•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 31 luglio, 2014

articolo scritto da:

Il Parlamento non elegge i membri, Csm prorogato di “diritto”

csm

Niente da fare. Il Quirinale “prende atto” che il Csm, che scade oggi nella sua attuale composizione, poichè il Parlamento non ha proceduto all’elezione degli otto membri laici è “prorogato di diritto“. Non è nemmeno possibile, riferisce una nota del Quirinale, “fissare la data di insediamento del nuovo consiglio”.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

2 Commenti

  1. Massimo Paesani ha scritto:

    Appello a tutti i cittadini Italiani (compresi quelli del PD).
    Una riforma della costituzione votata a colpi di maggioranza di governo (come un normale decreto legge) e non da una Assemblea Costituente (come vorrebbe l’importanza della materia trattata)
    In cui si toglie la facoltà di eleggere il Senato , se pur ridotto a 100 elementi.
    In cui non si ristabilisce la facoltà di scegliere i Deputati della Camera , come ha sentenziato la Corte Costituzionale.
    In cui si aumentano da 500 a 800mila le firme necessarie per un referendume abrogativo e da 50 a 250mila le firme per i referendum propositivo ( praticamente li si rende difficilissimi).
    In cui con la soglia di sbarramento , il premio di maggioranza e il Senato autonominato di fatto si eleggono il Presidente della Repubblica e i 2/3 della Corte Costituzionale e il Consiglio Superiore della Magistratura , Voi cittadini Italiani (anche quelli del PD) non vi sentite seriamente minacciati nelle Vostre espressioni democratiche ?
    Come fate a non preoccuparvi del fatto che una persona di fatto non eletta da nessuno, con un parlamento eletto incostituzionalmete , di fatto mette mano alla nostra Costituzione e la cambia a proprio piacimento ?
    Forse bisognerebbe farsi un ripassino della storia , quando Mussolini “democraticamente” ottiene la fiducia alla Camera dei Deputati il 17 novembre 1922 con 306 favorevoli, 116 contrari e . . . . . . . . vogliamo che accada di nuovo ????

  2. Sergio Pisano ha scritto:

    Oramai non si elegge più nessuno in Italia. Le caste si sono incollate fortemente il culo sulle poltrone e non c’è tempo per rinnovamenti tutto deve rimanere bloccato e statico ed hanno il coraggio di parlare pure di riforme. Che gentaglia.

Lascia un commento