•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 18 luglio, 2014

articolo scritto da:

Grasso: “Rafforzare legittimità democratica istituzioni Ue”

presidente del senato pietro grasso

“Per riguadagnare la fiducia dei nostri cittadini nel progetto europeo, dobbiamo rafforzare la legittimità democratica delle istituzioni comuni e le interazioni fra il Parlamento europeo e i Parlamenti nazionali, che sono attori complementari e non concorrenti”. Il presidente del Senato, Pietro Grasso, indica all’Ue la ricetta per riacquistare la credibilità e la fiducia dei cittadini. L’occasione è la riunione dei Presidenti degli organi parlamentari Ue.

“La Legittimità – spiega Grasso – è stata messa alla prova dalle scelte sulla crisi”, ha sottolineato citando Juncker. La seconda carica della Stato continua: “Ora dobbiamo guardare avanti, rilanciare la crescita con la massima determinazione possibile e rafforzare la fiducia dei cittadini nel meraviglioso progetto europeo attraverso democraticità ed efficienza”. “Voglio dirlo a quei colleghi che non condividono l’iniziativa di una Procura Europea per proteggere gli interessi finanziari dell’Unione – ha puntualizzato il presidente del Senato – contrapporre sovranità ad azioni comuni è un errore quando si tratta di questioni transnazionali che trascendono del tutto dal controllo dei singoli Stati. Che ci piaccia o no siamo vincolati ad un destino comune e solo insieme possiamo governarlo invece che subirlo”.

Renzi Mogherini

“Dopo la crisi economica e finanziaria più drammatica dal secondo dopoguerra – ha spiegato Grasso – sono stati adottati diversi strumenti comuni di governance, preventivi e correttivi. Misure per spegnere l’incendio. Ma come ha bene ricordato il Presidente Juncker, il percorso non è stato privo di errori. È mancata l’equità sociale“, denuncia Grasso che ha ribadito la necessità di “concentrare l’azione dell’Unione su quegli obiettivi che solo l’azione comune può consentire di ottenere. Fra questi la gestione solidale e condivisa dei flussi migratori e la lotta alla criminalità transnazionale e al terrorismo che dobbiamo considerare responsabilità comuni e collettive”, ha concluso il presidente di Palazzo Madama.

“Insieme ai rappresentanti del Governo italiano e della Commissione europea – ha ricordato ai presenti Grasso – vi apprestate a dibattere due temi di rilievo cruciale come le prospettive dell’Unione europea dopo le elezioni e le potenzialità insite nei fondi strutturali e di investimento, elemento portante del bilancio dell’Unione per il periodo 2014-2020″. “Vi auguro dunque – ha continuato – una proficua giornata di lavoro, certo che saprete fornire indicazioni preziose per il rilancio e il rafforzamento della nostra Unione, nel segno della crescita e di una rinnovata unità di intenti e di valori”, ha concluso il presidente del Senato.

Carmela Adinolfi

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

3 Commenti

  1. Annita Mastrodomenico ha scritto:

    Hahaha! ..per quest avete fatto assolvere il pedofilo?….. per la corte d’appello non c’è stato neppure l’abuso di potere?? (che paese del caz.o è questo) … adesso anche per la magistratura Ruby è la nipote di Mubarak… Con chi ha parlato Renzi o il Re Napolitano per salvagli il “deretano”?….

  2. Nicola Berardi ha scritto:

    “Avete” chi? E’ il Presidente del Senato, cosa c’entra con la Corte d’Appello di Milano? E cosa c’entrano Renzi e Napolitano con la Corte d’Appello di Milano? E soprattutto, si parla di legittimare le istituzioni comunitarie, cosa c’entra l’assoluzione di Berlusconi?

  3. Annita Mastrodomenico ha scritto:

    Beata innocenza!…

Lascia un commento