•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 31 maggio, 2014

articolo scritto da:

L’ex deputato Cosimo Mele coinvolto nel 2007 in uno scandalo a luci rosse non trova pace

Non trova pace Cosimo Mele, l’ex Udc, coinvolto nel 2007 coinvolto in scandalo luci rosse in via Veneto a Roma. Questa volta l’inquietudine non dipende dal gentil sesso ma fatto più legati alla sua attività politica. Dopo lo scandalo Mele è stato eletto sindaco nella sua città. La nuova grana per Mele? Ha rassegnato le dimissioni dalla carica amministrativa che ricopre. Le ragioni, a quanto si è appreso, sarebbero da ricercare in contrasti politici all’interno della maggioranza che governa la città di Carovigno. Mele è stato eletto lo scorso anno: era supportato da liste civiche poi dopo alcuni mesi dall’insediamento ha ottenuto anche il sostegno del Pd, rappresentato in giunta da un assessore.


cosimo mimmo mele

Lo scontro politico si sarebbe verificato con la quota che rappresenta il Nuovo centrodestra nelle assise comunali. Le dimissioni sono già state protocollate. Mele partecipò nel luglio del 2007 a un festino a luci rosse nella suite dell’Hotel Flora in via Veneto, a Roma, al termine del quale una donna, Francesca Zenobi, fu condotta in ospedale per un malore. Per quei fatti Mele è sotto processo con l’accusa di cessione di cocaina.

mele sindaco

Nella giornata della vittoria e dell’elezione a primo cittadino di Carovigno (provincia di Brindisi) Mele dichiarava: “La mia città mi ha sempre voluto bene e il mio riscatto comincia da qui”.

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

5 Commenti

  1. Simone L'Uschi ha scritto:

    Mi sembrano evidenti le responsabilità di Renzi e del PD.

  2. Lucia Locatelli ha scritto:

    Un condannato non va a fare il Sindaco. Qui a Crema funziona così ed anche x gli assessori.

  3. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Vada fare un po’ di vita da Cincinnato!

  4. Mauro Gaudenzi ha scritto:

    Come le nuvole vanno ed a volte tornano

  5. Ivan Pelizzon ha scritto:

    Ricordo il fattaccio a Roma,era in camera con due “poco signorine”sesso e droga,ma ancora più grave il fatto è che sua moglie era ricoverata per partorire la loro figlia…complimenti,nonostante ciò è stato eletto sindaco…come si fà a votare una “personcina” come questa,che credibilità può avere???…:-(

Lascia un commento