•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 14 agosto, 2014

articolo scritto da:

Italbasket – qualificazioni europee. Gli azzurri partono col botto

L’Italbasket di Simone Pianigiani inizia col piede giusto il cammino (per la verità piuttosto breve e intenso) di qualificazione ai prossimi campionati europei. È vero, la prima partita non può essere decisiva, ma in una formula con solo tre squadre a contendersi due posti al sole, conticchia un po’ di più, specialmente se gli avversari hanno già perso all’esordio e hanno un solo risultato utile a disposizione. La posta in palio è dunque alta e si vede, tanto che la tensione produce un primo quarto abbastanza brutto con il punteggio fermo sul 4-2 per la Russia dopo oltre cinque minuti di gioco. Alessandro Gentile regala il primo vantaggio ai nostri colori, ma i sovietici rispondono immediatamente e chiudono il primo quarto in vantaggio per 14-12 con Cusin che accorcia sulla sirena. Le percentuali iniziali fanno rabbrividire (Russia 39% dal campo, Italia 33%) e nel secondo quarto gli azzurri hanno anche l’aggravante di perdere intensità e vigore, coi padroni di casa che sono più reattivi su ogni pallone e scappano sul 20-12 prima del canestro di Vitali per il meno sei. Datome e Alessandro Gentile, i punti di riferimento dell’attacco italiano, viaggiano rispettivamente a 0/5 e 1/7 al tiro. Per fortuna i russi non ne approfittano, anzi spendono un sanguinoso 0/4 dalla lunetta che ci permette di rientrare fino al 20 pari col primo canestro del Gigi nazionale. Un Aradori molto positivo nel primo tempo ci regala addirittura il sorpasso (24-23) ma i sovietici banchettano letteralmente sotto il nostro canestro e terminano davanti 25-28 dopo i primi venti minuti. La nota positiva è il terzo fallo (in attacco) di un Mozgov a tratti incontenibile (8 punti e 7 rimbalzi, di cui 3 offensivi. Saranno 17+10 alla fine) con solo 16 secondi da giocare. Il dominio sotto i tabelloni appare evidente (29-18 il computo parziale dei rimbalzi totali. 13-5 quelli offensivi), ma il 5/11 russo dalla lunetta ci tiene ampiamente in gara.

Gentile dominante in Russia

Al rientro dagli spogliatoi è l’Italia a partire meglio ancora con Aradori e Cusin (29-28), ma è un fuoco di paglia. La Russia riprende il comando in un amen, e solo uno strepitoso Cinciarini con sei punti consecutivi che valgono oro tiene l’Italia in scia e lo scarto sotto la doppia cifra, nonostante il canestro allo scadere di Ponkrashov che vale il 43-51. Il periodo finale inizia coi russi al massimo vantaggio (+10) e Pianigiani è costretto a parlarci su di nuovo per evitare che le falle difensive si aprano del tutto. I ragazzi escono bene dal time out e prima Cusin e poi Gentile con un gioco da tre punti firmano il 5-0 che dimezza lo svantaggio. È il miglior momento azzurro. Gentile è incontenibile e firma sette punti, spezzati solo da una schiacciata del solito Mozgov, il migliore dei suoi. L’Italia, che fino a quel punto non ha ancora segnato da tre, trova il pareggio con la bomba di Datome (55-55 con oltre 3 minuti sul cronometro) e poi il sorpasso ancora con Gentile, ancora da tre per il 58-56. Sulla stessa azione il capitano dell’Olimpia Milano si fa male alla caviglia pestando il piede di un avversario, ma nemmeno questo infortunio lo ferma, e nell’azione successiva rientra per dar man forte ai suoi compagni nell’assalto finale dopo il pareggio di Vyaltsev. Manca un lunghissimo minuto e mezzo. Gentile pesca Cusin con un assist al bacio per la schiacciata col fallo che vale il 61-58. Mozgov fa 1/2 dalla lunetta e Gentile segna ancora con un meraviglioso canestro in entrata. Voronov risponde con un canestro rapido a 50” dalla fine. Gentile sbaglia quello che sembrava il canestro più facile ma i russi non riescono a trovare il canestro del pareggio. Scatta a 16” dalla fine il fallo sistematico. Aradori fa 1/2 (64-61), Khvostov 2/2 per il -1. Gentile segna il primo libero ma fallisce il secondo con 10” ancora da giocare. Il tiro (da 2) di Voronov si spegne sul ferro e la gioia azzurra può esplodere in campo. Con questa sconfitta i sovietici non sono ancora matematicamente eliminati, ma non possono più fallire. L’Italia invece si giocherà con la Svizzera a Cagliari domenica una bella fetta delle sue possibilità di arrivare in testa al girone. Per il momento però bisogna solo pensare a tenersi la propria sulle spalle.

 

 

Formula

 

Sette gironi di cui due da tre e cinque da quattro squadre. Si qualificano all’Europeo 2015 le prime classificate di ogni girone, e le sei migliori seconde. Per determinare la classifica tra le migliori seconde, nei gironi composti da 4 squadre non verranno conteggiati i risultati delle partite disputate contro la quarta classificata del girone di appartenenza.

 

Calendario azzurro

 

17/08/2014      Italia – Svizzera            Cagliari            20.30   Diretta Raisport1

24/08/2014      Italia – Russia               Cagliari            20.30   Diretta Raisport1

27/08/2014      Svizzera – Italia            Bellinzona        20.45   Diretta Raisport1

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

Lascia un commento