•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 6 agosto, 2014

articolo scritto da:

Kerry all’Europa: “Ue sia compatta contro Mosca”

kerry

Compattarsi e mettere da parte le ambiguità: il segretario di Stato americano John Kerry lancia un messaggio chiaro all’Europa, chiedendo fermezza e determinazione nell’affrontare le crisi che circondano il Vecchio Continente a partire da quella in Ucraina: “L’Ue sia compatta contro Mosca”.

Il segretario di Stato americano ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano La Stampa, affrontando i nodi più controversi della politica estera degli ultimi mesi. Per Kerry l’abbattimento del boeing della Malaysia Airlines è stata la prova di ciò che gli Usa andavano dicendo da tempo: le conseguenze del conflitto nell’est dell’Ucraina scavalcano i confini nazionali dell’Ucraina stessa e toccano drammaticamente i paesi europei. Molta responsabilità ricade sulle spalle di Putin che ha fornito e continua a fornire supporto ai separatisti, secondo il segretario di Stato americano.

Per Kerry è dunque necessario che “Ue sia compatta contro Mosca perché Putin è responsabile del sostegno dato ai separatisti ucraini: deve pagare”. Il conflitto nell’est dell’Europa si potrà risolvere solo portando le parti a sedersi intorno a un tavolo, dice Kerry. Nel frattempo non è escluso che si decida di procedere con altre sanzioni.

usa8

Photo by CliffCC BY 2.0

Washington parla con la voce di chi aveva avvertito il Vecchio Continente dei rischi connessi alla crisi in Ucraina. Ma l’Unione europea deve giocare un ruolo anche nel conflitto che si combatte in Medio Oriente, sostenendo l’iniziativa egiziana e astenendosi da giudizi di parte che avrebbero come unica conseguenza quella di inasprire ancor di più le posizioni in campo.

Nella sua intervista a Paolo Mastrolilli, Kerry sottolinea come tra Washington e Bruxelles ci sia completa identità di vedute sui grandi temi internazionali, anche in virtù di un legame profondo dal punto di vista commerciale: “Vogliamo portare la partnership commerciale a un livello superiore per promuovere l’innovazione e la creazione del lavoro”.

Kerry non si sottrae neanche a domande che hanno a che fare direttamente con le cose di casa nostra: “Sosteniamo gli sforzi per potenziare la crescita attraverso riforme strutturali come quella della pubblica amministrazione, la spesa statale e i mercati del lavoro” ha dichiarato il segretario di Stato americano.

Immagine in evidenza: photo by Brave New FilmCC BY 2.0


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

1 comments
Eric Penna Nera
Eric Penna Nera

Semmai l'Europa sia compatta con Putin, contro le ingerenze Usa. Anche perchè chi resta con il culo al gelo questo inverno siamo noi europei, non certo gli americani.