•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 15 febbraio, 2016

articolo scritto da:

Jocelerme Privert eletto dal Parlamento presidente a interim di Haiti

Jocelerme Privert, haiti

Esattamente 7 giorni dopo la fine del mandato del presidente Martelly (7 febbraio), il parlamento di Haiti ha nominato un nuovo presidente ad interim che rimarrà in carica, secondo le previsioni, fino al 16 maggio, quando dovrebbe essersi concluso il travagliato percorso elettorale.

Il giorno prima di terminare il mandato Michel Martelly aveva firmato un accordo con il Presidente del Senato Jocelerme Privert e con quello della Camera Cholzer Chancy che prevedeva: la nomina da parte del parlamento di un presidente, l’organizzazione del ballottaggio per le presidenziali (e i seggi non ancora assegnati) il 24 aprile e l’insediamento del nuovo presidente il 16 maggio. Questo accordo è stato rifiutato dal gruppo di partiti dell’opposizione denominato G8, a cui ha aderito anche Celestin, candidato che dovrebbe correre nel ballottaggio presidenziale, che chiedono l’annullamento di tutto il percorso elettorale del 2015 (rinnovamento del parlamento e delle cariche amministrative, altre che il primo turno delle presidenziali) perchè lo ritengono fortemento viziato da brogli filogovernativi. In particolare ritengono l’attuale Parlamento parte del problema e quindi incapace di essere parte della soluzione. L’aacordo, invece, è stato visto di buon occhio dall’Organizzazione degli Stati Americani, USA e Unione Europea.

Haiti, eletto il nuovo presente

Fatto sta che ieri, in assemblea plenaria, con presenti 23 senatori su 30 (6 posti sono ancora vacanti) e 92 deputati su 130 (27 seggi non sono ancora stati assegnati), alla seconda votazione, il presidente del Senato, firmatario dell’accordo con Martelly, Jocelerme Privert è risultato eletto come presidente a interim.

Jocelerme Privert non appartiene al gruppo politico che sostiene Martelly, anzi è stato ministro  (2002) con l’ex-presidente Aristide, il mandato è stato interrotto da un colpo di stato. Dopo la caduta del governo, segue le disavventure del suo primo ministro – Yvon Neptune – ed è stato arrestato nella sua casa il 4 aprile 2004. E’ rimasto tredici mesi in prigione. Il 12 aprile 2005, a seguito di un tentativo di ammutinamento nel carcere, si ritrova in strada ma si rifiuta di fuggire e trona nella sua cella fino al suo rilascio nel 2006. Nel 2008 il presidente Preval (sostenitore della candidatura di Celestin) lo nomina suo consigliere economico.

La sua elezione è stata ben accolta anche dal gruppo dei G8 e dal partito Lavalas di Aristide, tutti presenti al suo insediamento. E questa è una nota positiva perchè nelle dichiarazioni del giorno precedente avevano annunciato che non avrebbero riconosciuto il nuovo presidente. Oggi continuano a chiedere un’indagine indipendentesulle elezioni del 2015.

Roberto Codazzi


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments