•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 10 giugno, 2014

articolo scritto da:

Claudio Scajola, testimonianze dal carcere

claudio scajola

I momenti più duri sono passati è Claudio Scajola sembra triste ma non rassegnato, come si apprende da una testimonianza resa da alcuni senatori e raccolta dal quotidiano ‘La Stampa’. L’ex ministro, rinchiuso in carcere per aver favorito la fuga dell’ex parlamentare di Forza Italia Amedeo Matacena, parla della sua detenzione: “sto bene anche se all’inizio è stata dura, cinque giorni di isolamento assoluto”.

Scajola aggiunge: “quando mi hanno concesso il televisore, le cose sono un po’ cambiate”. E spiega come passa le giornate: “il tempo qui non corre veloce, ma ho gli atti giudiziari da studiare”.

claudio scajola

Sebbene Claudio Scajola abbia una cella personale nel carcere di Regina Coeli, chi lo ha visitato parla di un trattamento non certo di favore. “Non si pensi ad una suite, è una cella in condizioni dignitose”, spiega Luigi Manconi. Lo stesso Scajola sembra confermare: “dell’igiene non mi lamento, non va male e finora il medico mi ha visitato periodicamente”.

Manconi parla anche di altri particolari del colloquio avuto con l’ex ministro, come per esempio le letture di Scajola nel carcere, che vanno da Josè Saramago a Joseph Ratzinger.

Emanuele Vena

Sondaggio Index: la scissione farebbe crollare il Pd CLICCA IL VIDEO

Sondaggio Index: la scissione farebbe crollare il Pd CLICCA IL VIDEO

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

articolo scritto da:

11 comments
Lamberto Giusti
Lamberto Giusti

Visto che ti piace fermati pure... Naturalmente a tua insaputa...

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Mettetelo in una cella comune, magari a sua insaputa così lo fregate.