•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 19 luglio, 2014

articolo scritto da:

Cgia: “In 5 anni, -15% valore case, tasse quasi raddoppiate”

case tasse sulla casa

Crolla a picco il valore degli immobili, ma continuano ad aumentare tasse e imposte sulla casa. È la situazione fotografata da  un’analisi della Cgia di Mestre. Negli ultimi 5 anni in Italia la tassazione sul mattone è quasi raddoppiata, mentre il valore economico delle abitazioni è mediamente sceso del 15%. I dati medi nazionali, riporta l’ufficio studi della Cgia, fanno emergere che il valore di mercato di una casa di tipo civile (categoria catastale A2) è sceso del 15%,  nel periodo 2010-2014, da quasi 200.000 a poco meno di 170.000 euro. Paradossalmente, però, le imposte ordinarie come la Tasi e la Tares sono salite del 104% (da 300 a 611 euro). Perciò, denuncia la Cgia, l’incidenza delle imposte sul valore della casa è passata dall’1,5 per mille al 3,6 per mille: un incremento calcolabile intorno al 140%.

cgia mestre

Anche per le abitazioni economiche (categoria catastale A3) la contrazione del valore di mercato è stata in media del 15% (da quasi 174.500 a poco più di 148.30 euro), mentre l’aggravio fiscale è aumentato dell’88% (da 264 a 495 euro). In questa situazione, dunque, il peso delle imposte sul valore dell’immobile è salito dall’1,5 per mille al 3,3 per mille (+121%). Sempre nello stesso periodo, sottolinea la Cgia, l’inflazione è aumentata del 7,3%. “Tra il 2010 e il 2014 – spiega il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi – abbiamo assistito ad un incremento spaventoso del prelievo fiscale sulle abitazioni e, parallelamente, a una drastica riduzione del valore di mercato delle stesse. Due fenomeni di segno opposto che hanno contribuito a ridurre la ricchezza degli italiani”. Per il numero uno della Cgia, il valore delle case ha subito un calo anche a causa del vertiginoso aumento della tassazione. “Chi possiede una casa o un capannone sta vivendo un incubo. Tra Imu, Tasi e Tari gli immobili sono sottoposti ad un carico fiscale ormai insopportabile”, spiega Bortolussi. Una situazione che si ripercuote negativamente anche sull’indotto legato al settore casa. A risentire della crisi del mattone gli artigiani del legno, gli specialisti nel settore degli impianti e tutte le imprese che  hanno chiuso o sono state costrette a drastiche riduzioni del personale dipendente.

Carmela Adinolfi

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

6 Commenti

  1. Giovanni Ventrella ha scritto:

    Grazie a Monti ed al P d

  2. Antonino Di Nizio ha scritto:

    Tutti abbiamo bisogno di una ITALIA garante dei bisogni di tutti e di un meglio per chi è più capace e lavoratore!!! Allora ognuno dia il suo, ognuno si spogli per qualche anno e collabori al lavoro RIFORMATORE, partendo dall’esistente buono !!!! C’è bisogno urgente di questo impegno a fare le riforme, se ciò non sarà è un peggio per la ITALIA tutta: Benestanti e Poveri!!!!!! Chi si sente più forte si faccia l’ultimo o l’umile e dia; dare oggi questo impegno è avere coraggio a confrontarsi con ogni forza politica, si è così, senza questo impegno non ci saranno mai le riforme e chi ciò non vede è cattivo per i suoi figli e per i figli degli altri !!!!! Pace in Dio se in Dio si ripone la forza a vincere l’orgoglio.

  3. Michelangelo Romano ha scritto:

    -15 una utopia , quando trovi un compratoore ipotetico il prezzo scende a -50%

  4. Luca Argalia ha scritto:

    Pazzia

  5. Vincenzo Lopriore ha scritto:

    Il -15% non so come al solito su quale discutibile statistica di basa, la realtà e’ totalmente un’altra.

  6. Marco Angius ha scritto:

    nn lamentati avete votato il pd pdl state muti

Lascia un commento