•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 22 luglio, 2014

articolo scritto da:

Centrodestra: Toti chiede federazione, Ferrara allontana (momentaneamente) Berlusconi

“Oggi non è tempo per una riunificazione sotto un’unica bandiera o per una nuova CdL”. Il messaggio è di Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia, intervistato da Il Giornale. E aggiunge: “Bisogna lavorare su una federazione dove ciascuno conservi la propria identità”.

“PUNTI PROGRAMMATICI CONCRETI” – Toti rilancia la ricostruzione del centrodestra, chiedendo che sia basata su concreti punti programmatici e tramite un dialogo che abbracci “non solo Ncd, ma anche Udc, Lega, Fratelli d’Italia”, vale a dire “tutti quelli che strategicamente si ritengono alternativi al centrosinistra”. Toti respinge i suggerimenti di Cicchitto, che chiedeva a Berlusconi di farsi da parte: “è un ragionamento inaccettabile”. E sottolinea che “Forza Italia alle Europee ha preso poco meno del 17%, più di tutti gli altri, Ncd, FdI e Lega, sommati insieme”. Lanciando quindi un messaggio chiaro: “se si vuole unire bisogna dialogare all’insegna del rispetto reciproco. Chi pensa a una coalizione deberlusconizzata dimostra di essere fuori dalla storia e lontano dagli elettori”.

berlusconi

FERRARA: “SILVIO ORA NON PUO’ TORNARE” – Sulla situazione del centrodestra si esprime anche Giuliano Ferrara, intervistato da Il Messaggero. “Non è che Berlusconi domani prende e rientra in campo, anche perchè è decaduto e non potrebbe”. Quale ruolo, allora? Secondo Ferrara, Berlusconi – dopo l’assoluzione – “deve guidare e ispirare, sia nel centrodestra che nella sinistra renziana, che non è la stessa cosa di prima, la passione per il riscatto nazionale. Siamo gli unici ormai anche nel Sud Europa a restare impantanati nella crisi. Rischiamo il sorpasso della Spagna, del Portogallo, se non addirittura della Grecia”. A proposito del centrodestra, Ferrara è categorico: “il centrodestra non esiste. Esiste un signore che si chiama Silvio Berlusconi. Lui solo ha il brand, un brand che non so quanti punti può valere”. E aggiunge, a proposito delle primarie: “che si facciano o non si facciano non m’interessa. Si prenda atto che l’unica personalità emersa nel centrodestra, al di là di Bossi e di Casini, risucchiato in un centrismo minoritario, è il Cavaliere”.

Massimo Borrelli

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

Lascia un commento