•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 11 luglio, 2014

articolo scritto da:

Sondaggio Swg: il Centrosinistra è quasi solo PD

Sondaggio Swg, intenzioni di voto.

Sondaggio Swg: il Centrosinistra è quasi solo PD

Torna come ogni Venerdì il sondaggio Swg sulle intenzioni di voto degli Italiani, che questa settimana rileva cambiamenti di entità ridotta che non cambiano il gioco di forze in atto tra i partiti in campo. Rimane infatti in testa il PD, che non esce dalla cosiddetta “luna di miele” con gli Italiani e pur perdendo lo 0,8% rimane al 41%, leggermente al di sopra del risultato europeo di circa un mese e mezzo fa. Gli altri partiti di Centrosinistra sembrano boccheggiare in confronto alla forza disarmante del PD: Sel scende all’1,7%, Rifondazione Comunista al 1,3%, IDV allo 0,7% così come gli altri partiti minori. Nel complesso dunque l’area di Centrosinistra attrae il 45,4% degli elettori che si recherebbero alle urne in caso di elezioni, tra cui però la stragrande maggioranza voterebbe PD.

Sondaggio Swg, intenzioni di voto.

Sondaggio Swg, intenzioni di voto.

Nel centrodestra il consenso è molto più frammentato, anche se Forza Italia questa settimana riesce a guadagnare lo 0,7% raggiungendo il 17,3%. Gli altri partiti rimangono praticamente stabili, con in ordine Lega Nord al 6,9%, Ncd al 4,1% e Fratelli d’Italia al 3,3%, e così nel complesso il Centrodestra raccoglie il consenso del 32,4% degli Italiani, crescendo rispetto alla scorsa settimana.

Il Movimento 5 Stelle intanto rimane un passo avanti a Forza Italia, guadagnando lo 0,3% che permette a Beppe Grillo di raggiungere il 20% netto. L’apertura al PD non sta facendo sfondare il Movimento guadagnando nuovi elettori, anche perché i segnali ambigui che vengono dagli esponenti del M5S non permettono di fare chiarezza rispetto ai loro intenti. Intanto Scelta Civica è sempre più in difficoltà scendendo allo 0,5%, gli altri partiti ottengono l’1,7% e la quota di Italiani che non si esprime riguardo al proprio voto raggiunge oggi il 40,5%.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

17 comments
Lorenzo Paciotti
Lorenzo Paciotti

lo sapete chi esiste parecchio? Voi "popolo della rete" AHAHAHAHAHAHAHAH

Mirko Web
Mirko Web

Ma i sondaggisti ancora lottano?

Franco Gentile
Franco Gentile

Sulla collocazione nel cosiddetto centrosinistra del PD di oggi io non sarei tanto sicuro che sia quella giusta.................

Gianfranco Mancini
Gianfranco Mancini

......allora dopo tutte le sciocchezze riportate si deduce che sarebbe meglio un governo guidato da Grillo, VERO AMICO?? Fatti una dormita e blatera con moderazione.

Giovannico Marongiu
Giovannico Marongiu

Perchè il pd è un partito di sinistra o centrosinistra che dir si voglia??? Mai visto un partito reazionario e conservatore come codesto!!!!

Francesco Silvano
Francesco Silvano

il partito di renzie..Il PD non esiste come esisteva il partito di Berlusconi...sono accentratori e i partiti crescono e muoiono con loro...partito at personam!!!

Marco Marconi
Marco Marconi

Se i sondaggisti sono quelli delle elezioni allora c' e' da crederci. Buffoni!!!!

Michelangelo Romano
Michelangelo Romano

Anche i sondaggi come la stampa? Solo quello che fa piacere al premier

Pasquale Alessi
Pasquale Alessi

Un funzionario della Commissione europea ha riferito al Wall Street Journal che il premier italiano Matteo Renzi avrebbe investito eccessivo capitale politico sulla questione della flessibilità del Patto di stabilità, ma riceverà "noccioline". In sostanza, il governo Renzi si starebbe imbarcando in una clamorosa sconfitta sul piano politico in Europa, nonostante sia uscito trionfante dalle elezioni europee di maggio e abbia goduto inizialmente dei favori della Germania. Il Wall Street Journal rivela che l'Italia non otterrà la flessibilità che cerca sui conti pubblici. Secondo il quotidiano finanziario l'Unione Europea non garantirà margini di manovra significativa sui parametri di indebitamento, vista l'ostilità del Nord Europa, Germania in testa. E le cattive notizie arrivano anche e soprattutto dal fronte interno per il governo Renzi. Ieri, il dato sulla produzione industriale ha lasciato di stucco un pò tutti: -1,2% a maggio su aprile e -1,8% su base annua. L'attesa era per una crescita mensile dello 0,1%. Si conferma il timore dell'Istat su un pil in calo anche nel secondo trimestre dell'anno. L'unica ricetta contro il debito è la crescita, ha spiegato ieri Padoan all'assemblea dell'Abi. E, infatti, in Italia non c'è crescita, ragione per cui arriverà in autunno una nuova ed ennesima stangata, la tristemente famosa manovra correttiva dei conti pubblici. Anche JP Morgan valuta le misure necessarie per mantenere ordinati i conti pubblici in 10 miliardi di euro, lo 0,6% del pil. Stessa cifra per gli analisti di Mediobanca, mentre in politica si vocifera sotto-voce di 20 miliardi. (Fonte 1 - Fonte 2 - Fonte 3)

Pasquale Alessi
Pasquale Alessi

non si rendono conto del casino di tasse di renzi..che mette

Simone Bonanomi
Simone Bonanomi

E' quasi solo "centro". E poi la fiducia è data al nuovo salvatore della patria, Renzi. Occhio però che quando le cose sono grandi, le cadute sono altrettanto grandi. Ad oggi nonostante le tante parole da televendita, abbiamo un economia in stallo totale. E questa è la cruda realtà.