•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 20 luglio, 2014

articolo scritto da:

Italicum, Boschi: “Avanti così, con M5S si perde tempo”. Di Maio: “Meno spazio per Grillo e Casaleggio”

Sulle riforme “non vedo grandi margini di trattativa sulle modifiche richieste, visto che abbiamo fatto un lavoro molto approfondito di tre mesi”. Lo afferma il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi in un’intervistata alla Stampa. E chiede di accelerare l’iter: “Ci sono tecniche procedurali nelle modalità di voto degli emendamenti per rendere più rapidi i tempi anche senza arrivare al contingentamento. Speriamo di chiudere le votazioni sulla riforma del Senato qualche giorno prima del 10 agosto”.

L’immunità? “Toglierla lasciando solo l’insindacabilità sulle opinioni espresse dei senatori era la soluzione del testo base del governo. Poi abbiamo ritenuto fosse un argomento ragionevole la tesi secondo cui il Senato debba per forza avere lo stesso tipo di garanzie che hanno i deputati”. Il ministro si sofferma anche sui Cinque Stelle: “Ogni giorno hanno una idea diversa. Hanno due linee opposte, frutto del risultato delle europee, ma noi non possiamo passare il tempo a mediare tra le loro correnti”. E respinge la tesi secondo cui il governo prema sulla legge elettorale per votare a marzo: “Falso. Noi facciamo le riforme perchè servono al Paese”.

Fino al 2018, assicura, la legge elettorale “non servirà. Se riusciamo a trasformare davvero il Paese non c’è motivo di interrompere il lavoro“. Boschi riflette infine sugli effetti della sentenza di assoluzione di Berlusconi sulle riforme: “Penso che il percorso sarebbe andato avanti comunque come sosteneva Forza Italia. Abbiamo riconosciuto a Berlusconi un ruolo politico, perchè abbiamo sempre pensato che giustizia e politica non dovessero essere sovrapposte”. 

maria elena boschi riforme approvazione commissione e aula

Sulle riforme dice la sua anche il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, oramai leader in pectore del Movimento 5 Stelle. Secondo Di Maio, “d’ora in poi Beppe Grillo e Casaleggio avranno meno spazio ma loro sono contenti e sono in una fase in cui cercano di dare più responsabilità a quelli che oggi fanno parte del Movimento e ne condividono la linea”. “Grillo e Casaleggio – ha spiegato Di Maio – attraverso il blog gestiscono una parte del Movimento, un’altra parte la decidiamo noi in assemblea: questo procedimento porterà a dare maggiori responsabilità a chi prima ne aveva meno e viceversa. Il Movimento 5 Stelle, proprio perchè si chiama così, è in continua trasformazione e subirà altre trasformazioni. Non la vivo come una nostra emancipazione, ma sono loro che stanno dando più responsabilità alle varie entità politiche del M5S”.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

La colazione dei cavalieri

La colazione dei cavalieri

articolo scritto da: