•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 14 agosto, 2014

articolo scritto da:

Giustizia, Ministro Orlando “Con la riforma tempi più brevi”

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando affronta il tema riforma. Con la riforma del processo civile ci saranno “risultati non solo in termini di complessiva efficienza, ma anche di riduzione dei tempi processuali” e “già i dati sui risultati del primo mese di applicazione dell’obbligatorietà del processo civile telematico, attraverso il quale il sistema giustizia avrà un risparmio stimato di circa 40 milioni di euro annui, rassicurano in tale senso”.

Questo l’auspicio del ministro della Giustizia Andrea Orlando che in un intervento pubblicato sul Corriere della Sera assicura che ci saranno “tutte le risorse necessarie per realizzare il programma” sulla giustizia. Il Guardasigilli rimarca come la riduzione dei tempi, che nel caso del decreto ingiuntivo telematico è del 62%, “indica chiaramente che accanto a termini perentori per l’emissione dei provvedimenti giurisdizionali, le misure di carattere organizzativo e di semplificazione del processo sono in grado di agire efficacemente sulla contrazione dei tempi delle cause”.

orlando ministro giustizia

Gli interventi, che vanno anche nella direzione “degiurisdizionalizzazione”, della semplificazione e della specializzazione, con i tribunali delle impresa e della famiglia, non perseguono “uno sterile miraggio di efficientismo” ma – conclude il ministro – realizzano l’obiettivo di “operare nella direzione di una maggiore effettività della tutela dei diritti dei cittadini”.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

13 Commenti

  1. Marco Corvi ha scritto:

    Si si per l’amico Silvio!

  2. Vitale Alfio ha scritto:

    vergognatevi

  3. Sergio Bacchiocchi ha scritto:

    ancora parole con il nano dietro l’angolo !

  4. Cupolillo Frank ha scritto:

    …..2 ore dopo l’arresto si è fuori……tempi brevi.!!!

  5. Sara flor ha scritto:

    Grillo contestato a Pomezia Stamattina ai lidi ferraresi ci ha sorvolato un aereo con striscione:
    L’ EURO AFFMERÀ I VOSTRI FIGLI
    capito?
    AFFMERÀ
    leghisti, 5stelle e marmaglie varie non son neanche in grado di scrivere uno striscione http://www.unita.it/italia/grillo.m5s-grillini-casaleggio-movimento-crisi-dissenso-giunta-crimi-giarrusso-governo-commissioni–1.504569

  6. Pietro Pirozzi ha scritto:

    abbiamo capito TROLLAH quante volte vuoi srivere questa cosa? Dai ripetila che vinci il mongoletto d’oro che ti verrà consegnato direttamente a FIRENZE

  7. Eric Penna Nera ha scritto:

    gli unici tempi brevi che servono ora sono quelli per mandarvi presto a casa

  8. Sara flor ha scritto:

    QUELLO CHE I GRILLINI NON RICORDANO:
    Abbiamo sentito dire da Grillo che non avrebbe fatto un tour a pagamento, e poi l’ha fatto, senza battere ciglio… gli abbiamo sentito dire che la tv era “il male” ed abbiamo assistito ad espulsioni violente… sino a quando non ha deciso che la tv serviva, ha scelto chi come dove e quando poteva e doveva andarci.
    Gli abbiamo sentito dire che lui in tv mai… che Vespa era il simbolo della casta… e poi lo abbiamo visto andarci, e andare anche da Vespa.
    Ogni volta che Grillo sentenziava come balle quelle altrui, frotte di obbedienti ed osannanti fan hanno assaltato chiunque, dal giornalista al dissidente, in nome della coerenza del verbo del Megafono del movimento.
    Finanche quando da megafono si è scoperto che ne era capo politico, che ne era proprietario del logo, del marchio, giudice unico e assoluto del chi è dentro e chi è fuori: senza appello.
    Anche di fronte a tutto questo, schiere genuflesse di seguaci ad arrampicarsi sempre più ripidamente sugli specchi difendevano la linea.
    Ha fatto sottoscrivere un contratto “illegale” ai candidati in Europa per cui oltre a multarli in caso di espulsione (sempre decisa da lui) solo lui poteva decidere chi assumere, come spendere i fondi dei gruppi, come comporre gli staff e infine con chi allearsi…
    Ci aveva detto che se non prendeva almeno un europarlamentare più del pd si sarebbe ritirato.
    …e invece eccolo andare a Bruxelles, prendere accordi in nome e per conto del suon movimento, e riproporre l’ennesima buffonata online, che più che una scelta democratica è qualcosa tipo “approvate voi la decisione che ho preso io?” …ovviamente liberi di dire no… tanto non cambia nulla…
    18/7/2014.. Ci dispiace, ma non c’è più tempo – scrive Grillo sul blog!
    9/8/2014 convincere gli italiani uno per uno, un porta a porta nazionale, ma arriveremo al governo. Non abbiamo fretta!

  9. Simone Roy ha scritto:

    Certo e Cicciolina è vergine..ma voi continuate pure a passare acriticamente queste veline

  10. Moreno Bernabini ha scritto:

    E’ la decima volta che postate la notizia, avete rotto i coglioni.

  11. Luigi Scarrà ha scritto:

    come diceva quella canzone…PAROLE, PAROLE, SOLO E SEMPRE PAROLE, per dare illusione alla popolazioneee.

  12. Marco Corvi ha scritto:

    LA RIFORMA PD? PRIMO SALVARE IL “SOLDATO” SILVIO, POI SI VEDRÀ………

  13. Pingback: Napolitano vede Orlando, le tappe verso la riforma della giustizia

Lascia un commento