•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 24 giugno, 2014

articolo scritto da:

Sospensione acquisto F35, Pinotti lancia l’allarme: “Danni alle aziende italiane”

ministro pinotti

In audizione presso le commissioni Difesa di Camera e Senato, il ministro della Difesa Roberta Pinotti mette le mani avanti sulla sospensione dell’acquisto dei caccia bombardieri americani F35. “Sospensione doverosa”, ha detto il ministro, in considerazione “delle indicazioni emerse in Parlamento”, ma che implica “oneri non trascurabili” e rischia “di causare effetti particolarmente negativi in termini di sostenibilità industriale”.

In buona sostanza, lo scorso maggio la Camera, su iniziativa del Pd, ha votato per la moratoria sul contratto di acquisto, stabilendo che l’accordo andrà riscritto per in modo da prevedere il dimezzamento delle spese originariamente previste.

Dimezzamento delle spese che, come effetto collaterale, potrebbe voler dire anche forte diminuzione delle entrate. È quello che sostiene la Pinotti: “Il mancato avviamento delle attività produttive relative agli acquisti avrebbe, come diretta e immediata conseguenza, che le commesse internazionali provenienti dagli altri Paesi che hanno deciso di acquisire l’F35 sarebbero inesorabilmente dirottate verso lo stabilimento statunitense”, andando a penalizzare il sito produttivo italiano, l’unico esistente al di fuori degli Stati Uniti. Quindi, conclude il ministro, “se ci fermiamo ora, gli altri potranno sorpassarci e, a quel punto, sarà molto difficile domani riconquistare il terreno perduto”. Si pensa, soprattutto, alla stabilimento di Cameri, in provincia di Novara.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

27 Commenti

  1. Franca Crivella ha scritto:

    Quante aziende hanno chiuso in questi anni solo perchè non producevano “MORTE”? Che schifo!!

  2. Meris Pellegrini ha scritto:

    Renzino ha fatto le primarie criticando i milioni spesi per gli F35

  3. Rosa Rossi ha scritto:

    basta con questa storia delle aziende che chiudono, nessuno si è preoccupato di quelle che hanno già chiuso, è il solito ricatto dei politici.

  4. Renzo Grigolon ha scritto:

    convertirli in aquiloni

  5. Alberto Rilla ha scritto:

    Voi siete un danno per l’Italia. A casa!!!

  6. Andrea Martini ha scritto:

    Vai a fare in culo, bestia. E sono stato civile.

  7. Federico Maestri ha scritto:

    Lo sai come si salvano? Stanziando fondi per le aziende invece che per comprà gli aeroplanini.

  8. Ignazio Farinello ha scritto:

    Andavano
    Presi, magari con i soldi sprecati per le risorse

  9. Lamberto Giusti ha scritto:

    Il solito ricatto… La Pinotti sembra una sindacalista. Ma che danno alle aziende, pensino agli italiani che hanno (abbiamo) le pezze al culo! Altro che F35, date una bella fionda all’aviazione, che è meglio…

  10. Grazia Gioè ha scritto:

    perché non viene muzzicata pure qusta….

  11. Mimmo Ristori ha scritto:

    Perchè non si usano quei soldi per pagare i miliardi di debiti della P.A., evitando la chiusura di altre decine di fabbriche? Calate le tasse ad evitare ulteriori delocalizzazioni. Convertite fabbriche di inutili aerei in aziende agricole. Lasciate che altri vendano mezzi militari pieni di problemi e con costi che lievitano in continuazione. Non bastano gli Eurofighter ed i tornado? Abbiamo tenuto gli F104 per 40 anni!

  12. Mimmo Ristori ha scritto:

    Quei soldi possono essere impiegati in altro modo, creando infrastrutture moderne, ospedali degni di un paese civile, ristrutturando scuole ed università, pagando puntualmente i debiti della P.A, abbassando le tasse per tante PMI dando loro modo di sopravvivere e continuare a mantenere i livelli occupazionali. Sarebbe sempre possibile salvare quei posti di lavoro che si dovessero perdere non producendo aerei che, oltretutto, sono criticatissimi dal punto di vista qualitativo persino negli USA. Abbiamo tenuto gli F104 per cinquanta anni, ora Tornado, AMX ed Eurofighter sono già obsoleti? .Cosa ci serve una Aeronautica Militare ultramoderna? Le portaerei, per l’uso che ne facciamo, possono ancora usare gli Harrier. Anzi, visto il loro costo esorbitante, ogni volta che prendono il mare, basterebbe tenerne una. Altro che 2000 posti di lavoro si troverebbero creando le tante suddette infrastrutture necessarie ed evitando, abbassando le tasse, la delocalizzazione di tante aziende! Facciamo parte della NATO, accontentiamoci ed armiamoci il giusto senza evocare una “grandeur” alla francese (i loro “Rafale” non sono sicuramente superiori ai nostri “Eurofighter”). Saluti.

  13. Maria Morrone ha scritto:

    Ma alle tasche dei cittadini non ci pensa nessuno? O meglio pensano solo a svuotarle se non sono già vuote?

