro della sua azione”. Il monito arriva dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan che in un’intervista a L’Unità ricorda ai “Paesi europei, e quindi anche a noi stessi, che da quando è cominciata la crisi l’Europa si è occupata del consolidamento fiscale, che era necessario, si è occupata di acquistare la competitività soprattutto al sud, si è occupata di costruire l’unione bancaria, ma si è occupata assai poco di crescita e lavoro”.

padoan

“Quello che ci sembra è che la crescita senza i pagamenti della Pa iniziati dal governo precedente e proseguiti da questo – continua Padoan – sarebbe stata ancora più debole. Purtroppo la debolezza strutturale dell’economia italiana è più elevata di quello che si pensava. Queste misure stanno comunque compensando questa debolezza. So bene che alla fine sembra che non sia successo nulla, ma in realtà è successo qualcosa: si è impedito che la situazione peggiorasse ancora” commenta il ministro a proposito del recente calo del Pil. “Oggi ci sono dati positivi su fatturato e ordinativi – prosegue Padoan – il settore manifatturiero mostra chiari segni di miglioramento. Questa è una notizia molto buona perchè a fronte di un miglioramento del manifatturiero ci sarà nel futuro non lontano un miglioramento dell’occupazione”.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

Lascia un commento