•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 23 maggio, 2014

articolo scritto da:

Istat, dal 2014 nel calcolo del Pil anche droga e prostituzione

Pil: nella “stima dei conti” entreranno dal prossimo anno anche droga e prostituzione e la novità sarà valida per i tutti i Paesi dell’Unione europei. L‘Istat spiega le altre novità: le spese per ricerca e sviluppo saranno considerate investimenti e non più costi, un cambiamento che ”determina un impatto positivo” anche ”sul Pil”.

L’aggiornamento potrebbe portare per l’Italia, si stimava a gennaio a Bruxelles, a una revisione al rialzo del livello del Pil tra l’1% e il 2%. Si tratta di novità che rientrano nelle modifiche condivise a livello europeo e connesse, evidenzia l’Istat, al ”necessario superamento di riserve relative all’applicazione omogenea tra paesi Ue degli standard già esistenti”.

Nello specifico, tra le riserve trasversali avanzate ce ne è una, sottolinea l’Istituto, che ”ha una rilevanza maggiore”, in quanto, appunto, riguarda l’inserimento nei conti delle attività illegali, che già il precedente sistema dei conti nazionali, datato 1995, aveva previsto, ”in ottemperanza al principio secondo il quale le stime devono essere esaustive, cioè comprendere tutte le attività che producono reddito, indipendentemente dal loro status giuridico”.

istat, droga prostituzione in stima conti pil 2014

L’Istat riconosce come la misurazione delle attività illegali sia ”molto difficile, per l’ovvia ragione che esse si sottraggono a qualsiasi forma di rilevazione, e lo stesso concetto di attività illegale può prestarsi a diverse interpretazioni”. E aggiunge, ”allo scopo di garantire la massima comparabilità tra le stime prodotte dagli stati membri, Eurostat ha fornito linee guida ben definite. Le attività illegali di cui tutti i paesi inseriranno una stima nei conti (e quindi nel Pil) sono: traffico di sostanze stupefacenti, servizi della prostituzione e contrabbando (di sigarette o alcol)”.

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

5 Commenti

  1. Giovanni Facchini ha scritto:

    L’industria più florida del paese! Quindi ineccepibile. Solo che è il concetto di PIL ad essere di una imbecillità assoluta…

  2. GaspareSupremo ha scritto:

    Potrebbe essere un incentivo per qualche Imprenditore per aprire una casa di appuntamenti a Villa San Martino . .quì gatta ci cova !

  3. Guido Zaccaro ha scritto:

    Nella realtà italiana se si conta anche questo..Il PIL raggiunge valori differenti..non penso sia valido in quanto s’intende la ricchezza prodotta a norma di contributi…nell’Italia record europeo degli evasori…

  4. Trebbia Er ha scritto:

    Un buon trucchetto contabile. Del resto qui si parla del niente eh…

  5. Franco Ramassotto ha scritto:

    SIAMO RICCHI!

Lascia un commento