•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 24 maggio, 2014

articolo scritto da:

Decreto Bankitalia, via libera dall’UE alla rivalutazione delle quote

La Commissione Europea ha dato il via libera alla rivalutazione delle quote detenute dalle banche in Bankitalia. La conferma è arrivata da Antoine Colombani, portavoce del Commissario alla concorrenza Joaquin Almunia.

Colombani ha spiegato che “la Commissione ha esaminato attentamente le informazioni trasmesse dalle autorità italiane” in merito alle misure previste nel decreto Bankitalia del 30 novembre scorso. E, a tal proposito, si è giunti alla conclusione di non procedere ad alcuna indagine per sconvare eventuali ‘aiuti di Stato’ proibiti. Questo perchè si tiene conto della figura di Bankitalia quale “banca centrale con specifica struttura della proprietà”.

bankitalia

Nessuna investigazione quindi da parte dell’Antitrust europeo, che tiene conto del carattere atipico di Bankitalia quale soggetto con funzioni di vigilanza bancaria e politica monetaria nel quadro del sistema Bce, svolgendo quindi un’attività che non ricade nelle regole sugli aiuti di stato. Bruxelles ha quindi escluso che la manovra di rivalutazione non fosse altro che un aiuto di stato nei confronti degli istituti bancari privati.

Questa decisione della Commissione fa dunque tirare un sospiro di sollievo alle autorità italiane, evitando così un grattacapo che avrebbe obbligato il Tesoro a riscrivere il decreto Bankitalia, con effetti collaterali non indifferenti sia sul piano economico-finanziario che su quello politico.

Andrea Turco

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

1 Commento

  1. Gattomichele ha scritto:

    Ah, le autorità italiane tirano un sospiro di sollievo? Dopo aver scritto un decreto-porcata i cui effetti se li ritroveranno sulle spalle figli e nipoti tra alcuni anni?
    Se succedesse che Bankitalia si ricompri le quote eccedenti ad un prezzo superiore al congruo, cosa dovremmo dire? Che va tutto bene perché per un anno qualcuno ha visto l’IMU ridotta, quando TUTTI han dovuto pagare nuove tasse sulla casa (compresi gli affittuari)?
    E succederà.

Lascia un commento