•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 17 giugno, 2014

articolo scritto da:

Corruzione negli appalti: 5 arresti a L’Aquila

sisma l'aquila

L’Aquila. La città, capoluogo di regione, distrutta quasi cinque anni fa dal terremoto, torna al centro delle notizie a causa delle speculazioni post tragedia. Sono 5, infatti, gli arrestati per tangenti nella città più importante d’Abruzzo.

Corruzione, falso, turbativa d’asta, millantato credito ed emissione e utilizzo di fatture inesistenti: sono questi i reati contestati da parte di Polizia e Guardia di Finanza nei confronti dei 5 neo incarcerati (due in carcere e tre ai domiciliari). Nel complesso vi sono anche dei ‘pezzi grossi’ della regione centro orientale: l’ex vicecommissario ai Beni culturali alla ricostruzione Luciano Marchetti e la funzionaria Mibac (Ministero Beni ed Attività Culturali) Abruzzo, Alessandra Mancinelli. Quindi tre imprenditori (Nunzio Massimo Vinci, Patrizio Cricchi e Graziano Rosone). Un’indagine lunga, predisposta dalla Procura de L’Aquila e capitanata dal procuratore della Repubblica Fausto Cardella e dai sostituti Antonietta Picardi e David Mancini, insospettiti nel recente passato dalla riedificazione e dal rafforzamento di beni ecclesiastici (le due chiese di Le Anime Sante in Piazza Duomo e Santa Maria Paganica) ed edifici culturali nel centro della città vittima delle scosse telluriche. Sulla chiesa di Santa Maria Paganica il ‘sistema’ aveva allestito una tangente del 1% sui 19 milioni di euro totali predisposti per la ricostruzione.

l'aquila

Parla il Questore de L’Aquila, Vittorio Rizzi: “l’eccellente lavoro della Magistratura e delle Forze di Polizia dimostra l’attenzione degli inquirenti al delicato tema della ricostruzione e l’efficacia dell’azione di contrasto indispensabile per assicurare il corretto rispetto delle regole”. Concludendo, si è voluto personalmente complimentare “per l’attività svolta in perfetta sintonia dal personale della Squadra Mobile e del Nucleo Polizia Tributaria dell’Aquila che ha consentito di mettere in luce illecite condotte poste in essere da imprenditori, liberi professionisti e pubblici funzionari nella ricostruzione del patrimonio della Curia Aquilana”.

Daniele Errera


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

1 comments
Teramaners
Teramaners

ABRUZZO ENGINEERING, PER LA TUTELA DEI BENI CULTURALI - 2 dicembre 2009 - Francesco Carli
Il Presidente Chiodi e il Vice Commissario Marchetti affidano ad A.E. attività per la tutela e il recupero dei beni danneggiati dal sisma. Siglata nel corso della giornata di ieri la convezione con la quale il Presidente della Regione, Dr. Gianni Chiodi, in qualità di Commissario alla Ricostruzione e il Vice Commissario Luciano Marchetti, hanno affidato ad A.E. lo svolgimento di alcune attività di tutela del patrimonio culturale e di recupero dei beni danneggiati dal sisma. Alla stesura della convenzione ha partecipato anche il neo Presidente di A.E., Avv. Francesco Carli il quale ha dichiarato "La Convenzione è operativa dal 1 dicembre ed avvia le attività previste nell'Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3820 dello scorso 12 novembre 2009. E' un atto particolarmente significativo e qualificante perché impegna il personale di A.E. nelle azioni tecniche per la pronta sistemazione del patrimonio monumentale e culturale della Città dell'Aquila e per la sua restituzione alla comunità cittadina e internazionale. http://www.leditoriale.com/index.php?page=articoli&articolo=4531