•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 21 maggio, 2014

articolo scritto da:

Sondaggi Elezioni Europee: l’ultima proiezione PollWatch2014 premia il PPE

Sondaggi Elezioni europee parlamento

Sondaggi Elezioni Europee: l’ultima proiezione PollWatch2014 premia il PPE
A ormai pochi giorni delle elezioni europee, l’osservatorio PollWatch2014 pubblica una nuova proiezione, basata sui sondaggi interni nei 28 Paesi membri, rispetto alla composizione del prossimo Parlamento Europeo. Infatti, se il dato riferito all’Italia è fermo al 9 maggio, ultimo giorno prima del divieto imposto alla pubblicazione dei sondaggi sulle intenzioni di voto, negli altri paesi la diffusione dei risultati delle rilevazioni è proseguita “alla luce del sole” e la proiezione dei seggi assegnati risulta pertanto aggiornata ai giorni scorsi.
Secondo quest’ultima proiezione il Partito Popolare Europeo risulta essere cresciuto da 212 a 217 seggi, aumentando il vantaggio sul PSE, che invece arretra a 201 seggi (-8 rispetto alla precedente proiezione), dati che spingono quindi verso la poltrona di Presidente della Commissione Europea l’ex premier lussemburghese Jean-Claude Junker. Terzo gruppo, così come nel Parlamento uscente, saranno i Liberali e Democratici con 59 seggi (-4), seguito dalla Sinistra Europea di Alexis Tsipras, che si attesterebbe a 53 europarlamentari (+1). A ridosso del voto varia al rialzo la proiezione dei seggi dei Verdi Europei, passati da 38 a 44, che tornano davanti ai Conservatori e Riformisti Europei (42 seggi, -1). Stabile, infine, il dato riguardante euroscettici e non collocati, che complessivamente potrebbero contare su 135 seggi.

Sondaggi Elezioni Europee parlamento-001

Nel dettaglio dei maggiori Paesi, quest’ultima proiezione di PollWatch2014 sulle elezioni europee evidenzia come in Germania conduca ampiamente la CDU-CSU con il 37,7% davanti alla SPD al 27%, seguono i Verdi al 10,7%, Die Linke all’8,3%, mentre gli euroscettici di Alternative für Deutschland si attestano al 6,3%; In Francia, è testa a testa fra il Front National di Marine Le Pen al 23% e l’UMP di Copé al 22%, mentre i socialisti di Hollande non vanno oltre il 17%; in Spagna ora risultano in vantaggio il Partito Popolare del premier Rajoy al 33,3%, inseguiti dai socialisti accreditati del 29,6%, mentre appare particolarmente forte la sinistra di La Izquierda Plural al 9,7%; nel Regno Unito, come già sottolineato nelle scorse settimane, in testa è la destra euroscettica del Partito per l’Indipendenza del Regno Unito di Nigel Farage al 30%, seguono i laburisti al 26% e i Conservatori al 22.8% del premier Cameron, mentre i liberaldemocratici alleati di governo non vanno oltre il 7,8%; significativa per numero di seggi spettanti, infine, è la Polonia, dove è testa a testa fra i conservatori di Diritto e Giustizia, il partito di Jarosław Kaczyński, al 30,2% e Piattaforma Civica del primo ministro Tusk (aderente al PPE) al 29,4%, con l’Alleanza della Sinistra Democratica (PSE) che si ferma al 12%.

sondaggi elezioni europee

Il “colore” predominante per numero di seggi nei 28 Paesi UE


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

27 comments
IvanDoretto
IvanDoretto

80 euro ....che falsita....le donne in europa che bel quintetto di ignoranti....almeno poteva trovarle piu furbe

IvanDoretto
IvanDoretto

Io no,troppi ladri ed incapaci, forza movimento 5S

Beppe Vara
Beppe Vara

vedremo. Io domenica voto per Matteo Renzi ed il PD per dare più forza in Europa ai socialisti!

Simone Bonanomi
Simone Bonanomi

Grillo non lo vedo nemmeno in Mongolia...sarà che la realtà in un paese reazionario non conta una coppa.

Walter Tizzano
Walter Tizzano

E grillo? Ah giusto, in europa non conta (e non conterà) nulla

Roberto Galiano
Roberto Galiano

I sondaggi sono vecchi, ma comunque Grillo conta solo in Italia (fortunatamente)

Stefano Lauretta
Stefano Lauretta

ma si è sempre saputo. Inoltre non facendo parte in nessun gruppo parlamentare europeo, non può proporre, discutere o fare altrocon le leggi. Ergo, votare grillo (a causa del non schierarsi, andava bene pure con Le pen) è come votare il nulla. I deputati europei prenderanno 6200 euro dovendo solamente votare (sottinteso che non so se i grillini devono restituire o meno i soldi).

Simone Bonanomi
Simone Bonanomi

Quindi Grillo non conta una cippa...un tuffo nella realtà.

AlanFarro
AlanFarro

è quello il fatto,che come te moti italiani non vedono niente!

yukitsukigiou
yukitsukigiou

Non mi pare proprio che sia così. Ogni eurodeputato può proporre e votare pro o contro una determinata legge. ERGO facendo un esempio molto pratico, quando saranno messi a votazione futuri trattati in maniera simile a come fu messo a votazione del parlamento europeo il trattato che istituiva il MES, i loro voti conteranno eccome nell'opposizione! Così come quando si voteranno leggi per incentivare o meno le rinnovabili eccetera. Quindi che minchia dici?