•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 12 giugno, 2014

articolo scritto da:

Cottarelli: la spending review passa anche dall’efficientamento energetico

Spending review Carlo Cottarelli

La spending review passa anche dall’illuminazione. La nuova mossa di Carlo Cottarelli per tagliare sprechi e recuperare risorse passa infatti dalla riduzione dell’inquinamento luminoso e dei consumi elettrici. Il commissario alla spending review riapre il cosiddetto tema “cieli bui” e traccia le linee guida. Cottarelli parte da un parallelo tra l’Italia ed il resto d’Europa e – postando sul suo blog una foto scattata dal satellite – evidenzia l’eccessiva illuminazione dello Stivale, generalmente superiore al resto del Continente ad eccezione di sporadiche realtà come Belgio, Londra e Parigi.

SPRECO ITALIANO – Secondo Carlo Cottarelli l’immagine sottolinea lo spreco di risorse italiane. Nell’affermare ciò, il commissario alla spending review snocciola dati: “il consumo annuo pro capite per illuminazione pubblica in Italia è di 107 kWh, più del doppio della Germania e della Gran Bretagna e un terzo in più della Francia (nonostante Parigi)”. Per Cottarelli lo spreco di risorse pubbliche è notevole, considerando il costo complessivo dell’illuminazione stradale, pari a circa 2 miliardi di euro.

spending review illuminazione

BASTA PAURE, SI’ A LED – Per il commissario bisogna agire su questi sprechi, con l’obiettivo di recuperare almeno 200 milioni di euro. Come? Innanzitutto bisogna “avere un po’ di coraggio e smettere di avere paura del buio”, anche perchè, secondo Cottarelli, “non esiste evidenza empirica di un legame tra intensità della illuminazione stradale e tasso di criminalità”. Peraltro si può evitare di agire sull’illuminazione pubblica in toto, agendo soprattutto sul rimpiazzo di “punti luce che disperdono la luce verso l’alto” e ampliando l’utilizzo di tecnologie Led.

PARTENARIATO E FONDI EUROPEI – Sull’investimento da compiere, Cottarelli esorta ad avere coraggio anche se ciò significa soprattutto un costo nell’immediato, con vantaggi nel medio termine. E poi propone strade in grado di ridurre l’esborso pubblico, come per esempio il partenariato pubblico-privato o l’utilizzo di fondi europei per finalità di efficientamento energetico.

LE REAZIONI – Dai Verdi arriva l’ok alla proposta: sì all’efficientamento energetico, che può portare ad un risparmio di 10 miliardi in 10 anni. D’accordo anche gli ecodem del PD – “misure condivisibili” – e il WWF. Più critici Adusbef e Federconsumatori, che pongono l’indice sulla sicurezza e chiedono di trovare altre strade meno rischiose per i cittadini.

Emanuele Vena

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

La colazione dei cavalieri

La colazione dei cavalieri

articolo scritto da: