•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 25 luglio, 2014

articolo scritto da:

Pier Ferdinando Casini sui marò: “riportiamoli a casa”

“Adesso riportiamo a casa i marò”. L’appello è di Pier Ferdinando Casini, presidente della Commissione Esteri del Senato. In un’intervista concessa a ‘QN’, il leader dell’UDC analizza la vicenda dei militari ancora bloccati in India, anche alla luce dei fermenti politici in atto nel gigante asiatico.

SILENZIO OPEROSO – Così Pier Ferdinando Casini sull’operato del governo in merito alla vicenda: “il silenzio del governo è un silenzio operoso, non una dimenticanza o una trascuratezza”. E spiega: “come gli stessi marò hanno sollecitato il 2 giugno nel collegamento con le commissioni congiunte, vogliamo tenere ben distinte le due questioni: l’arbitrato internazionale al quale l’Italia ha deciso di adire e gli spazi di possibile mediazione politico diplomatica che si devono tenere aperti”.

Casini

CAMBIO DI GOVERNO NON NEGATIVO – “Il fatto che in India ci sia stato un cambio di governo non è negativo, perchè è vero che il premier Narendra Modi può essere più lontano da noi, ma la sua storia personale è molto diversa da quella di una italiana che è poi diventata una preminente figura politica in India”. Pier Ferdinando Casini è perciò ottimista: “i pregiudizi dell’opinione pubblica indiana, che impedivano la piena libertà di manovra di Sonia Ghandi, oggi non esistono più”.

ELOGIO ALLA MOGHERINI E CRITICA ALL’UE – Pier Ferdinando Casini analizza l’operato della Farnesina, elogiando l’azione del ministro degli Esteri e spingendola verso altre cariche prestigiose, nel totonomine a livello UE che va avanti da settimane: “la Mogherini sta lavorando molto sul tema marò e lo farà con ancora più efficacia se sarà il rappresentate della politica estera dell’Unione”. Tuttavia, il leader dell’UDC non può fare a meno di analizzare il modus operandi piuttosto sfilacciato dell’UE: “l’Europa sullo scenario internazionale non esiste perchè parla con troppe voci ed è afona con l’unica voce che dovrebbe parlare, quella dell’Ue. Quello che sta succedendo a Gaza e quello che è successo con la Russia e l’Ucraina purtroppo ne sono la prova”.

Emanuele Vena

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

4 Commenti

  1. Germano Defrancesco ha scritto:

    cosa non farebbe per mettersi in mostra!

  2. Nicola Pedone ha scritto:

    c’è solo un piccolo problema …l’india , e purtroppo gli f35 non sono pronti ancora ……(scherzo )

  3. Piero Corallo ha scritto:

    Si fare lo scambio con te..cosi’ per un po’ ti togli dalle scatole!!

  4. Mauro Portoso ha scritto:

    ogni tanto si sveglia e fa “casini”!!!!!!!!!

Lascia un commento