•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 11 agosto, 2014

articolo scritto da:

Mogherini: “Nessun intervento militare in Iraq”

mogherini

Nessun intervento militare in Iraq né da parte dell’Italia né dell’Unione Europea. Il ministro degli Esteri, Federica Mogherini, intervenendo a Radioanch’io esclude l’ipotesi di una risoluzione armata per sedare la questione irachena: “Stiamo valutando insieme ai principali partner europei forme più efficaci per fermare lo stato islamico”, ha spiegato Mogherini che ha aggiunto: “non si tratta di un intervento militare ma di un sostegno, anche militare, al governo curdo”. La responsabile della Farnesina ha poi annunciato di aver scritto all’Alto rappresentante Catherine Ashton “per chiederle formalmente la convocazione di un consiglio Affari esteri che si dovrebbe occupare di Iraq, di Gaza e di Libia tre crisi che riguardano direttamente tutta l’Europa”. Per spegnere i tre focolai di guerra nelle immediate vicinanze dei confini Ue, Mogherini sostiene sia necessario un provvedimento unico da parte della Comunità europea: “Diversi paesi si stanno muovendo, ma serve che l’iniziativa sia europea. Mi aspetto una risposta positiva” su questo fronte, ha auspicato il ministro degli Esteri.

cristiani perseguitati in iraq. in italia si muovono stato e chiesa

In Iraq “la necessita immediata – ha proseguito il ministro – è fermare lo stato islamico a protezione dei civili e questo lo si può fare e lo stiamo facendo con gli aiuti dal punto di vista umanitario”. Il governo Renzi, infatti, ha già  stanziato più di un milione di euro. Secondo Mogherini però “c’è bisogno di creare dei corridoi umanitari per fare in modo che gli aiuti arrivino”.

Carmela Adinolfi

 

 

Condividi su

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

6 Commenti

  1. Lorenza Largaiolli ha scritto:

    quando dovrà mettere il burqa se ne pentirà

  2. Auro Gall ha scritto:

    Già l’intervento dell’Italia in irak nel 2003 è stato un errore, figuriamoci se dovesse intervenire ora. I governi italiani comunque non intervengono militarmente per aiutare le popolazioni inermi di altri stati sovrani, bensì per aderire all’imperialismo americano e parte dell’Unione Europea neocolonialista; per questioni economiche ma anche per conservare e mantenere intatto il dominio dell’uomo sull’uomo.

  3. Eric Penna Nera ha scritto:

    ci manca solo che andiamo ancora lì. Dopo milioni di euro gettati al vento per inutili missioni, dopo aver fatto perdere la vita a decine di nostri soldati (vedi Nassirya), dopo che abbiamo ancora prigionieri i nostri Marò in India senza essere capaci di riportarli a casa, mi sembra che imbarcarsi in un’altra guerra, come in Irak, sarebbe a dir poco folle… E visto chi ci governa, ancor più incapaci a gestire un’eventualità simile

  4. Meris Pellegrini ha scritto:

    DILETTANTE

  5. Daniele Bartolini ha scritto:

    Certo, per bombardare i civili sempre pronti a spalleggiare i cretini di turno…quando invece è veramente un intervento umanitario per salvare migliaia di persone da dei pazzi fanatici tiriamo il culo indietro…..ma questa a fa il ministro chi ce l’ha messa?

  6. Gastone Losio ha scritto:

    Ma questa esimia si è consultata col governo? Non stanno giocando a canasta o a ciancol! Letta Presidente de consiglio d’Europa, per favore,,,,!!!!!!

Lascia un commento