•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 5 giugno, 2014

articolo scritto da:

Schifani: “Non restiamo col Pd fino al 2018”

Altri quatto anni di alleanza con il Pd porterebbero “alla crisi dell’esperienza dell’Ncd come partito nato per rappresentare le istanze del centrodestra e dei moderati”. Ne è convinto il presidente del Nuovo Centrodestra Renato Schifani che, intervistato dal Corriere della Sera, indica la strada di “un governo di programma con Renzi, disancorato dalla durata della legislatura e basato su alcuni punti essenziali e chiari, che possono essere affrontati anche parallelamente: le riforme istituzionali, la semplificazione amministrativa, la riforma della giustizia, la dismissione del patrimonio pubblico”.

Sull’alleanza con il Pd dice: “Non ci pentiamo della scelta fatta. Ma – continua Schifani – bisogna prendere atto della situazione: il Pdl nel novembre 2013 veleggiava intorno al 26-28%. Non voglio ritornare al dibattito su colpe e responsabilità, ma ora Fi è al 16 e Ncd al 4,4%. Bisogna interrogarsi sul futuro: è difficile pensare di riorganizzare il centrodestra quando si è alleati a lungo con la sinistra”.

L’ex Presidente del Senato rilancia quindi il dialogo con Fi: “Trovare intese programmatiche su temi concreti con Forza Italia, così come ha fatto Renzi con Berlusconi legittimamente sulle riforme, è un cammino che dovremmo intraprendere in vista della ricostruzione di un fronte dei moderati che si riconosca nei valori e nell’appartenenza al Ppe e non negli estremismi anti-euro di stampo lepenista”. Schifani  torna però sul nodo della leadership: “Non potremmo pensare ad una alleanza se non si accettassero le primarie di coalizione a tutti i livelli, non solo a livello nazionale”.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

18 Commenti

  1. cuorepensante1 ha scritto:

    TermometroPol In #politica si ruba per fare carriera? Si può diventare ministri versando oboli sostanziosi alle casse del partito? #corruz

  2. Lionello Fantacci ha scritto:

    nel 2018 avremo i carri armati per le strade …..ladri incompetenti ……!!!

  3. Simonetta Camisotti ha scritto:

    ma tu credi di farcela impunito ?

  4. Il Pennivendolo ha scritto:

    Salvini a capo del centro destra non sarebbe male

  5. Gallo Bernardino ha scritto:

    Meglio il duo Grillo Casalegno?

  6. Giuseppe Perdichizzi ha scritto:

    Le mignotte cambiano spesso clienti.

  7. Il Pennivendolo ha scritto:

    Ma grillo e casaleggio stanno a sinistra, cosa c’entra il centro destra?

  8. Roberto Marini ha scritto:

    E perchè mai? Sono lo stesso partito….

  9. Tommaso Voto ha scritto:

    Ma tanto Renzi avrà una maggioranza variabile al senato con SEl e Grillini espulsi…ncd non influente

  10. Guido Zaccaro ha scritto:

    Ti credo…i 5 anni fi legislatura (in assoluto i politici più retribuiti a livello mondiale)..danno un privilegio unico in tutto il pianeta…una “pensione d’oro a vita…

  11. Auro Gall ha scritto:

    Sono d’accordo con Schifani: vadano in galera anche domani tutta la cricca mafiosa del PD,FI & Co prima che sia troppo tardi!!!

  12. Patrizia Baldi ha scritto:

    e se cade prima?

  13. Luisa Bacocchia ha scritto:

    speriamo che entro 2015 siate tutti u a Pianosa

  14. Oscar Barbi ha scritto:

    Prima te ne vai e meglio e’ per tutti…mafioso

  15. Franco Belvisi ha scritto:

    Eri una Merda prima ai tempi di Prodi. Cambiano i Governi e tu sei rimasto sempre ….una Merda!

  16. Sandro Di Spigna ha scritto:

    … che schifo … puzzate già di cadavere …

  17. Riccardo Bottegal ha scritto:

    contento lui, se vuole essere tritato alle elezioni…

  18. Giulio Giliberti ha scritto:

    Neppure noi vogliamo!!!

Lascia un commento