•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 7 giugno, 2014

articolo scritto da:

Renzi annuncia “Misure anticorruzione in pacchetto giustizia, venerdì provvedimento”

Renzi ospite a Napoli in un dibattito della ‘Repubblica delle idee’ parte dalle ultime inchieste, su tutte quella sul Mose, che hanno messo in luce nuovi casi di corruzione legati ad appalti pubblici e coinvolgimento della politica. Deciso il premier: “È fuori dalla storia negare la responsabilità della politica, anche per la mia parte politica”. Non si possono fare distinzioni tra chi è iscritto o “non iscritto” al Pd. “È arrivato il momento – annuncia il premier Renzi – di una riforma radicale” e contro la corruzione “se serve una settimana in più ce la prendiamo” dice il presidente del Consiglio Matteo Renzi a Napoli per la ‘Repubblica delle idee’. “Venerdì faremo un provvedimento di legge – spiega – che non conterrà un potere speciale” per Cantone. Renzi ha detto che ciò che serve “non è una supernocciolina per SuperPippo, per un super Pm”.

Rispetto alle ultime vicende giudiziarie, Renzi risponde ad una domanda sulle prese di distanza di alcuni esponenti renziani sulle inchieste della magistratura e afferma “il giochino di dire loro e noi non può funzionare, soprattutto nel momento in cui sei maggioranza e sei maggioranza nel Paese, dopo un risultato elettorale sconvolgente”. A proposito del risultato elettorale Renzi riconosce di aspettarsi il “35%” come risultato del Pd alle ultime elezioni europee. Per Renzi il 40% “impone al partito di essere il partito della Nazione”.

premier renzi

Greganti – riconosce Renzi – è stato un errore ma il Pd è quel partito che vota a favore dell’arresto di un proprio deputato nonostante una calendarizzazione strumentale”. “Nel caso della corruzione quello che abbiamo da dire lo diremo senza preoccuparci delle ripercussioni sui nostri. Se c’è nel Pd chi ruba va a casa a calci nel sedere esattamente come chi è negli altri partiti. Non c’è Pd e non Pd. Ci sono ladri e non ladri». Così il premier Matteo Renzi a La Repubblica delle idee. Alla domanda circa l’accusa di Grillo di brogli elettorali Renzi, ironico, risponde “per arrivare al 40 per cento abbiamo fatto tanti di quei brogli…”.

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

12 Commenti

  1. Luisa Bacocchia ha scritto:

    venerdi’ di quale giorno mese anno?

  2. Margherita Galotta ha scritto:

    tanto le elezioni sn appena terminate

  3. Mimmo Ristori ha scritto:

    No non fate il giochino noi e loro, tutti i ladri fuori dalle palle!

  4. Carmela Di Vico ha scritto:

    la legge anticorruzione già esiste e pure i reati..dovete mandare i ladri in galera e buttare le chiavi..per fare questo investire nella giustizia e allungare i tempi della prescrizione

  5. Franca Mollea ha scritto:

    parole vuote di significato come lui

  6. Guido Zaccaro ha scritto:

    Quali noi e loro?……sempre a prendere in giro il popolo?..

  7. Giuseppe Pontello ha scritto:

    …GALERA O GULAG :::Come in tutti i paesi civili….USA_RUSSIA

  8. Vincenzo Lopriore ha scritto:

    Quando leggo le parole misure, pacchetti o norme, non so da dove cominciare a ridere…

  9. Alex Hanneman Campana ha scritto:

    Ah Mattè avvisaci quando hai finito di sparare cazzate! Grazie!

  10. Pino Iaco ha scritto:

    Bravo renzi. Un suggerimento, smonta le leghi garantiste (per i corrotti) fatte dal berluska a cominciare dalle prescrizioni dal falso in bilancio e chi più ne ha più ne metta…oggi sei l’unico che può farlo

  11. Massimo Dannazione ha scritto:

    Incredibile la masochistica voglia dei grulli di veder sprofondare il paese…incredibile il godimento che provano!

  12. Massimo Morelli ha scritto:

    Che giochino siete tutti uguali ladri!

Lascia un commento