•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 31 maggio, 2014

articolo scritto da:

Pier Carlo Padoan “Soddisfatto solo quando creeremo nuovi posti lavoro, sì ad aumento età pensionabile”

padoan

Un giudizio sul suo lavoro? “Sarò soddisfatto solo quando potremo registrare la creazione di nuovi posti di lavoro”. Parole di Pier Carlo Padoan, ministro delle Finanze oggi atteso al festival dell’Economia in corso di svolgimento a Trento per tracciare un primo quanto parziale bilancio sull’operato del governo Renzi in materia di politica economica. Il responsabile delle Finanze riprende e condivide l’esortazione del Governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, che aveva sostenuto la necessità di puntare sull’occupazione per agevolare la crescita.

RIFORME E GIOVANI – Nonostante sia al dicastero delle Finanze relativamente da poco, Padoan sembra avere chiare le idee sulle priorità da affrontare e sul percorso di riforme necessario. “Abbiamo un’agenda chiara con scadenze ben precise, ed alcune riforme saranno realtà già entro fine anno” le dichiarazioni rilasciate dal ministro al ‘Corriere della Sera’. Particolare attenzione sarà data inevitabilmente al mondo dei giovani. “L’Italia ha bisogno di loro, devono cogliere ogni opportunità pur di fare la prima esperienza di lavoro, qualunque ed ovunque sia ed anche se non in linea con le loro aspettative”. Per Pier Carlo Padoan l’Italia deve investire sui giovani, con una strategia che – pur non sconsigliando nel breve una parentesi all’estero – sottolinea l’importanza di puntare sul loro talento per migliorare il Paese.

padoan

SI’ AD AUMENTO ETA’ PENSIONABILE – Intervenendo al festival di Trento, Padoan si sbilancia sull’età pensionabile: “Non sono a favore di una diminuzione”, rispondendo ad una domanda sulla staffetta generazionale. Il ministro individua nel calo della produttività il vero dramma dell’economia italiana, auspicandone una crescita associata ad un abbattimento del cuneo fiscale. E sui problemi occupazionali promette impegno, pur assicurando di non avere una bacchetta magica.

CORRUZIONE, BONUS IRPEF, TASI ED EUROPA – “La corruzione va combattuta ed i contratti rispettati”, questa è la vera sfida per Expo secondo Padoan. E sul bonus Irpef ribadisce la volontà di renderlo permanente: “troveremo i soldi, dove e quanti ancora non lo so, ma l’importante è individuare ed effettuare tagli permanenti di spesa”. E sulla casa ammette: “l’aumento era atteso, ora starà ai Comuni decidere l’aliquota”. E sulle politiche europee ribadisce: “bisogna dare spazio a crescita ed occupazione, chi chiede modifiche non vuol dire che non stia facendo i compiti a casa”.

Giuseppe Spadaro

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

5 Commenti

  1. Marco Colacino ha scritto:

    Bello! E la Germania tanto amata dai moderati che pensa di abbassarla l’età pensionabile? Ma poi, se innalzi l’età pensionabile come puoi investire sulle giovani generazioni? Madonna quanto so’ cazzari loro e allocchi gli elettori moderati….

  2. Sauro Pucci ha scritto:

    Ma si dai continuiamo ad alzare l età pensionabile così i giovani mi devono spiegare come fanno a trovare lavoro….l aumento dei posti di lavoro e una balla incredibile….in Italia non potranno aumentare per almeno altri 50 anni…poi quando saremo alla fame e quindi nel 4 mondo allora si potrà pensare anche ad un aumento….ma perché non si guardano in giro per il mondo….la Cina non è più appetibile ma ci sono molte econome molto più deboli…..mi scappa da ridere

  3. Vincenzo Umbrella ha scritto:

    Se uno è valido e continua a lavorare, costa zero all’inps e in più continua a pagare contributi previdenziali senza prendere un euro in più di pensione. Non bisogna togliere diritti, ma consentire, a chi ha voglia equalità,di continuare a lavorare. Evitando, come nel mio caso, il “pensionamento coatto” o d’ufficio tra un anno e mezzo, a soli 64 anni (2 di meno di Padoan che mi sembra in splendida forma)

  4. Barbara Romana ha scritto:

    Eh si che è un’ideona x aumentare la disoccupazione… Ehm, vengo io a fare il ministro dell’economia coglione stupido

  5. Simone Bonanomi ha scritto:

    Liberisti che si spacciano di sinistra.

Lascia un commento