  14. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Tortelli:ci puoi scommettere il culo che ne so pou dei coglioni ignoranti e gonzi come te che parlano di cose che non conoscono!

  15. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Tortelli: Lo puoi ben dire!!

  16. Miky Isola ha scritto:

    La ricadute per le aziende italiane purtroppo e’ minima ed e’ un investinto inutile anche per la sicurezza nazionale…e’ il solito tributo che si paga agli intwressi stranueri di fatto l’italia ha perso la guerra ed e’ praticamente una colonia con piu padroni…e’ molto triste ma e’ cosi

  17. Dante Franchi ha scritto:

    Ma allora date tutti quei soldi alle aziende italiane per fare cose che servano al Paese.

  18. Moris Bonacini ha scritto:

    no eh?!

  19. Aldo SoloInter ha scritto:

    allora per non far chiudere queste aziende ordinate altri 100 F35 per poi farli marcire ……..

  20. Mimmo Ristori ha scritto:

    Forse hai ragione LUCIANO, ma il “fine economista” non mi ha risposto, che gli si sia bloccata la dialettica militarista?

  21. Lucio Bufo ha scritto:

    beh, con i tanti miliardi risparmiati le si può aiutare a diversificare …

  22. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Isola: Parla di cose che conosci che, in fatto di contratti miltari internazionali non sai niente! La ricaduta e più che conveniente sia direttamente che indirettente. Se poi sai che per progettare e costruire un velivolo alternativo, della stessa classe dell’ F35, ci vogliono piu di 10 anni, mi spieghi, saputo grillode, come mmoderni l’Aeronautica Militare Italina?

  23. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Vai al cesso che poi ti passa il mal di pancia! Stupidello!!!

  24. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Chi invoca una grandeur? Tu piuttosto auspichi mineur, Ma di che parli , tu un aereo da combattimento l’hai mai visto da vicino in vita tua? La conosci la differenza tra un VTOL e uno STOL? Hai idea di come è fatto un aereo invisibile ai Radar? Solo perche conosci i nomi di qualche aereo tu credi un esperto? Metti insieme una spapranzata di settori , che dici carenti, ma lo dici tu, da adeguare con 13,5 MLD in 20 anni, cioe 650 Mil / anno. Questo e solo altrismo cinico se non idiota.

  25. Savina Checchia ha scritto:

    evviva

  26. Mimmo Ristori ha scritto:

    Sembravi quasi convincermi, poi hai finito con quella definizione “idiota” e ti sei……. smascherato! Conosco la differenza tra un VTOL ed uno STOL (c’è pur sempre wikipedia……..!). Ho sentore che esistono aerei invisibili ai RADAR ,gli Stealth, che comunque non sono totalmente invisibili (l’Eurofighter è un semi-stealth). Ciò detto, io parlavo di giustificabile impiego di denaro pubblico in momenti di crisi come questi e definire non carenti quei settori dei quali parlo è un tuo “cinismo” Non metto il mio patriottismo nell’ammodernamento dell’aeronautica militare; noi siamo diversi, anche nella sobrietà con la quale esprimiamo le nostre personali opinioni e che ognuno resti della propria idea. Saluti.

  27. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Te lo dicevo che non ha mai visto dea vicino un velivolo da combattimento e fai il saputo perchè vikipedia dice che, Eurofighter sia un semi- STELT, lo dicono solo quelli come vikipedia che di STELT non sa niente. Dopo tutta la spaparanzata che hai fatto sul diverso impiego di danaro, come se 13 MLD in 20 ( quando entrera in linea F35 anche per EFA Eurofigthe balleranmo i rivetti nelle sedi) fossero la soluzione di tutti i problemi sociali del paese. Confermo ti considero un idiota, perchè nel mio primo post, ho parlato di nessuna proposta alternativa all’F35, per ammodernare un’Aeronautica Militare che, qualche anno fa ha dovuto affittare gli F 16, per assolvere al suo ruolo istituzionale, e tu hai subito puntato, da vero idiota, all’altrismo pacifista, becero e imbelle, che non ha nulla a che fare con le realtà alla quale si deve far fronte. Invece ad inveire e di prendere il “cinismo”, per buono, senza ragionare si finisce con il fare i saputi ,come te, per poi rifarsi a vikipedia! Che in senso generale da buone notizie, ma qualche volta ne dice una di troppo, come i semi-stelt eurofigther. Ti ricordo che quando si è stabilito il Requisito Militare di EFA ( Tyfoon) eravamo 1976, che da prima sembrava si dovesse fare in collaborazione con Dassolt per Rafale, e che a quel tempo gli STELT erano allo studio negli USA ma non esistevano ancora. Come vedi io non ho bisogno di vikipedia per parlare di Aviazione, in generale, e chi dice che la ricaduta e pressochè nulla, dice una grossa cazzata. Questi non sono problemi ideologici “Grillo centrici o SELoidi”, sono problemi di difesa seri, visto il vento che tira intorno al nostro paese.

Lascia un commento