•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 20 luglio, 2014

articolo scritto da:

Pd, Guerini cambia verso: “Basta giustizialimismo, cambiamo le regole insieme”

guerini

C’era un tempo, nemmeno troppo lontano, dove a sinistra Silvio Berlusconi era visto come il “nemico” e la magistratura come l’unica entità in grado di eliminarlo politicamente. Ora, iniziata l’era Renzi, tutto è cambiato. Lo si capisce dalle parole del vicesegretario Pd, Lorenzo Guerini che in un’intervista a QN dichiara: “Credo che, anche a causa della presenza in campo di Berlusconi nel doppio ruolo di leader politico e di imputato, negli ultimi vent’anni la politica sia stata troppo condizionata nell’affrontare i temi della giustizia. Ma quella stagione si è chiusa”.

guerini

Alla domanda se l’assoluzione dell’ex premier chiuda la stagione giustizialista del Pd e ridia slancio al patto del Nazareno, Guerini  risponde di “sì”. “Credo che sarà possibile rispettare la nostra tabella di marcia sulla riforma del Senato”. L’immunità parlamentare, chiarisce, è stata prevista dai padri costituenti “per tutelare l’autonomia della politica ed è chiaro che la politica debba essere all’altezza di questa garanzia. Personalmente – continua Guerini – concordo con chi intende delegare a un soggetto terzo come la Corte costituzionale le decisioni sui parlamentari alle prese con la giustizia”. Quanto al dialogo con il M5S, “l’incontro chiesto da Di Maio è stato sconvocato da Grillo. Noi crediamo che la scrittura delle regole del gioco politico presupponga ampie convergenze, ma se loro non vogliono”. E sull’Italicum “non cercheremo forzature” in tema di preferenze. Guerini riflette poi sui dissidenti Pd: “Sono una minoranza che è molto minoranza: una sommatoria di posizioni individuali, più che un’area politica”. Infine conferma l’obiettivo del governo di maggiore flessibilità dei Trattati europei in cambio di riforme e risponde al commissario agli Affari economici Ue Jyrki Katainen, contrario ad una lettura creativa del Patto di Stabilità: “non siamo scolaretti indisciplinati: cosa fa l’Italia lo decide il popolo italiano, non un commissario finlandese”.

NENCINI, I GIUSTIZIALISTI DEL PD ORA SI PENTANO –  Anche il viceministro dei Trasporti, Riccardo Nencini, commenta l’assoluzione in appello di Silvio Berlusconi, imputato nel processo Ruby. Il leader del Psi chiede alla sinistra di fare mea culpa: “Una buona parte dovrebbe farlo perchè ha accettato che la seconda repubblica si fondasse su una linea di confine tra destra e sinistra diversa da ogni altra parte del mondo: il confine in questi vent’anni non è stato come ridistribuire la ricchezza in Italia, ma la giustizia con due tifoserie schierate. La sentenza, continua Nencini, “significa due cose: la prima è che i giudizi etici non si possono sovrapporre a valutazioni di ordine penale”. “Spero che la sentenza possa servire ad archiviare quella linea di confine su cui la seconda repubblica è nata”. “Se le parole di Orfini non sono dichiarazioni generiche – conclude Nencini – la svolta del Pd si vedrà sulla responsabilità civile dei giudici. Per quanto ci riguarda, il relatore è il socialista Buemi e abbiamo a Palazzo Madama una piccola ma agguerrita pattuglia di socialisti”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

28 comments
Anna Friscia
Anna Friscia

Attuate direttamente il programma di FI , siate più onesti

Auro Gall
Auro Gall

Ma sono solo due fascisti camuffati dalla logica del pensiero unico delle oligarchie europee. DELINQUENTI!!!

Lorenzo Zen
Lorenzo Zen

...poveretti.... poveretti loro e poveretti anche noi...

Erio Tognolo
Erio Tognolo

Guerini chi?! Il nulla fatto persona.... Anzi, il nulla fatto dal bullo toscano... Fate vomitare, analfabeti della politica!

Marco Marconi
Marco Marconi

Il bersaglio e' sempre piu' vicino. Gira e rigira il caimano vince sempre. Adesso il lavoro sporco lo fara' il pd, fintanto che lui si rifa' una verginita' perduta, ricostruisce il suo partito e si trova pronto a ricoprire la suprema carica, ma con regole nuove apparecchiate dal pd. A quel punto gli elettori pd, arrivati di recente, torneranno alla casa del padre. Renzi verra' dimenticato e gli italiani continueranno a spalare sterco. Auguri

Gianfranco Mancini
Gianfranco Mancini

Se questo e' il Pd attuale non resta che cercarsi un altro partito.

Enzo Tartaglia
Enzo Tartaglia

O che mi sei rimbischerito pure te !!! quando si tocca i potenti è giustizialismo ???? ma per piacere Guerrini ti facevo cosi servo ..

Luisa Bacocchia
Luisa Bacocchia

vergognatevi i signor del patto del Nazreno ,fra 6 mesi sarete finiti

Massimiliano Guatteo della Banda
Massimiliano Guatteo della Banda

ennesimo IGNORANTE del PD. Il Giustizialismo non c'entra nulla con la magistratura, il termine nasce con Peron in Argentina e riguarda il SOCIALE non la giustizia!!!

Alfredo Bartolini
Alfredo Bartolini

......cambiare le leggi insieme, tra un condannato in primo grado (renzi) e un pregiudicato (berlusconi) il cui partito è cofondato da un mafioso, e molteplici personaggi tra condannati in primo grado , ed altri sotto inchiesta,.... che cosa si debbono aspettare di buono i cittadini onesti........leggi come quella della severino...salva penati e berlusconi.....

Miky Isola
Miky Isola

Ci vuole equilibrio la giustizia deve essere una cosa seria se vogliamo sperare di mantenerci un paese civile. Io sono da sempre un garantista ma non posso ignorare il grande male che c' é nel nostro paese la corruzzione e la malavita organizzata. Contro queste tremende piaghe sociali é necessaria una giustizia autorevole e forte che dia delle risposte forti a difesa del paese.

Leana Ranzi
Leana Ranzi

siete la vergogna del nostro paese venduti ad un delinquente per niente onorevole ,fate schifooo